I nomi dei Garibaldini della Daunia, c’è qualche tuo avo?

Aggiornamento 7 maggio 2012 in fondo Nella ricostruzione di quella fase storica che portò alla fine del Regno delle Due Sicilie e alla conquista dell’Italia meridionale, l’attenzione degli storici e la memoria collettiva si sono concentrate sui Mille sbarcati a Marsala con il generale Garibaldi. Parzialmente in ombra sono rimaste le migliaia di altri partecipanti, sul cui numero totale la storiografia ha fornito solo approssimazioni. Il progetto “Alla ricerca dei garibaldini scomparsi”, realizzato grazie al contributo della Fondazione CRT (Cassa di Risparmio di Torino) e con la partecipazione della Fondazione CARIGE (Cassa di Risparmio di Genova), intende far emergere dall’anonimato quella moltitudine di eroi sconosciuti provenienti da quasi tutte le regioni italiane, da molti paesi europei e anche dalle Americhe e dall’Africa, protagonisti di quell’evento storico fissato nell’immaginario collettivo di tutti gli italiani. Ho ricercato nell’immenso archivio (35000 garibaldini) i nati nella Provincia di Foggia (o per lo meno nell’area riferibile all’attuale provincia) e con grande sorpresa ho trovato anche alcuni garganici; di seguito la lista riassuntiva dei centri abitati interessati: Apricena, Foggia, Ischitella, Lucera, Manfredonia, Monte Sant’Angelo (forse), Orsara di Puglia, Rodi Garganico, San Marco in Lamis, San Nicandro Garganico, San Severo. Qui invece l’elenco dei “garibaldini nostrani”: Albano

Leggi tutto »

I reperti di Grotta Paglicci in esposizione al Vittoriano di Roma

Un breve post per comunicarvi che a Roma, nell’area espositiva del Vittoriano (detto anche Altare della Patria) e all’interno della mostra “I Colori del Buio” (del gruppo di esplorazioni speleologiche La Venta), fino al 25 marzo potrete ammirare i reperti della Grotta Paglicci di Rignano Garganico, una delle più importanti del Mediterraneo, una vera miniera archeologica: il più spettacolare è lo scheletro di donna di 18-20 anni ed in una sepoltura del periodo Gravettiano (quindi tra 28 e 20.000 anni fa), è stata trovata anche una seconda sepoltura. Nel sito ciottoli, pietre e ossa con incise figure geometriche e di animali. In evidenza vediamo le fotografie di un’altra “perla” trovata nella grotta, gli unici esempi in Italia di pitture parietali paleolitiche : due cavalli e delle mani dipinte in un angolo riparato della grotta, del tipo di quelle della Grotta di Lascaux in Francia, che risalgono a 18-20 mila anni fa. Da Archeorivista SIAMO ARRIVATI AL PARADOSSO CHE PER VEDERE UN BENE PROVENIENTE DALLA NOSTRA TERRA DOBBIAMO ARRIVARE A ROMA! MILIONI DI EURO SPRECATI PER UN MUSEO CHE NON ESISTE, PROMESSE E PAROLE DAI SOLITI NOTI E…IL NULLA..

Leggi tutto »

Il coraggio delle donne cagnanesi, lo sciopero del 1941

La foto si riferisce ad uno sciopero a Vercelli L’8 marzo dell’anno scorso su CagnanoVarano.org fu pubblicato un bellissimo post che voglio riportare qui in occasione della festa delle donne del 2012…e AUGURI A TUTTE LE LETTRICI ed anche a quelli che si sentono donne dentro… “Nel 1941, il sale, il pane, era tutto scarso … e abbiamo fatto lo sciopero” “Quanne maritema l’à ssapute, m’à ddàte ppùre nu sckàffe! e mm’ha ddìtte:- Te putìve pùre stà a rreteràta a ccàsta!”   Mi chiamo Carolina e sono nata a Cagnano Varano il 14.5.1918. Sono rimasta senza padre, quando mamma era incinta di tre mesi ed è andata a fare i servizi in casa dai ricchi: Rachelina Coccia, Masteaddèca, don Luca, da donna Lina. Cummàre Rachelìna ci ha battezzato, ce stèva lu san Ggiuvànne. Prima di andare a servizio, mia madre faceva la contadina e l’artigiana: si procurava la paglia, dalle spighe che erano state mietute, e pe la restùccia facèva li cruuèdde e li spasètte. Raccoglieva la paglia, la faceva a mazzetti e la intrecciava. Mia madre aveva solo me. Quando ero bambina sono andata a scuola, ma fino alla quarta elementare. Alla quinta mi sono ritirata dalla scuola, per

Leggi tutto »

Sky fa ammenda e pianta alberi, dove? Vota per il Parco nazionale del Gargano

AGGIORNAMENTO 8 MARZO, SIAMO AL 51%…OLTRE 100 VOTI SOLO DA QUESTO BLOG La newsletter di Sky Seven Days diverrà carbon positive: se è pur vero che immette nell’aria molta anidride carbonica sarà assai più l’ossigeno prodotto dagli alberi che la pay tv si offre di piantare con la collaborazione di AzzeroCO2. Sky, la celebre pay tv internazionale, ha scelto il Parco Nazionale del Gargano per rappresentare il Mezzogiorno in una lodevole iniziativa. Sky Seven Days, la newsletter gratuita che ogni venerdì informa centinaia di migliaia di abbonati del mondo Sky, diventa un mezzo per migliorare l’aria che ciascuno di noi respira. A partire da marzo, e grazie alla collaborazione con AzzeroCO2, società leader nell’attività di compensazione, l’anidride carbonica collegata all’invio di Sky Seven Days verrà non solo “compensata”, cioè annullata, ma la newsletter diverrà carbon positive, dato che verranno piantati più alberi rispetto al numero necessario per neutralizzare le emissioni di CO2. Saranno gli abbonati di SKY che decideranno in quale tra le quattro aree naturali indicate (tra queste il Parco del Gargano) far piantare gli alberi ed avere quindi un’aria più pulita. Più voti saranno dati al nostro Parco e più alberi saranno piantati. Per scegliere il Parco Nazionale

Leggi tutto »

Rapporto turismo Puglia 2011, tutti i numeri

Il turismo in Puglia del 2011…statistiche dai numeri confortanti; i paesi dell’entroterra iniziano a crescere… (function() { var scribd = document.createElement(“script”); scribd.type = “text/javascript”; scribd.async = true; scribd.src = “http://www.scribd.com/javascripts/embed_code/inject.js”; var s = document.getElementsByTagName(“script”)[0]; s.parentNode.insertBefore(scribd, s); })();

Leggi tutto »

La famosa trasmissione di auto TopGear in Puglia…alle prese con alcuni sanseveresi

Guardando la famosa trasmissione inglese di supercar TopGear (produzione BBC) mi sono sorpreso quando ho notato che una delle auto in prova ha avuto un’avaria nei pressi del casello Poggio Imperiale – Lesina (parte della puntata è girata nel centro di Lecce e al famoso circuito salentino di Nardò). A quel punto la mia mente già spaziava….oh no, adesso chiamano l’assistenza stradale…..! E così fu!….come potrete vedere nel video qui sotto…..non vi anticipo nulla…. Il video dopo le immagini… Uscita Poggio Imperiale-Lesina Da San Severo con furore Magari va meglio con loro…. Tirato a nuovo… Du ju spick inglisc? La McLaren MP4-12C nei pressi del casello Poggio Imperiale-Lesina !!Chissà cosa si saranno detti!! Le riprese a Lecce

Leggi tutto »

Il sito dolmenico di Monte Sant’Angelo a rischio!

Monte Sant’Angelo – Ennesimo allarme lanciato dall’architetto Raffaele Renzulli sul pericolo di dissesto che correrebbe il dolmen più importante dal punto di vista storico e scientifico appartenente al sito dolmenico situato sulla strada provinciale che da Monte Sant’Angelo conduce a Pulsano. Il dolmen in questione, denominato dagli abitanti del luogo “il Galluccio”, (una denominazione che secondo una prima tesi interpretativa deriverebbe dalla forma del megalite, mentre secondo un’altra suggestiva tesi deriverebbe dalla funzione del megalite di preannunziare l’inizio e la fine dei lavori agricoli proprio come un gallo) appartiene ad un sito dolmenico più ampio che conta all’incirca una dozzina di megaliti tutti eretti presumibilmente in età neolitica, a testimonianza di un villaggio risalente a quel periodo preistorico in cui  viveva sul Gargano una comunità di uomini preistorici. Continua qui: http://www.ilmontenews.joomlafree.it/cultura/945-pericolo-dissesto-per-il-dolmen-galluccio.html http://www.ilmontenews.joomlafree.it/cultura/491-in-esclusiva-qla-valle-dei-dolmenq-.html

Leggi tutto »

Lucio Dalla: questa terra è unica, è un ponte per entrare nella tua anima

Lucio Dalla – manifestazione No Trivelle Termoli Questa è una delle tante sere ai piedi del Gargano, a Foggia, come mille altre volte o a Manfredonia o Mattinata, benedetta dal sole e dalla luce che ti riempie gli occhi ma non li ferisce, ma anche a Monte Sant’Angelo tra il fresco delle rocce e il respiro degli ulivi, fra case medievali della bianca dignità del tempo e della memoria rinnovata tra il gotico romanico e longobardo che vuole dire soprattutto pugliese. Pugliese dei miracoli, dei nomi e dei diavoli, del misticismo e della laica allegria del vento sempre complice e al servizio del pastore e dell’ulivo che suda il caldo dell’estate più bella, più blu di cielo e più bianca di luce che c’è. Io sono anni che vengo tra queste terre benedette e uniche, vengo perchè non so o perchè non ne posso fare a meno per quel misterioso gioco della memoria che analizza i ricordi, li trasporta nel presente, li rinnova e li cambia come fossero respiri dagli inizi secolari o che non si chiudono, non si concludono maiD e che mantengono croccante il pane che hai tagliato venti anni prima o non seccano mai quel vasetto di

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.