Torri costiere della Capitanata, l’ispezione del marchese di Celenza

Una nuova ricerca di Romano Starace presenta il sistema difensivo costiero che per secoli ha difeso il territorio dai pirati e dalle invasioni per via mare, ma faceva parte anche di un sistema per inviare velocemente messaggi da un territorio all’altro. La sua ricerca “Torri costiere della Capitanata, l’ispezione del marchese di Celenza” (Edizioni Sudest) presenta con dovizia di particolari il sistema difensivo costiero, ma in particolare le torri del Gargano con una appendice di quelle abruzzesi. La sua ricerca parte da un manoscritto di fine XVI sec., conservato in un archivio straniero, di Carlo Gambacorta che rivestì molti incarichi prestigiosi nel regno napoletano. Vi raccomando di leggerlo con attenzione per vedere la nostra storia inserita nella grande storia dell’uomo. Le notizie storiche, architettoniche e archivistiche arricchiscono le illustrazioni e i disegni. Starace dimostra come c’è ancora tanto da ricercare e scoprire basta essere disponibili alla ricerca e non perdersi dietro chimere illusorie di notorietà. Con questa ulteriore ricerca lo Starace si dimostra maturo per le ricerche storico-archivistiche e speriamo continui a darci altre ricerche che possono contribuire alla nostra conoscenza dei fatti storici e del territorio con la sua particolare attenzione agli aspetti architettonici. Questa non è una recensione

Leggi tutto »

I ricercatori dell’Università di Siena raccontano in un documentario Grotta Paglicci

Una delle più importanti grotte paleolitiche d’Europa è stata oggetto di ricerca e analisi per molti anni da parte degli studiosi dell’Università di Siena: si tratta di Grotta Paglicci (Rignano G.co), nel Parco del Gargano, dove le antiche popolazioni del luogo hanno lasciato numerose e importanti testimonianze delle loro attività e delle loro culture. I percorsi di queste ricerche, portate avanti in collaborazione con la Soprintendenza archeologica locale, i risultati e i molteplici aspetti di un’indagine interdisciplinare che impegnerà gli studiosi ancora per molti anni sono narrati nel documentario “Indagine su Grotta Paglicci”, realizzato da Unicity Spa su incarico del Parco Nazionale del Gargano. Il documentario sarà presentato oggi mercoledì 10 novembre alle ore 17 all’Accademia dei Fisiocritici a Siena, e sarà l’occasione per rendere noti i risultati di tanti anni di ricerche e i nuovi metodi di indagine a carattere interdisciplinare. “Grotta Paglicci – spiega la professoressa Anna Maria Ronchitelli, studiosa del gruppo che ha portato avanti le ricerche – ha visto la presenza di gruppi preneandertaliani (fra 250 e 130mila anni fa) e di antichi sapiens (fra 36 e 11mila anni fa). Oltre a pitture parietali, uniche in Italia, sono state rinvenute due sepolture di sapiens tra le

Leggi tutto »

Raccolta differenziata in Provincia di Foggia, alcune statistiche

In questo periodo dove si fa gran parlare di rifiuti ho analizzato i dati disponibili sul sito rifiutiebonifica.puglia.it sui comuni della nostra provincia; ovviamente i dati che si potrebbero confrontare sono tantissimi, io riporto quelli che più mi hanno interessato. La media dei rifiuti riciclati, per i dati a disposizione dal 2007, è intorno al 10%, bassa dunque. Non c’è una ciclicità per la quale certe in certi periodi dell’anno si differenzi di più, anzi guardando i dati degli ultimi 3 anni sembra piuttosto che le numerose oscillazioni (diverse tra loro) siano causate da malfunzionamenti alla “macchina dei rifiuti”, impressione che si ha constatando, infatti, percentuali che scendono anche al 5% di differenziato al mese, in modo apparentemente inspiegabile. I comuni a vocazione turistica balneare (Vieste, Rodi, Mattinata, per Peschici non sono disponibili i dati 2010) sono, come facilmente si immagina, quelli che vedono impennare di più la produzione di rifiuti d’estate. I comuni “virtuosi” sono (dati riferiti ai primi 9 mesi del 2010): San Paolo Civitate (28%), Anzano di Puglia (40%) e Candela (48%). Voglio precisare che sul sito viene indicato che Cagnano Varano ricicla l’87% dei rifiuti ma piuttosto penso che sia un errore di inserimento dati (scambio

Leggi tutto »

Workshop sul turismo a Vico del Gargano

L’11 novembre a Vico del Gargano presso l’Auditorium R. Lanzetta si terrà il Workshop “Quale modello di governance per il distretto turistico del Gargano?”, organizzato dall’Associazione Formez PA il Centro servizi, assistenza, studi e formazione per l’ammodernamento delle Pubbliche Amministrazioni, che rientra nell’ambito del Progetto “MIP-Modelli Innovativi di Partenariato”. Il Gargano, in quanto primo Sistema Turistico Territoriale riconosciuto dalla Regione Puglia, è stato scelto come punto di partenza per la ricerca di un modello di governance innovativo che permetta di utilizzare gli strumenti normativi a disposizione e le relative risorse associate al fine di massimizzare le ricadute economiche effettive sul territorio. La subregione garganica rappresenta un vero unicum nel panorama della offerta turistica nazionale: turismo marino, ambientale, religioso, culturale ed enogastronomico. Una potenzialità obiettivamente ricca e diversificata, la cui complessità va gestita e valorizzata con strumenti innovativi affinché tale ricchezza non si trasformi in un vincolo ovvero in un freno allo sviluppo. Un patrimonio che ha bisogno di essere espresso al meglio per emergere e farsi conoscere in tutta la sua variegata bellezza che si offre come punto di forza. In quest‘ottica è importante realizzare degli incontri per confessare e far emergere le problematiche e le criticità che non consentono

Leggi tutto »

La barzelletta della settimana: vogliono ricostruire (ex novo) la fortezza di Lucera

Da questo link apprendiamo con preoccupazione che si sta pensando ad un intervento di restauro (così gli ignoranti chiamano ora le ricostruzioni) del castello di Lucera…..roba da pazzi….l’ennesima dimostrazione che nella nostra provincia si improvvisa tutto senza avere le competenze e le conoscenze adatte. Che questi personaggi andassero prima a studiarsi un pò di storia del restauro e poi consultare la carta del restauro (o le carte..)….VERGOGNOSO! Per chi non lo sapesse, è contro ogni principio ricostruire ex novo monumenti storici, fondamentalmente perchè si creerebbe un falso storico (e non posso dilungarmi nella questione), ovvero una copia, e basta!! Che le manie cinesi stiano influenzando anche l’Italia? ps. ancor più preoccupante è che ci sia nella mischia anche un Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Puglia SI SALVI CHI PUO’ !!!!

Leggi tutto »

Indagini geotecniche marine per lo studio dei fondali marini in previsione di installazione di torri per parco eolico marino

Saranno le aree indicate nell’immagine con Sito A e Sito B quelle sottoposte alle indagini marine in previsione dell’installazione del parco eolico nel tratto di mare antistante il Gargano Nord (qui l’ordinanza della capitaneria di porto di Manfredonia). Parco eolico, questo, che sarebbe uno dei tanti che si vorrebbero installare lungo la costa della Puglia intera. Intanto vengono ancora alimentati gli scontri tra Regione Puglia e Governo, anche in materia di energia. Poco da aggiungere ancora, energia rinnovabile si, ma non quanto provoca un danno ambientale più elevato di quello che si vorrebbe andare ad evitare con l’energia pulita.

Leggi tutto »

Alcune statistiche, i computer dei lettori di amaraterra.com

Il sistema operativo più usato è ancora Windows Xp nonostante sia ormai sorpassato da due successori, Vista e 7 Con sorpresa constatiamo che i lettori di amaraterra.com usano anche Firefox; per fortuna ormai ben pochi utilizzano ancora l’obsoleto e poco sicuro Internet Explorer 6 mentre una percentuale non indifferente si è avventurata nel mondo di Chrome, il browser di Google. Che sia merito anche dei nostri banner informativi in giro per il blog? Da dove arrivano le visite su amaraterra.com? Bé, ovvio, la maggiorparte dall’Italia ma è per noi rilevante quel quasi 7% di inglesi, un dato che ci ha sorpresi a dire il vero. Statistica da “nerd”, che risoluzioni dello schermo hanno i vostri monitor….la maggiorparte di voi utilizza monitor di dimensioni medie.

Leggi tutto »

Pino Rucher, il jazzista garganico che girò il mondo

Gargano, terra di musica, cantori e musicisti…e pensiamo alla musica popolare, alla tarantella… Pino Rucher (1924-1996), manfredoniano di nascita, il primo musicista che ha introdotto la chitarra elettrica nella grande orchestra e protagonista delle esecuzioni per i più importanti western all’italiana. Pino Rucher è considerato uno dei massimi punti di riferimento per il ‘chitarrismo’ italiano, anche per essere stato tra i precursori della chitarra elettrica in Italia (chitarra elettrica che ebbe modo di procurarsi proprio in occasione dello sbarco in Puglia degli alleati americani nell’ottobre del 1943). Pino Rucher ha poi utilizzato altre chitarre elettriche, tra cui la chitarra Mogar (prodotta dalla storica liuteria Monzino) in tante incisioni, in particolare in colonne sonore cinematografiche apparse tra la metà degli anni ’50 e i primi anni ’70. Grazie al suo talento musicale, Pino Rucher è riuscito a inserirsi nelle orchestre italiane più importanti del secondo dopoguerra. Rucher suona con tecnica ammirevole e il suo fraseggio è dinamico e molto raffinato.Per saperne di più non resta che lasciarvi a Wikipedia dove trovate una completa e ben fatta pagina sull’artista. Fan page facebook

Leggi tutto »

Foggia, un fiume “negato”

Foto di Regione Capitanata A Foggia, abusivamente, si ferma il corso del fiume Cervaro con una “strada” per far passare dei mezzi pesanti (per un cantiere abusivo) da una sponda all’altra. Chi dovrebbe controllare e vigilare su tutto ciò? Fonte: Regione Capitanata

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.