Rubata una panchina lungo la Via Francigena (non è la prima!)

di Michele del Giudice L’IMBECILLUS GARGANICUS ha rubato un’altra panchina lungo la Via Francigena/Micaelica nel Gargano, all’inizio (a scandere) della stupenda Fajarama che, in una faggeta meravigliosa, arriva all’antico convento/hospitale di San Matteo. Ora questa panchina allieterà un cortile di qualche squallida casa di campagna nell’agro di San Marco in Lamis. E il ladro, squallido proprietario di un cortile squallido, sarà contento di possedere una panchina non “pagata”. E questo poveraccio protesterà contro uno Stato, contro una Amministrazione, contro la Polizia e Carabinieri quando qualche suo amico gli ruberà una pecora. Sono avvilito. Link post originale facebook

Leggi tutto »

Mafia a Mattinata: la sentenza del TAR dimostra un legame indissolubile con la politica

Immediato.it I giudici del Tar Lazio hanno certificato l’esistenza della mafia nel Comune di Mattinata, respingendo il ricorso degli ex amministratori e confermando lo scioglimento dell’ente per infiltrazioni criminali. Nella sentenza sono pubblicati punto per punto gli episodi che hanno portato alla decisione presa dal Ministero dell’Interno nel marzo 2018. Demolita la linea difensiva capeggiata dall’avvocato Pasquale Lanzetta che ha insistito nella negazione del fenomeno mafioso. I ricorrenti, guidati dall’ex sindaco Michele Prencipe, si sono difesi affermando che una sentenza del genere avrebbe compromesso la loro onorabilità ma, su questo punto, il Tribunale di Foggia è andato anche più a fondo, dichiarandoli incandidabili appena qualche settimana fa. Auto incendiate per autocombustione e altri goffi tentativi dell’avvocato sono naufragati ben presto. Nella sentenza sono invece emerse, in modo fragoroso, tutte le promiscuità tra mondo politico e criminale e le figure compromesse dei dirigenti dell’ente comunale. Tornano alla memoria le figuracce fatte dai rappresentanti della politica locale, che vaghi e facendo spallucce, negavano la mafia davanti alle telecamere della Rai, caldeggiati sui social dai soliti sparuti gruppi di sostenitori e leoni da tastiera, pronti ad attaccare la stampa ad ogni articolo sulla criminalità mattinatese. Pochi dubbi sulla “continuità – si legge in sentenza – che ha caratterizzato la conduzione dell’ente negli ultimi anni, atteso che ben quattro

Leggi tutto »

VIDEO: Legambiente, la Goletta dei Laghi sul Lago di Varano

Il punto monitorato all’interno del bacino lacustre rientra nel territorio del comune di Cagnano Varano, in particolare nella località Bagno/Le Taverne presso la foce del canale; questo è risultato, secondo i parametri di Goletta dei Laghi, entro i limiti. “Abbiamo fortemente voluto la Goletta dei Laghi sulla nostra laguna – afferma Claudio Costanzucci, sindaco di Cagnano Varano –  anche perché, oltre alle azioni di monitoraggio scientifico, sono in atto una serie di interventi volti a riqualificare e rilanciare l’area di Varano. In particolare dopo 18 anni – continua Costanzucci – grazie al contratto di sviluppo, che consiste in una parte dei fondi ricevuti dal governo centrale per la capitanata, è stata effettuata una pulizia straordinaria delle sponde del lago nell’area di competenza di Cagnano Varano. Inoltre – conclude Costanzucci – è già stato approvato, grazie a un finanziamento di 4,5 milioni di euro da parte del Ministero dell’Ambiente, il progetto per la realizzazione di una pista ciclabile che dovrebbe attraversare tutto l’istmo, collegando così terraferma e mare al resto del territorio lacuale, ponendo così le basi per una fruizione ricreativa e turistica del lago in chiave sostenibile”

Leggi tutto »

La necropoli di San Nicola di Vieste ritorna “libera”!

Noi ne parlammo nel 2012 e finalmente, 7 anni dopo, il Sindaco di Vieste annuncia via Facebook una bellissima notizia: Finalmente dopo anni di occupazione illegittima torna nella disponibilità del Comune di Vieste il complesso delle grotte di San Nicola di Mira. Questa mattina unitamente all’assessore Graziamaria Starace e gli archeologi Prof. Volpe e Pruneti abbiamo compiuto il primo sopralluogo per constatare le condizioni del sito in parte danneggiato ed irrimediabilmente compromesso dall’uso improprio operato in questi ultimi anni. Un grande ringraziamento al dirigente Luigi Vaira, alla Polizia Locale e ai Carabinieri della Tenenza di Vieste che hanno reso possibile nei giorni scorsi la liberazione del sito. Nei prossimi mesi lavoreremo in stretta collaborazione con la sovraintendenza archeologica di Foggia per per restituire all’intera città questa importante testimonianza della nostra storia…   E ora avanti con la valorizzazione!

Leggi tutto »

La nave della Marina che si arenò a Rodi Garganico nel 1862

di Domenico Sergio Antonacci Qualche anno fa, grazie a una segnalazione di Simone D’Altilia, sono venuto a conoscenza di un episodio, avvenuto nel 1862, che vede arenarsi sul lungomare tra Rodi Garganico e San Menaio, approssimativamente nella zona dell’Hotel Villa a Mare, un rimorchiatore di 70 tonnellate di nome San Pietro (della Marina Pontificia prima a della Marina Italiana dopo). L’evento, avvenuto precisamente il 9 dicembre di quell’anno, fu seguito dal recupero da parte della pirofregata Archimede solo tre giorni dopo; così la nave venne riportata ad Ancona. Nel 1870 il rimorchiatore, riparato, passò alla Marina Militare Italiana e fu adibito agli esercizi di tiro al bersaglio in moto, prestando servizio locale a La Spezia e a Venezia. Nel 1875, infine, passò al disarmo e viene radiato. Giuseppe Troccolo, dopo aver consultato Giulio Giovannelli, mi scrive: Il rimorchiatore aveva le ruote a motore, era rimasto in rada a Rodi due giorni e rompendo gli ormeggi si era insabbiata nella zona antistante il mulino di mare, lasciando nell’arenile le ruote (di cui lo stesso ha le foto storiche – “da ricercare”); il padre riuscì a salvare tre marittimi (di cui si ricordava i nomi) a riva tornando da San Menaio (…..),

Leggi tutto »

Non ci sono immagini dei paesi nei Siti Istituzionali dei Comuni del Gargano.

di Gianni de Maso Non ci sono immagini dei paesi, nei Siti Istituzionali dei Comuni del Gargano. L’architettura popolare, dialettale, vernacolare del Gargano è relegata a pochissime foto nei Siti di Rodi, di Mattinata e di Monte Sant’Angelo. Gli altri comuni la ignorano e continuano a mostrare castelli, chiese, palazzi signorili con prolissi testi storici, tesi alla ricerca di antenati che nobilitino le storie locali. L’architettura fantastica del Gargano è quella dei mastri e dei pastori, creata dalle esigenze funzionali immediate, povera e scarna. Loro, i pastori ed i mastri, non copiavano nulla dagli stili, non sapevano nulla delle “divine proporzioni”, né del “classicismo”, né dell’euritmia, né del Romanico, né del Gotico, né del Barocco, per cui quando innalzavano muri creavano architetture pure, fatte con i materiali del posto e dall’adattarsi al posto. L’architettura dei paesi del Gargano sbocciava verso l’alto, si elevava stretta tra i vicoli ed i dirupi mozzafiato. Altre volte circuiva a gradoni i declivi della montagna. A volte era coperta da cupole orientalizzanti come Peschici. A volte comignoli come obelischi popolari storti sbucavano dai tetti e si confondevano con i campanili. Le cucine monacesche erano piccolissimi vani, dove la famiglia si rannicchiava durante i geli dell’inverno,

Leggi tutto »

VIDEO: Valerio Staffelli sul Gargano con i Carabinieri Cacciatori di Puglia

Il noto inviato di Striscia la Notizia accanto ai militari dello Squadrone eliportato Cacciatori di Puglia. Tra boschi e casolari, individuando obiettivi sensibili, perquisendoli e setacciandoli. Prosegue il viaggio di Valerio Staffelli alla scoperta dei Reparti Speciali dell’Arma dei Carabinieri. Nell’ultima puntata, la visita sul Gargano ai militari dello Squadrone eliportato Cacciatori di Puglia di base a Jacotenente, in Foresta Umbra, in attesa che venga approntata la sede di Amendola. In un video di quasi 9 minuti, alcuni dei momenti salienti dell’avventura. Al fianco di Staffelli, Antonio Trocino, comandante dello Squadrone istituito appena otto mesi fa. Il noto inviato di Striscia la notizia si è imbattuto in una serie di missioni tra le aree più impervie del Gargano. Tra boschi e casolari, individuando obiettivi sensibili, perquisendoli e setacciandoli. Masserie, nascondigli per persone ma anche per armi e droga. Persino cunicoli utilizzati dai malviventi per far sparire auto o, peggio ancora, persone.

Leggi tutto »

Acquasala Beach Party, musica da mangiare 19 luglio Gargano

Musica da mangiare e cibo da ascoltare.  Arriva sul Gargano il primo Beach party Gastrofonico della Puglia.  Il primo grande, party estivo dedicato alla musica ed al cibo svolto interamente in spiaggia. Tre progetti “Gastrofonici” si alterneranno in quasi quattro ore di performance consecutive tra padelle, coltelli, salse e dj set. Una forte esperienza, unica, da vivere e condividere dal tramonto alla notte non ancora fonda. Una location storica, come quella del lido Milano di San Menaio, sarà “l’ingrediente” ideale per rivivere gli anni belli del boom turistico Garganico che vedeva, proprio la frazione turistica di Vico del Gargano, la regina dell’estate Pugliese. Una cena degustazione, spettacolo con tanti ospiti e tante sorprese daranno ufficialmente il via alla vostra estate. L’appuntamento è per Venerdì 19 luglio 2019 presso il ristorante “frutti al mare” “Lido Milano” – San Menaio (Fg) – Lungomare Andrea Pazienza.  I PROTAGONOSTI METANO’S, Il reverendo Podolico ANTIPASTI | Soul e Pastorizia (Degustazione di formaggi Podolici, Caciocavallo, Caprino e Pecorino; Assaggio di Acquasala fredda) “Avete mai assistito ad una performance musicale di un soggetto super folle capace di gettare in sala una selezione musicale frizzante mentre spargeva profumo di “Acquasala” (preparata al momento) nell’olfatto e nelle menti degli

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.