VIDEO: Viaggio nel tempo sul Gargano

Chissà quale storia si nasconde dietro questo frantoio ipogeo situato in uno dei tanti valloni di Monte Sant’Angelo. Tutto è rimasto com’era, lasciato così come d’improvviso. Vi lascio alle immagini.

Leggi tutto »

VIDEO: GARGANO – When the snow comes down in Italy

GARGANO – When the snow comes down in Italy from Erik Martini on Vimeo. Foresta Umbra, Gargano – Italy A beautiful forest in the south of Italy, near a town called Vieste. It’s a warm place, but sometimes, in the middle of winter, the snow starts to fall quietly, and all nature changes. Song: Running Waters by Jason Shaw

Leggi tutto »

I vitigni di Vico del Gargano

di Nello Biscotti Chi scrive è un botanico, e operando nel Gargano mi sono ovviamente imbattuto anche sui vitigni. Il territorio si rivelava in tal senso uno straordinario campo di ricerche, poiché si conservavano fino a qualche decennio addietro vecchie vigne, “veri fossili biologici”, fatte con quei vitigni “storici”, testimoni dell’antica tradizione viticola del Promontorio. Tra queste “vecchie vigne” vi era anche quella ereditata da mio padre, ridotta ormai a qualche decina di are, e con ceppi ormai di 50/70/100 anni. Cominciai a conoscerli, studiarli, per capire le loro storie, anche umane a cui erano legati.  Ho bussato infinite porte istituzionali (Comune, Parco, Provincia, Università) ma nessun interesse per lunghi anni a partire dal 1998. Disponendo di una piccola cantina che era di mio padre, mi sono cimentato personalmente in questa scommessa. Il risultato? Un vino in bottiglia, appena 500/700 bottiglie. Il vino, rosso, elevato in acciaio, denominato MACCHIATELLO di Mastrocianni, è un esperimento di vinificare, con un approccio scientifico, un uvaggio caratteristico, antico, del territorio: circa il 60% fatto da 4 vitigni storici (l’Uva della Macchia, Nardobello, Uva nera tosta, Malvagia nera); il rimanente 40% da 22 vitigni diversi, tutti con la caratteristica di essere particolarmente aromatici. Una testimonianza di un numero, che non sapremo mai, di vitigni storicamente coltivati sul Promontorio del Gargano, un crocevia di flore, uomini con i loro semi, le loro piante. Indagini dello scrivente (Ente Parco del Gargano, 1998), hanno portato all’individuazione di ben 66 biotipi tra cultivar, accessioni, ecotipi (Biscotti, Biondi, 2008; Biscotti et al., 2010); di recente indagini volte alla tipicizzazione su base morfologica e genotipica del germoplasma, di 10 dei 25 vitigni esaminati, sono stati già riconosciuti come genotipi (Progetto Ager, Biscotti, et al., 2013; V Convegno Nazionale di Viticoltura tenutosi a Foggia, maggio 2014) Leggi tutto quiVedi anche puntata tg2

Leggi tutto »

La Gargano Running Week fa bene al Gargano?

Sono fermamente convinto che le attività sportive all’interno del Parco nazionale del Gargano possano essere un modo ecosostenibile di fruizione dell’ambiente.Ma questo non deve succedere…. Mi hanno insegnato a lasciare i luoghi che frequento meglio di come li ho trovati.Qui siamo alla periferia della Foresta Umbra, in Valle dei cacciatori, e sono presenti molti segni di una passata manifestazione sportiva. Ringrazio Ventura Talamo per le foto e per la segnalazione Personalmente, durante un’escursione verso l’abbazia di Monte Sacro, ho tolto dagli alberi diversi segnali lasciati dopo la gara; ciò conferma che non si tratta di un’unica località lasciata in quello stato. Aggiornamento: arrivano altre segnalazione delle presenza di “resti” in località Piana di San Martino (non distante da Monte Sacro).

Leggi tutto »

Gli ori del Gargano, un’antica tradizione verso il declino

di Domenico S. Antonacci Porta fortuna o componenti fondamentali dei riti di passaggio della vita di un tempo, lo scopo degli ori non era solo quello di mostrare le ricchezze della famiglia di appartenenza. A San Marco in Lamis, grazie a un componente della famiglia Torelli (orafi e orefici storici della cittadina), resiste ancora l’arte orafa. Un’interessante chiacchierata di qualche giorno mi ha fatto conoscere questa tradizione che quasi ignoravo e che, come altre, è purtroppo sulla via del declino. Per chi volesse approfondire il tema è disponibile “Ori del Gargano”, un testo edito da Claudio Grenzi Editore e due letture consigliate che recensiscono proprio questo libro (recensione di Teresa M. Rauzino e recensione di Giuseppe Piemontese). Gli strumenti per dare forma all’oro Gli strumenti per dare forma all’oro

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.