Perchè il sito del Parco Nazionale del Gargano è offline ad agosto?

Agosto è quasi finito ma resta comunque, quello che stiamo passando, uno dei periodi di maggiore flusso turistico per il Gargano. Chissà quante persone in questi giorni stanno cercando di visitare il sito del Parco Nazionale del Gargano e della Provincia di Foggia ottenendo solo errori dalle pagine invece del portale funzionante. Speriamo che i siti ritornino presto funzionanti. AGGIORNAMENTO 3 SETTEMBRE: I DUE SITI ORA FUNZIONANO

Leggi tutto »

L’inventore della Lambretta…..era di Vieste!

Un viestano da esportazione, di quelli che meriterebbero almeno una strada o una piazza, visto che il loro lavoro è stato conosciuto e osannato in tutto il mondo. Lo sapevate ad esempio che il creatore della moto più famosa del mondo assieme alla Vespa è nato tra il porto e la Cattedrale di Vieste? Eppure la vicenda di questo geniale creatore meccanico, che ha attraversato come meteora la storia della meccanica italiana a cavallo di un secolo, è rimasta in sordina. Forse perchè la sua Lambretta non ha conosciuto il successo cinematografico con Audrey Hepburn (ve la ricordate in Vacanze Romane?) o forse perchè ha avuto negli anni un minor successo commerciale, a distanza di decenni. Eppure i suoi modelli continuano a essere costruiti in India dove circolano in milioni di esemplari. Ma andiamo con ordine. A ricordare la figura dell’ingegner Pier Luigi Torre, nato a Vieste il 6 febbraio 1902, ci ha pensato Maurizio De Tullio sulla rivista ‘Diomede’, giornalista e scrittore foggiano, che da una vita sta mettendo insieme le storie dimenticate di tanti figli illustri di Capitanata. E’ stato così ostinato, in vent’anni e passa di lavoro, da mettere insieme un libro con centinaia di biografie. Così, quando

Leggi tutto »

Carpino Folk Festival saluta l’estate con PUGLIA BITE – 29 agosto Cagnano Varano

Il Carpino Folk Festival, grazie al sostegno delle Ferrovie del Gargano, recupererà la data H2o del 24 luglio, con lo spettacolo di PUGLIA BITE il 29 agosto a Cagnano Varano.INGRESSO GRATUITO!ARRIVACI ANCHE IN TRENO! SCORRI PER LEGGERE COSTI ED ORARI! PUGLIA BITE è l’ideale unione della Puglia attraverso le musiche dei suoi estremi: il Gargano ed il Salento.I diversi timbri, modi di cantare, dialetti, colori, le diverse danze e le splendide voci, che hanno facce da giovani ma che sembrano portatrici di un passato dai contorni mitici, parlano per l’occasione una sola lingua, quella pugliese, con il chiaro intento di cercare e creare un’identità comune nella modernità.Una vera e propria orchestra popolare pugliese prodotta dal Carpino Folk Festival e composta da quasi 30 elementi diretti da quel Mauro Durante leader del Canzoniere Grecanico Salentino e assistente di Ludovico Einaudi alla Notte della Taranta. Oltre 2 ore di spettacolo da non perdere, in cui le pizziche salentine e le tarantelle garganiche si alternano e fluiscono le une nelle altre senza soluzione di continuità, in una festa di tammorre e tamburelli, nacchere e pietre, chitarre battenti e mandole, archi e organetti, zampogna e banda di fiati. La produzione con cui il Carpino

Leggi tutto »

Nuove foto del Gargano dallo spazio!!

Ricordate la foto che l’astronauta Paolo Nespoli scattò su richiesta? Come mi fu promesso tempo fa, qualche giorno fa ho ricevuto le restanti foto del Gargano dallo spazio da un addetto agli archivi fotografici ESA/NASA; quasi non ci speravo più, eppure hanno mantenuto la parola (ed anzi ha detto che me ne invierà altre!). p.s. per i siti che vogliono pubblicare la notizia: vi prego di citare la fonte, non costa nulla ed è segno di correttezza ed educazione. Cliccate sulle foto per vederle ad alta risoluzione, buona visione. CREDIT ESA/NASA – Lago di Varano e Foresta Umbra, si scorge in alto a destra la grande faglia di Valle Carbonara e vari paesi CREDIT ESA/NASA – Golfo di Manfredonia CREDIT ESA/NASA – Forestra Umbra e la Testa del Gargano CREDIT ESA/NASA CREDIT ESA/NASA Domenico Sergio Antonacci Seguici su facebook, aggiornamenti dal Gargano in tempo reale

Leggi tutto »

Quando Foggia era l’ombelico del mondo….

Fonte foto […]In quel momento Foggia rappresentava l’ombelico del mondo Nel 1223 diede quindi ordine alle sue maestranze di realizzare quivi la reggia per gli affari di Stato. La reggia di Foggia del grande imperatore è stata per parecchi decenni non solo uno dei punti centrali degli avvenimenti politici dell’Europa (paragonabile alla Roma dei Cesari e dei Papi e alla Costantinopoli bizantina), ma contemporaneamente anche un centro intellettuale di particolare dimensione di tutto il mondo allora conosciuto. Riassumendo – e facendo proprie – notizie frammentarie dei cronisti dell’epoca, il Kantorowicz così riferisce del Palatium di Foggia: «…nel vasto Castello di Foggia descritto come un palazzo ricco di statue, colonne di marmo verde antico, con leoni e fontane pure di marmo, devono essersi svolte quelle leggendarie e fragorose feste, il cui splendore ha circondato fino ad oggi l’immagine degli Svevi del sud. Ogni tipo di gioia festosa ed ogni delizia avevano qui il loro sito, e gai ed allegri non si stentava certo a diventare con l’alternanza dei cori e dei costumi purpurei dei giocolieri e musicanti. Alcuni di questi erano fatti Cavalieri, altri ornati ed insigniti di onoreficenze di particolare dignità. Tutto il giorno veniva trascorso e, quando stava per

Leggi tutto »

Quando Lucera era “delli pagani”, 2° parte

Lastra esposta nella nicchia di Porta Troia, Lucera Enzo Olivieri ci ha inviato un’altra foto che testimonia la presenza dei musulmani a Lucera nel XIII secolo, direi questa volta una testimonianza lampante… Ne avevamo parlato qui Walter di Pierro ci dice: Questa è l’epigrafe funeraria (un calco in foto) del capitano Yahya al-Busas, morto il 5 aprile 1348, dunque a metà ‘300 c’erano ancora dei saraceni a Lucera che praticavano la religione islamica e che militavano nell’esercito angioino (questo era addirittura un ufficiale). La scritta dice così: “Nel Nome di Allah, il Misericordioso, il Compassionevole. Allahumma, salli ‘ala Mohammad wa Ale Mohammad  (cioè= O Dio, possa Tu essere buono con Mohammad e con la Famiglia di Mohammad). Questa è la tomba del capitano Yahya al-Busas, possa Dio essere Misericordioso con lui. E’ spirato verso il mezzodì di sabato del giorno 5 del mese di Moharram dell’anno (dell’Egira) 745 (5 aprile 1348). Possa Allah mostrarsi misericordioso con colui che legge”. Aggiornamento 17/10 di Walter di Pierro: L’iscrizione araba, di cui ti ha fornito la foto Enzo Olivieri, fu rinvenuta nei pressi di Foggia, e faceva parte delle collezioni museali di mons. Filippo Antonio Lombardi, discendente di un’illustre famiglia lucerina di studiosi

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.