Sequestrati i beni della camorra a Rodi Garganico

Anche il Gargano era terra fertile per il clan dei Casalesi. Pasquale Pirolo, che gli inquirenti hanno definito il “personal manager” del boss Michele Zagaria, si è visto notificare dalla questura di Caserta il sequestro di immobili e società per un valore quantificato intorno a una cinquantina di milioni di euro. Molti beni erano intestati anche sua moglie Caroline Josefina Tovar Yanez, donna venezuelana che si è resa irreperibile. Tra questi sono da contare diversi appartamenti, terreni e posti auto al villaggio Cala dei Templari, in località Santa Barbara, a nord di Rodi Garganico. Dalle indagini della polizia, Zagaria e il clan stavano investendo ingenti somme di denaro anche nel paese in provincia di Foggia attraverso Pirolo. Nel 2002, secondo gli inquirenti, Pirolo aveva investito del denaro, circa 3 miliardi del vecchio conio, proveniente dal clan dei Casalesi, insieme a un altro imprenditore, Nicola Capaldo di Casapesenna, un lontano parente di Raffaele Capaldo, marito della sorella del boss Michele Zagaria – per l’acquisto di un grosso terreno di 10mila metri quadri a Rodi Garganico con annesso piano di lottizzazione edilizia. Su quel terreno sorsero poi circa 30 mini appartamenti in località Cala dei Templari. Nel 2006, però, dopo un controllo

Leggi tutto »

Scrivono che alle Tremiti il Cretaccio sta per sparire…allarme! Pericolo!

L’isolotto del Cretaccio, il più piccolo delle Tremiti, è in pericolo. Si tratta, più che di un’isola piccola, di uno scoglio grande e di natura argillosa e privo di vegetazione, tra S. Domino e S. Nicola. A causa della corrosione incessante degli agenti atmosferici sta riducendo la propria estensione e negli anni potrebbe essere destinato a scomparire, soprattutto se non si agirà in tempo. L’allarme lo lancia il comitato scientifico della Prefettura di Foggia: “c’è pericolo che le due selle del Cretaccio – ha detto Michela De Salvia del comitato scientifico della Prefettura di Foggia – possano dividersi nella zona centrale e dunque che lo scoglio venga sommerso. Questo potrebbe accadere anche perché abbiamo difficoltà a reperire permessi a causa della burocrazia regionale e non capiamo perché tutto vada a rilento. Tra l’altro in questa maniera si perderanno finanziamenti europei che ci servirebbero a stanare la situazione. Il pericolo non è imminente, ma se si sottovoluta presto sarà troppo tardi”. Se non si interverrà in tempo, dunque, del Cretaccio rimarrà ben poco e sarà costretto a scomparire tra i flutti insieme alle leggende ad esso legate, come quella che narra che sia popolata di fantasmi perché fu teatro dell’esecuzione di

Leggi tutto »

A Carpino rivive il ricordo del film “La Legge” girato nel 1958

Foto e video di Franco Cautillo da corrieredelmezzogiorno.it CARPINO, 1958. In Piazza del Popolo arriva una troupe cinematografica; è già lontano il ricordo della Piazza della Rivoluzione* (…per fortuna..se quella era rivoluzione io sono Babbo Natale). Ci sono, tra gli altri, Mastroianni e Lollobrigida. Si gira il film “La legge”; la pellicola non ebbe molto successo negli anni a venire, ma è restato, nei carpinesi che parteciparono allora come comparse, il ricordo di quelle giornate, tanto diverse da quelle tanto uguali delle loro vite fatte di stenti. Oggi Carpino ricorda quelle giornate, quelle tremila lire guadagnate a fare la comparsa, a giocare a carte e bere vino nella cantina sotto il rumore della cinepresa…. e ringrazia il regista Jules Dassin a 100 anni dalla sua nascita…sembra che ogni tanto qualcuno si ricordi di noi. *Piazza della Rivoluzione fu il nome della attuale piazza di Carpino durante il fascismo Per saperne di più sull’iniziativa organizzata in ricordo dei 100 anni della nascita di Dassin clicca qui Altre notizie sull’evento PER CONOSCERE TUTTI I FILM GIRATI SUL GARGANO ED IN CAPITANATA CLICCA QUI

Leggi tutto »

Non sono riuscito a dare un titolo a questo post

Organizzare una spedizione punitiva da parte di personaggi definiti “professionisti” di Monte Sant’Angelo, centro pugliese noto come sede di clan della criminalità organizzata, per dissuadere il fidanzato dal portare avanti una relazione sgradita alla famiglia di lei «Qua ci vuole un professionista di Monte Sant’Angelo» Ogni commento sarebbe inutile…e ancora più doloroso…. Fonte

Leggi tutto »

Le condizioni igieniche della Capitanata di una volta

Il “cantero”, lu “cantr” a cura di Domenico Tota articolo già pubblicato su La Gazzetta di San Severo, 19/05/2001 Le condizioni igieniche di San Severo e di molti Comuni del meridione, nei primi decenni del secolo scorso, lasciavano molto a desiderare. Non si scandalizzino i giovani per le notizie che apprenderanno, né quelli della mia età perché riferirò certe circostanze. Ci rideremo sopra e ci rallegreremo per il progresso fatto. L’esigenza primaria per la crescita fisiologica dell’uomo è la nutrizione sotto più forme e, di conseguenza, la…defecazione comune a tutti gli esseri viventi. Oggi in ogni casa c’è quello che prima si chiamava “gabinetto” ed ora si chiama “bagno” con acqua corrente, sanitari in ceramica, doccia, vasca ed ogni altro comfort. Una volta non era così. Nelle case abbienti c’erano i pozzi neri che venivano svuotati ma, nella maggior parte delle case formate da un solo ambiente e con una sola apertura verso l’esterno, la porta d’ingresso, vivevano famiglie numerose insieme al cavallo o all’asino, alle galline ed al maiale. In un angolo del monolocale c’era un pannetto di stoffa colorata dietro al quale era sistemato “u cumbrise”, sorta di vaso per lo più di terracotta smaltata, alto una sessantina

Leggi tutto »

Trekking di Pasqua nel Parco Nazionale del Gargano

La  proposta  è  adatta  a tutti,  anche  a  coloro che sono poco allenati, una esperienza di cammino  di  più  giorni,  modulare  in  quanto avremo un mezzo al seguito  che,  oltre  fare il  trasporto del  bagaglio pesante,  potrà  fa-cilitare  coloro  che  so-no  alla  prima  esperienza. Il Gargano, divenuto Parco nel  1995,  racchiude  in  se  meravigliosi  tesori  paesaggistici e storici,  in questo viaggio attraverseremo tre cittadine “simbolo” come San Giovanni Rotondo, Monte Sant’Angelo  e  Vieste, inoltre potremmo ammirare la Foresta Umbra un esempio vivente di “monumento alla natura”. Altre info qui

Leggi tutto »

Conosciamo i vini di Puglia con l’ebook di vinook.it

La Puglia è una regione italiana caratterizzata da grandi tradizioni culinarie ed enogastronomiche. Per quanto riguarda il vino la Puglia può vantare una varietà di produzione che non ha nulla da invidiare a regioni più blasonate, riuscendo a proporre tantissime tipologie di vino diverso ed altrettante cantine di qualità che antepongono la buona riuscita del prodotto finale alla logica dei grandi numeri. Vini come l’Aleatico, il Castel del Monte, il Copertino, il Primitivo di Manduria ed il Rosso Barletta sono vini apprezzati in tutta Italia ma non sono solo questi i vini tipici di questa splendida regione. In questo ebook vinook.it vi propone un’intrigante viaggio alla scoperta delle cantine di Puglia, passando in rassegna tutti i vini che vengono prodotti in questa regione e consigliando per ogni vino una serie di cantine di qualità recensite per voi. si parla di : Aleatico di Puglia Brindisi Castel del Monte Cacc e Mmitte Copertino Galatina Gioia del Colle Leverano Nardò Ostuni Primitivo di Manduria Rosso Barletta San Severo Rosso Canosa Rosso di Cerignola Squinzano Lizzano Salice Salentino Scarica l’ebook  da vinook.it

Leggi tutto »

Salvatore Settis in visita nella nostra provincia..alcune riflessioni su Lucera

Domenica 11 dicembre il Prof. Salvatore Settis ha visitato il centro storico e i principali monumenti di Lucera.Lo abbiamo accompagnato nella sua passeggiata per carpire impressioni e suggerimenti riguardo lo “stato di salute” del patrimonio storico-artistico della nostra città.Se il tessuto urbano del centro storico gode di un discreto stato di conservazione, Settis ha espresso una certa perplessità nel visitare il Museo Fiorelli e l’interno della Fortezza Svevo-Angioina e dell’Anfiteatro Romano.Il Museo, riaperto nel 2009 dopo 6 anni di restauri, attualmente non è ancora stato completamente riallestito. Il pregio dei reperti esposti ha attirato l’attenzione del Professore ma molte sono state le incongruenze riscontrate soprattutto per le datazioni presenti nelle didascalie e la mancanza di dati documentati e pubblicati.“Una mente pensante supportata da un preparato gruppo di esperti, magari giovani laureati provenienti dall’Università di Foggia, potrebbero fare un ottimo lavoro per valorizzare questo inestimabile patrimonio ”.Per Settis è stato un gradito regalo poter ammirare la vastità e la maestosità della Fortezza e dell’Anfiteatro, mai visitati in passato.Riguardo le problematiche legate al famigerato Progetto Terre e torri del Puer Apuliae, anche il Professore ha espresso parere contrario sottolineando l’importanza di impiegare eventuali finanziamenti in primis per il recupero delle mura di

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.