“Serate in stazione”

Molte delle stazioni del Gargano sono state trasformate in Bed&Breakfast, così qualcuno si è adoperato per prenderne in gestione qualcuna; esemplare è il caso della ex stazione di Apricena Superiore in zona Ingarano. In una vecchia stazione ristrutturata abbiamo aperto un piccolo locale con musica tutte le sere …birra e vino buono. Ingresso libero e prezzi bassi per sbevazzare in compagnia!! Per saperne di più

Leggi tutto »

Ricetta di un dolce natalizio, li scart’llat

Il momento magico…Foto di Teresa M. Rauzino Ecco la ricetta pubblicata su facebook dalla Prof.ssa Teresa Rauzino, figlia di Mattea Tavaglione (l’autrice di questa ricetta) Ingredienti per crustoli (in alcuni paesi del foggiano si chiamano crust’l, in altri scart’llat ovvero cartellate, in italiano crustoli e cartellate sono la stessa cosa) 1 chilo di farina, 1 bicchiere (di plastica, che corrisponde a circa 150 gr.) colmo di zucchero, 1 bicchiere (di plastica) di vino bianco, 4 uova 2 intere e 2 tuorli), una noce di burro 30 gr), 1/3 di bicchiere (..….di plastica) di olio d’oliva vecchio e un po’ di cannella in polvere, un pizzico di sale. Fare la fontana e impastare a freddo tutti gli ingredienti. lavorare un po’ la pasta e quando è liscia stendere prima con il matterello e poi passare alla macchinetta Imperia fino al penultimo grado del rullo.Tagliare 4 strisce su ogni sfoglia con la rotellina dentata e poi comporre delle barchette, unirle e formare il crostolo rotondo. Friggere i crostoli a fuoco moderato, senza farli dorare troppo. Girarli e toglierli dal fuoco, mettendoli a scolare capovolti, per eliminare l’olio. Preparare il ripieno con mosto cotto oppure miele, una buccia d’arancia tagliata intera senza il

Leggi tutto »

Alcune somiglianze linguistiche dei nostri dialetti con altre lingue

Dialetto carpinese Italiano Simile a…. Lingua Abbasc giù abajo / a baix (pron. a bash) / abaixo spagnolo / catalano / portoghese Muina chiasso, che infastidisce amoïnar catalano Blé blu bleu francese Buatt barattolo boîte francese Gaggiol gabbia gaiola portoghese Capaddozj* caposquadra capataz spagnolo Dr’ncà (o Tr’ncà) bere trinkan antico alto tedesco C’ngomma gomma da masticare chewing-gum inglese (W) Vuapp bello, bullo, prepotente Guapo spagnolo Musal tovaglia mesa spagnolo Maccatur* fazzoletto mocador catalano Mustacc baffi moustache francese Nenna bambina nena catalano Ninn bambino nen catalano ‘Nzerrà chiudere cerrar spagnolo Pazzià giocare pàizein greco classico Portagall arancia portokàlos greco Ragg rabbia rage francese Dammain danno dommage francese R’cchion** effeminato/gay orejones spagnolo Allorg (napolet. Rilòrgio) orologio reloj / rellotge spagnolo / catalano Sparadrapp cerotto esparadrapo sparadrap esparadrap spagnolo francese catalano Sparagn risparmio épargne francese Tavut bara ataud – al-tawt spagnolo, dall’arabo (alcuni indicano il Greco “thapto”, seppellire, come origine di tale parola.) Tècch’t prendi, eccoti take it inglese *L’esistenza del termine a Carpino e dintorni è contestata in famiglia…ahah **tradotto letteralmente “orecchioni”, soprannome che gli spagnoli diedero agli Inca a causa delle grosse orecchie che si foravano e allungavano, e caratterizzati spesso da comportamenti omosessuali (Fonte wikipedia) La fonte per i termini

Leggi tutto »

Divagazioni…marketing turistico, “pastorizia”, ambiente bene comune…sul Gargano, dove tutto è relativo

Mio nonno, l’amatissimo nonno materno, il mio Capitano Sueripolo, fu arrestato diverse volte per taglio abusivo di bosco. La famiglia era numerosa e andava sfamata. Quand’ero bambino, mia mamma mi diceva spesso che il nonno era in “colonia” a lavorare. Io pensavo alla città tedesca. Passò in colonia molto tempo ad accudire gli animali. Quando mi pestavano gli amici riottosi del centro storico di Vieste, oggi tutti in galera o morti per overdose, ricordavo loro il soprannome della mia famiglia di Peschici. E quelli continuavano a massacrarmi. Suscitava, il soprannome, molto rispetto nei latitanti genitori. Però i figli non ne volevano sapere. La prima volta che fui apostrofato come infame fu all’università. I tanti esami sostenuti erano una colpa. Il più bravo in un oceano di mediocrità. Ho forse fatto qualcosa di sbagliato anche oggi? Ho rotto i silenzi. E le palle. “La grammatica è questa. Chi parla è un infame”. E’ un vocabolo curioso, dall’etimologia molto interessante. Riporta indietro nel tempo. Ma è attuale, sinonimo dei tempi mobili, il modo in cui mi è stato recentemente sbattuto in faccia: da una macchina e in movimento! Straordinario. Come il figlio dell’ex baleniere protegge le balene, io spero un giorno di

Leggi tutto »

Arriva OVO, l’enciclopedia video

OVO è un progetto tutto italiano e totalmente indipendente che ha l’obiettivo di diffondere il sapere nel mondo digitale attraverso video di altissima qualità. OVO è un’enciclopedia video, una library che si compone di migliaia di documentari della durata di circa 3 minuti ciascuno. I video di OVO offrono un’esperienza di grande impatto che può interessare un pubblico di qualsiasi età. Dal bambino delle scuole elementari all’adulto che vuole velocemente ripassare alcune nozioni dimenticate. I testi dei video sono basati sui lemmi presenti nell’Enciclopedia Treccani e approvati dall’Istituto stesso. La library, disponibile su www.ovo.com, è in continua espansione e in costante aggiornamento. Presto arriverà a coprire tutto ciò che di rilevante bisogna conoscere per poter leggere il mondo, la sua storia e la sua attualità.

Leggi tutto »

Telethon, da Carpino la storia di Maria Vittoria e il suo impegno per la ricerca

Arriva da Carpino una grande testimonianza di solidarietà. Una storia “simbolo” della sensibilità, anche dei giovani, verso la ricerca scientifica. Una piena condivisione delle finalità di Telethon e della raccolta fondi contro le malattie genetiche. Maria Vittoria Basanisi è una ragazza di 20 anni che vive a Carpino. La sua è la vita normale di una ragazza di provincia: l’affetto di papà e mamma, i giochi con i fratelli, le carezze al suo cagnolino Luky, le amiche, le passeggiate in piazza. Una vita normale fino all’età di 11 anni, quando le viene diagnosticata l’atassia di Friedreich: una malattia genetica che comporta un progressivo danneggiamento al sistema nervoso. Chi si ammala di atassia di Friedreich inizia ad avere disturbi di equilibrio, progressivamente ha difficoltà a correre o stare in piedi, mentre la deambulazione si fa sempre più impacciata e i movimenti scoordinati. Diventa difficile anche scrivere, parlare e deglutire. Nel tempo, i soggetti colpiti dalla malattia, devono fare ricorso alla sedia a rotelle. L’atassia di Friedreich non colpisce le funzioni mentali e le persone colpite hanno un’intelligenza normale e possono dedicarsi a qualsiasi attività o lavoro intellettivo. Come Maria Vittoria, instancabile organizzatrice di eventi di solidarietà. Maria Vittoria non si vuole

Leggi tutto »

Torniamo a casa per Natale con il car pooling

Si avvicinano le vacanze di Natale e molti di noi torneranno a casa per rivedere i propri cari, le proprie famiglie, la propria terra, spesso percorrendo distanze ragguardevoli. Molti passeranno nottate in treno o lunghe ore imbottigliati in autostrada, magari per assaporare lo zampone della suocera. Perchè allora non cercare almeno di rendere il viaggio più divertente, approfittandone per conoscere gente nuova e, già che ci siamo, risparmiare? Il car-pooling è un’interessante forma di mobilità sostenibile e consiste nella condivisione di un’automobile, per viaggi lunghi o corti, occasionali e frequenti, con il fine di condividere le spese in carburante e, viaggiando, conoscere gente nuova. Continua su www.blog.toprural.it

Leggi tutto »

+ politica – Politica – Ambiente

Non siamo soliti scrivere post a carattere politico e non è nostra intenzione quella di esprimere il pensiero di una parte politica, riteniamo solamente che quando un fatto grave sussiste ce ne sia bisogno di parlare, in maniera oggettiva; chi strumentalizza questi atteggiamenti di “diffusione di verità” dovrebbe far bene di riguardarsi allo specchio prima di accusare. Era solo una premessa… “A quanto pare” il Parco Nazionale dello Stelvio, tra Lombardia e Trentino-Alto Adige, è stato oggetto di baratto in occasione della (a dir poco) viscida vicenda della fiducia al Governo. I parlamentari coinvolti negano, ma pare che l’affidamento del parco alle Province autonome sarebbe una contropartita adel governo all’astensione, domani al voto di fiducia, del Sudtiroler Volkspartei.  Il partito autonomista altoatesino è all’opposizione, ma dopo una serrata trattativa condotta dal ministro Calderoli sembra che i due deputati sudtirolesi si asterranno, mentre i senatori non parteciperanno al vuoto consentendo così di abbassare il quorum necessario alla fiducia si legge dal sito lanuovaecologia e fondamentalmente su tutti i siti visualizzati facendo questa ricerca. Niente di nuovo sotto la luce del sole, ma comunque l’ulteriore prova che l’ambiente (così come il lavoro e tante altre tematiche) per qualcuno è solo una merce di scambio. A

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.