La storia della sultana che veniva dal Gargano

E’ Domenica mattina del 16 Agosto 1620. Le campane della chiesa di San Domenico hanno un suono lugubre, quasi presagendo l’imminenza di qualcosa di grave e irreparabile. Ben presto, infatti, giunge dal porto un giovane marinaio annunciando di aver avvistato una enorme flotta di navi turche, oltre cinquanta. Una guardia conferma l’arrivo di cinquantaquattro galee con oltre cinquemila uomini, giannizzeri molto pratici della della guerra. Gli abitanti terrorizzati scappano fuori dalle mura lasciando aperta la porta della città. Gli invasori mettono a ferro e a fuoco quanto incontrano sulla loro strada e catturano tutte le persone valide per venderle come schiavi. I vecchi, i malati e i bambini sono ferocemente uccisi; le case dei più ricchi saccheggiate, quelle dei poveri incendiate. Le chiese ed i conventi sono oggetto della violenza più cruda. Il 17 Agosto viene sferrato l’attacco decisivo al castello, debolmente difeso dal governatore Carafa. Ormai la resa è inevitabile. Il castello è consegnato a Pascià Alì, capo della flotta turca che all’alba del 19 Agosto leva le ancore e le galee turche salpano con un ingente bottino lasciando Manfredonia quale città più povera della Capitanata. Nel monastero delle Clarisse fu rapita la piccola Giacoma Rosa Beccarino, orfana di

Leggi tutto »

VIDEO AmbienteItalia – Rai3, sulle trivellazioni nel mare Adriatico

Sabato 14 maggio è andato in onda su Rai3, nella trasmissione AmbienteItalia, un servizio che riassume tutta la vicenda delle trivellazioni petrolifere nel mare Adriatico ed in particolare intorno alle Isole Tremiti, buona visione. <p><p><br></p></p> Ringraziamo Gianfranco Pazienza per la segnalazione

Leggi tutto »

12 milioni di euro per l’inquinamento da nitrati, c’è anche Carpino tra i comuni interessati

Saranno messi a disposizione 12 milioni di euro per l’attuazione del “Piano d’Azione Nitrati”, una serie di interventi volti al miglioramento del sistema dell’informazione, del monitoraggio e del controllo degli oltre 92mila ettari del territorio pugliese eccedenti il valore limite per i nitrati, sostanze chimiche derivanti da un uso eccessivo di composti azotati in agricoltura che possono portare a effetti tossici sulla popolazione e che, specie in alcune zone della Puglia, soprattutto nel Salento, hanno già invaso parte delle falde freatiche. Nella stagione estiva, l’utilizzo dei nitrati raggiunge il picco massimo e tali composti, insieme a molti altri, tendono poi a concentrarsi nei fiumi e poi presso gli sbocci a mare, rendendo alcune spiagge non balneabili. La misura decisa dal giunta regionale si è resa necessaria a causa di una recente sentenza della Corte di Giustizia Europea (UE, sez. IV, n. C-105/09 del 06/2010) la quale ha stabilito che: Entro un periodo di due anni a decorrere dalla notifica della presente direttiva, gli Stati membri designano come zone vulnerabili tutte le zone note del loro territorio che scaricano nelle acque individuate in conformità del paragrafo 1 e che concorrono all’inquinamento. Essi notificano tale prima designazione alla Commissione entro sei mesi.

Leggi tutto »

Trekking: dall’Alto Tavoliere al Pizzomunno

La consultazione di varie fonti e testimonianze storiche mi ha indotto a progettare un percorso che ho denominato : “DALL’ ALTO TAVOLIERE  AL PIZZOMUNNO”, ovverossia un’ ipotetica unione territoriale, culturale, storica e religiosa di due realtà apparentemente distanti ma comunque integrate nel Parco Nazionale del Gargano, e che in passato hanno ospitato due importanti popoli, i Frentani ed i Dauni. Il camino  utilizza antiche strade ( la VIA FRENTANA  e la VIA LITORANEA ) i tratturi della transumanza ( il TRATTURO REGIO L’AQUILA – FOGGIA ) e le vie della fede ( la VIA FRANCIGENA DEL SUD ). Percoso (partenza intorno all’11 giugno): 1) Da  SERRACAPRIOLA  ad  APRICENA  ( km.28,00 ) 2) Da  APRICENA al SANTUARIO MARIA SS di STIGNANO  ( km.31,00 ) 3) Dal  SANTUARIO  MARIA  SS di  STIGNANO  a  SAN  GIOVANNI  ROTONDO  ( km.23,00 ) 4) Da  SAN  GIOVANNI  ROTONDO  a  MONTE  SANT’ ANGELO  ( km.28,00 ) 5) Da MONTE  SANT’ ANGELO  a  VIESTE  ( km.35,00 ) Info e prenotazioni : pietrocaforio@alice.it Dettagli in questo file Evento facebook

Leggi tutto »

“Cosa fate stasera?” Andiamo dove va il Carpino Folk Festival!

Carpino Folk Festival Show Pizzica Tarantella Garganica Tammuriata Stasera presso il DéjàVu (Termoli) , dalle ore 23:00, si terrà lo spettacolo folcloristico nato dalla collaborazione tra la Direzione Artistica di Antonella Ribuoli e Gianni Graziano e la Direzione Artistica del Carpino Folk Festival, il primo grande festival pugliese della musica popolare e delle sue contaminazioni che da 15 anni fa tremare le terre della capitanata attirando gente da tutto il mondo e contando fino alle 100.000 presenze in agosto ogni anno. Saranno presenti:Luciano Castelluccia: Art director (Voce, Percussioni, attrezzi vari)Antonio Manzo: Technical Manager (tamburi a cornice e cajon)Enzo Aniello: Voce e chitarra ClassicaRocco di Lorenzo: Voce e Chitarra AcusticaGiovanni Delle Fave: FisarmonicaAntonio Pizzarelli: Clarinetto, flauto dolce. Progetto “SUONI DI SOTTO”:Il gruppo esegue repertori tradizionali del mondo contadino delle Puglie appresi in anni di convivenza e apprendistato con alcuni anziani cantatori e suonatori .Si caratterizza per un uso insolito e preponderante della voce: tutti i componenti cantano, e nessuno di loro con una impostazione classica, ma usando risonatori e respiri propri della musica di tradizione delle campagne.Il repertorio è composto soprattutto da tarantelle, pizzica e tammuriate che consentono al pubblico di ballare per larga parte del concerto, intervallati da canti “alla

Leggi tutto »

FOTO ESCLUSIVE – SCARICHI FOGNARI (ed altro..) NEL LAGO DI VARANO!

E ci ritroviamo ancora una volta a parlare di problemi ambientali intorno al Lago di Varano… Un lettore anonimo ci ha inviato delle foto (con spiegazione delle stesse) scattate lungo l’istmo che ritraggono situazioni di ordinario inquinamento lungo le opere di canalizzazione costruite in seguito alle bonifiche; curioso è pensare che lo schifo è causato dagli stessi residenti e dai proprietari della zona…due sono le cose che sicuramente ci lasciano più stupiti: scarico della fogna in uno dei canali  ostruzione di uno dei canali per poter costruire una casa Buon disgusto a tutti (anche a chi dovrebbe controllare, nel caso non avessero nulla da fare….). Vedete i due tubi, vero?….. uno dei tanti canali dell’istmo Secchi sempre pieni…la nettezza urbana qui non arriva I rifiuti fanno un tutt’uno col terreno…nei secoli dei secoli AM(ianto)EN! “vino..vino..eccolo qua!” Non ci facciamo mancare niente… opere di alta ingegneria… Uno dei piloni della prossima opera di alta ingegneria..il ponte Capojale-Cagnano Mi hanno segnalato questa come la casa costruita sopra quello che era il corso di un canale a Capojale è normale bruciare plastica ed altro… Testimonianza settembre 2012 di un nostro lettore: Ciao, non so se l’argomento è stato già trattato, ma bisognerebbe denunciare

Leggi tutto »

INCREDIBILE! Apertura autostrada sull’Isola di Varano

Anche oggi ci occupiamo del Lago di Varano, purtroppo ancora una volta dobbiamo mettere in evidenza delle problematiche (ovviamente il titolo è umoristico). La sponda sud dell’istmo ha sempre sofferto dell’erosione della strada che costeggia il lago, qualche mese fa la situazione era al limite, come potete capire dalla foto. Qualche mese fa…. Qualche giorno fa ritornando dopo molto tempo ho letteralmente perso l’orientamento (eppure frequento la zona da quando sono nato). Sono state abbattute le costruzioni abusive lungo la sponda (niente in contrario), costruiti porticcioli (discutibili sotto molto punti di vista), è stata allargata la strada di diversi metri (gettando materiale praticamente nel lago) e sono stati creati frangiflutti dall’efficacia discutibile a lungo termine (un mucchio di pietre ammassate, spesso di piccole dimensioni…aspettiamo i forti venti per vederle letteralmente cadere nello specchio d’acqua). Riepilogando: -danno ambientale con riduzione dell’area lacuale (e qui sarebbe interessante per qualche tecnico visionare il progetto e le autorizzazioni) -al danno ambientale si aggiunge la poca efficacia della barriere contro i forti venti che creeranno onde tali da buttare in acqua gran parte delle pietre. Oggi scritto da Domenico Sergio Antonacci

Leggi tutto »

Megaimpianto eolico a Carpino, Cagnano, San Nicandro e San Marco

Noi di Amara terra mia pensiamo che in un territorio con un altissimo tasso di biodiversità come il nostro bisognerebbe  riflettere bene sulle fonti di denaro sulle quali investire…. BASTERREBBE VALORIZZARE CIO’ CHE ABBIAMO, ma si preferisce lasciare fare agli altri…far montare 4 pale che fanno  tutte da solo…manca la voglia (e/o le competenze) per fare di meglio; noi giovani  dobbiamo creare un futuro migliore. Un mega impianto eolico della potenza complessiva di 372 MW (372 mw = 186 turbine da 2mw o 93 da 4 mw alte oltre 100m) da realizzare nei comuni di Cagnano Varano, San Nicandro Garganico, San Marco in Lamis e Carpino in provincia di Foggia, più strade di collegamento e relativo cavidotto interrato di allaccio alla stazione, in agro di Foggia, per l’immissione dell’energia elettrica prodotta alla Rete Nazionale. Nonostante le paventate limitazioni, promulgate di recente dal Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani, relative ai sovvenzionamenti pubblici alle rinnovabili (limitazioni che, secondo molti analisti del settore, avrebbero lo scopo di asfaltare la strada al nucleare) l’espansione economica nei confronti delle cosiddette “energie verdi” in Puglia sembra non conoscere limiti. La Seanergy s.r.l. con sede in Torremaggiore, tramite il Bollettino Ufficiale della Regione Puglia dello scorso

Leggi tutto »

Leggi Amara terra mia ovunque!

Amara terra mia non è solo su questo blog! Ogni giorno tantissimi aggiornamenti sulla pagina fan di facebook e sul profilo twitter! Seguici anche sui social network! new TWTR.Widget({ version: 2, type: ‘profile’, rpp: 4, interval: 6000, width: ‘auto’, height: 300, theme: { shell: { background: ‘#333333’, color: ‘#ffffff’ }, tweets: { background: ‘#000000’, color: ‘#ffffff’, links: ‘#fad050’ } }, features: { scrollbar: false, loop: false, live: false, hashtags: true, timestamp: true, avatars: false, behavior: ‘all’ } }).render().setUser(‘Amaraterramia’).start(); – FB.init(“1690883eb733618b294e98cb1dfba95a”); new TWTR.Widget({ version: 2, type: ‘profile’, rpp: 4, interval: 6000, width: ‘auto’, height: 230, theme: { shell: { background: ‘#333333’, color: ‘#ffffff’ }, tweets: { background: ‘#000000’, color: ‘#ffffff’, links: ‘#f2a41d’ } }, features: { scrollbar: true, loop: false, live: true, hashtags: true, timestamp: true, avatars: true, behavior: ‘all’ } }).render().setUser(‘Amaraterramia’).start(); 

Leggi tutto »

Video “La morte civile”, film girato nel 1940 a Monte Sant’Angelo

Nel post sui film girati sul Gargano mancava l’analisi su La morte civile, film girato nel 1940 a Monte Sant’Angelo; oggi, grazie alla segnalazione di Antonio Bisceglia, possiamo proporvi uno spezzone del video che mostra uno scorcio di vita della Monte degli anni ’40…canti micaelici, terrazzamenti e paesaggi ancora intatti, la “porta del luogo terribile”…buona visione!

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.