Ora modifica anche tu la mappa di Google: Map Maker disponibile anche in Italia

di Domenico S. Antonacci Più volte ho parlato di cartografia e in particolare delle applicazioni di Google Maps sul Gargano. Innanzitutto comincio questo post dicendo che negli ultimi mesi le immagini satellitari di diverse zone del promontorio si sono aggiornate raggiungendo una qualità elevatissima (vedi il caso San Nicandro Garganico segnalato dall’amico Piero Vocale di sannicandro.org). Ma la cosa più importante di cui voglio scrivere oggi è Google Map Maker, un servizio “collaborativo” che permette di “editare” le mappe di Google che finalmente è disponibile anche in Italia. Parliamo di un sito sul modello di OpenStreetMap, wikipedia etc… Potete sbizzarrirvi a inserire luoghi d’interesse (monumenti, chiese..), strade non presenti attualmente sulla mappa, sentieri trekking, parco giochi e così via tutti gli elementi che secondo voi dovrebbero essere presenti su una mappa. Ovviamente l’elemento che andrete a inserire sarà sottoposto ad una verifica, a volte anche troppo rigorosa dato che mi sono ritrovato rifiutati alcuni elementi esistenti per davvero (spesso è bastato rispondere al rifiuto motivando le mie ragioni con prove fotografiche o altri dettagli). Mi sono “divertito” inserendo molti monumenti (a memoria Torre Mileto, Calarossa, Torri Varano, Idroscalo Ivo Monti, Castelpagano, Abbazia della SS. Trinità, Eremo di Sant’Agostino etc..) ma molti altri inserimenti sono in fase di revisione. Vedo questo servizio come un’importante strumento per il turismo; non a caso ho parlato di Google Map Maker e servizi simili anche nella mia tesi di laurea… INSERISCI ANCHE TU ELEMENTI GEOGRAFICI SU GOOGLE MAP MAKER Abbiamo parlato di cartografia anche in passato: Il Gargano è il quarto brand territoriale più ricercato su Google Maps   San Severo e Serracapriola in 3d Modellare gli edifici in 3d grazie a GoogleNuove ortofoto a San Marco e Rignano Come sono cresciuti i comuni del Gargano Cartografia Puglia online e rischio idrogeologico Cartografia antica del

Leggi tutto »

Mafia, lo Stato abbandona il Gargano: scialbi annunci ministeriali e trasferimenti di magistrati

dal blog di Michele Gemma Sul Gargano si ammazza, si spara, vigono le logiche criminali: sopraffazione, violenza, omertà, paura e “rispetto”. La Montagna Sacra è una polveriera di criminalità. La risposta dello Stato italiano è deprimente! Il tribunale di Lucera e le sue due sedi distaccate di Rodi Garganico e Apricena sarebbero state soppresse (condizionale d’obbligo, qualche spiraglio di mantenere l’attuale stato dei luoghi c’è, siamo in Italia). Complice la eliminazione della Procura di Lucera, il magistrato Domenico Seccia, simbolo della lotta alla mafia garganica, dovrebbe essere trasferito a Fermo, nelle Marche.  Nell’ultimo mese: duplice omicidio ad Apricena e colpi di arma da fuoco contro un dipendente dell’azienda che gestisce la Marina di Rodi Garganico. Le indagini dei due morti ammazzati ad Apricena (Michele e Giuseppe Padula, allevatori, nipote e zio, di 28 e 45 anni, inseguiti e uccisi a colpi di fucile calibro 12 sulla strada che collega Apricena a San Paolo Civitate, mentre, a bordo di un fuoristrada Nissan, stavano andando alla loro masseria) sono  condotte dai carabinieri del Comando provinciale di Foggia, coordinate dal Procuratore capo della Dda di Bari, Pasquale Drago e dal pm Giuseppe Gatti, oltre che dal Procuratore capo di Lucera, Domenico Seccia e dal pm Maria Teresa Muscatelli, della Procura di Lucera. Inchiesta che, al pari di altre, vedi ad esempio quella sull’incendio di mezzi utilizzati per la raccolta dei rifiuti nei centri di San Nicandro e Vico del Gargano, dovranno trovare un nuovo responsabile. In altri termini ripartire daccapo. Ad una escalation delle azioni criminali fa da contraltare la snervante (o forse sarebbe più opportuno dire complice) risposta dello Stato. Con scelte paradossali. Effettuate da chi, a Roma, non conosce né il territorio né i gruppi criminali e mafiosi che tentano, a volte riuscendoci, di determinare scelte e investimenti, attraverso un controllo del territorio capillare.

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.