Duplice omicidio nei boschi del Gargano – è stata la mafia?!

Il procuratore capo Seccia: “Un agguato garganico”. Si indaga sugli eventuali contatti di Pietro e Sante Zimotti con i clan della zona, in particolare con quello egemone dei Li Bergolis. Oggi a Bari la commissione antimafia Li hanno aspettati nel bosco, lì dove sapevano di braccarli, li hanno inseguiti e uccisi a colpi di lupara. Poi sfigurati, con pallettoni al viso, come la mafia usa fare sul Gargano da decenni. Un vero e proprio commando ha sorpreso martedì mattina, nelle campagne fra Cagnano Varano e Carpino, cuore del promontorio foggiano, Pietro e Sante Zimotti, padre e figlio, di 47 e 26 anni. «Un agguato garganico», lo definisce il procuratore capo di Lucera, Domenico Seccia, che questa mattina terrà una riunione con il pm titolare del fascicolo Elisa Sabusco e i carabinieri del Comando provinciale di Foggia. E l’espressione già inquadra le modalità di un delitto che per molti aspetti ricorda quello dei fratelli Piscopo, uccisi tra Peschici e Vieste, ma anche tutti gli altri, 141 in dieci anni, che hanno insanguinato viuzze e pascoli. Martedì mattina, i killer li hanno attesi nel “Bosco Quarto”, che si trova poco distante dalla loro azienda agricola ed è zona nota agli inquirenti per

Leggi tutto »

La Terra non gira, una poesia in dialetto sammarchese

Allu vosche m’ha ditte lu patrone: “La terra è nu cetrangule squacciate ”. Ma veramente, cara Furtunate i’ tegne ‘na deversa ‘penione. Pecchè lu fatte che m’ha ‘mpressiunate iè che la terra, senza ‘na raggione, dice ch’aggira come nu pallone e notte e ghiume, lu verne e la state. I ‘ mo’, presempia, tegne sessantanne e grazie a Dì so’ state sempe bone, non eie avute ma’ freve o malanne. E ’mmece, scusa, se fosse alluvere lu fatte che m’ha ditte lu patrone, no’ m’arria menì lu votacere? Se tu pense, cumpà a ‘sta frecaria, lu fatte ienn’ancora chiù ‘mpicciuse; la terra aggira come fosse fuse, ma po’ chi la mantè?.., la ggiografia?… – Eppur si muove! -dice lu farfuse de fighhieme. Manneia la fatia! dallu suttane, s’accuscì serrìa, nun ce arrima truvà ’na vota suse? Ha ditte l’ata sera Viggenedde: – Mettime che la terra stess’appesa a quacche ‘ncine o quacche travucedde; se ‘ncele tutt’è aria e vente, neh, m’addumanne, pe’ farla tenè tesa, stu ‘ncine adova cattra ce mantè?   di Giovanni La Selva Fonte: Sanmarcoinlamis.eu

Leggi tutto »

L’autunno in Puglia è una primavera più umile…..

L’autunno in Puglia è una primavera più umile, come una figlia naturale dell’estate:inattesa e dolcissima. Avanza carponi sotto gli ulivi, fa crescere un’erba tenera come il latte.Un’erba che non si vede da queste parti, perché, d’estate, tutto è secco, e di primavera non fanno a tempo a spuntare due foglioline, che subito son fiore, frutto, fieno. Ora è diverso: e l’erba, rada come i capelli dei bambini appena nati, è più un vagito che un’erba. Gli ulivi la guardano, così squadrati onesti e com­patti, come se non la vedessero: eppure sanno che è là, la figlia ultima di una vecchiaia interminabile.È quell’erba insolita e puerile che li fa giovani an­cora: ci scrollano sopra le olive nere, l’erba diritta si rialza. Le olive si insinuano fino a terra: i fili d’erba puntano, entrano nell’aia, se ne fanno un astuccio, come il dito di un guanto.  Ed è così dolce, quest’aria, ormai il fondiglio dell’estate: se si re­spira con la bocca, se ne sente il sapore, come di un frutto asciugato all’ombra ma carnoso di sole.Il cielo non è più alto, indifferente, come di estate: corso da frotte leggere di nubi esili come fiocchi di fumo, su un turchino appena stinto, ap­pena

Leggi tutto »

Disegno di legge sulle grotte turistiche

PROPOSTA DI LEGGE Onorevoli Colleghi! — Le grotte, e i fenomeni ipogei in genere, rappresentano una caratteristica peculiare di diverse aree del territorio italiano e innumerevoli sono i casi in cui esse sono diventate attrazioni turistiche molto apprezzate e visitate. Ogni anno sono ben due milioni i visitatori, provenienti da ogni parte del mondo, che fanno visita alle grotte italiane. Questo settore turistico, di nicchia ma in costante crescita, sostiene e incentiva lo sviluppo di aree del territorio nazionale spesso economicamente disagiate e favorisce l’occupazione e le attività imprenditoriali e commerciali con ricadute rilevanti sull’indotto di territori solitamente isolati e tendenti allo spopolamento. Continua qui Qui una riflessione di Andrea Scatolini

Leggi tutto »

Problematiche di gestione degli ibridi lupo-cane nel Parco Nazionale del Gargano

L’ibridazione del lupo con il cane domestico costituisce un serio rischio per la conservazione della specie. Sebbene il fenomeno non sia ancora esteso su larga scala, sono stati documentati in Italia casi localizzati di ibridazione che potrebbero costituire dei potenziali focolai di espansione del fenomeno. Le  aree in cui il rischio di ibridazione è più elevato sono generalmente quelle di recente colonizzazione da parte del lupo o nelle quali il carnivoro è presente a basse densità, e dove la presenza di cani vaganti è invece elevata. Un esempio è costituito dall’area del Gargano, dove, nel 2008, è stata svolta dal Dipartimento di Biologia Animale e dell’Uomo dell’Università di Roma “La Sapienza” una indagine conoscitiva sulla presenza del lupo, mirata principalmente ad approfondire le conoscenze sullo status e distribuzione della specie a livello locale e dei fattori limitanti per la sua sopravvivenza. Dai risultati della ricerca emerge che il lupo è presente nel territorio in maniera sporadica (individui solitari non stanziali e nessun branco), mentre la consistenza di cani vaganti è consistente e diffusa. Le analisi genetiche realizzate su un piccolo numero di campioni fecali hanno inoltre evidenziato la presenza di ibridi cane –  lupo. Sebbene le nostre indagini siano solo

Leggi tutto »

Puglia, dallo spazio con furore

Paolo Nespoli, l’astronauta italiano nello spazio in questi giorni, scatta foto ed usa il suo account Flickr per caricarle. Gli ho chiesto in un commento una foto del Gargano, per ora mi ha accontentato con una della Puglia intera, ve la giro…qui il link alla foto originale

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.