Sul Gargano bollono gli spiriti….

Principi Attivi… il noto bando della Regione Puglia che promuove e finanzia i progetti dei giovani pugliesi è arrivato anche a Carpino.. i risultati? Il gruppo Gargano System guidato da Pio Gravina ha condotto un bellissimo studio per ricostruire la memoria storica legata ai centri storici di alcuni piccoli comuni del Gargano (Carpino, Cagnano Varano, Ischitella, San Nicandro Garganico, Rignano Garganico e San Marco in Lamis), andando a ricercare per ognuno di essi le antiche denominazioni di piazze e strade, per arricchirle di tradizione e sapori di un tempo. Il tutto è sfociato nella creazione di uno sfizioso gadget quale una mappa ricca di informazioni (perchè una via si chiamava in quel modo, l’episodio collegato a quel nome e tutto un seguito di informazioni curiose che si possono ricavare semplicemente camminando per le antiche vie e parlando con gli anziani del posto). Pio Gravina è stato accolto dall’ospitalità curiosa dei nostri vecchi che, come libri aperti, hanno messo a disposizione il loro sapere per questo progetto; infine, nel laboratorio artigianale di Rignano Garganico (gestito dal comune del paese), sono state prodotte alcune targhette con gli antichi nomi delle vie; le targhe poi sono state consegnati ai Comuni che si dovrebbero

Leggi tutto »

I siti idonei per lo stoccaggio del nucleare in Provincia di Foggia

Oggi sono in vena umoristica… Come ben saprete il nostro Governo (con il miglior Presidente del Consiglio della storia della Repubblica Italiana…oh meglio specificare..non si sa mai) “si sta attrezzando” per costruire nuove centrali nucleari nello stivale. Da nord a sud nascono comitati, ci sono manifestazioni e petizioni; nel nostro Gargano e nell’intera provincia notizie arrivano sempre dopo e quindi ancora non sappiamo che potremmo essere tra quelli ad ospitare delle belle, fresche, sane e genuine scorie radioattive..il rischio non è elevato (dato che non abbiamo zone idonee estese), ma comunque sicuramente uno dei siti di stoccaggio sarà tra la Puglia e la Basilicata quindi abbiamo poco da esultare. Sinceramente rimango perplesso quando si sceglie come area idonea un’area ad alto o altissimo rischio sismico come il Subappennino (vicinissimo all’Irpinia) o il Tavoliere fino al basso Molise (tra l’altro il sito di Apricena sarebbe vicino all’imbocco della Valle di Stignano, ovvero della faglia più grande del Gargano). Lesina, Apricena, Chieuti…molti paesi del subappennino daunio..dintorni di Cerignola…questi in linea di massima i siti idonei per il nucleare nella provincia di Foggia. Riflettendoci su sono arrivato alla conclusione che dobbiamo decidere quale strada percorrere: Rassegnarci…subire, come sempre, in silenzio.. Ribellarci…ma noooo…non ne

Leggi tutto »

In giro per il territorio di Mattinata

Abbiamo sfruttato le ultime belle e calde giornate per andare a mare, ma non nel senso classico; precisamente abbiamo percorso un sentiero di 2,5km che porta alla famosa Baia dei Gabbiani (o meglio Vignanotica) dove ancora una volta la natura del Gargano ci ha offerto vedute spettacolari. Sotto la guida di Ventura Talamo e degli amici di Sipontoblog, che ci hanno descritto la ricchissima flora e la fauna del percorso, siamo giunti dunque sulla suggestiva spiaggia…non sono mancate le sorprese. Mattinata, situato ai margini della faglia di Carbonara Monte Sacro, sulla sua sommità una bellissima abbazia Sentiero dei Mergoli, ulivi sui terrazzamenti…incredibile quanto è ripido il pendio e quanto sia pericoloso cadere qui durante la raccolta! I primi scorci di Vignanotica, baia al confine tra Vieste e Mattinata Baia di Vignanotica Un pò di relax guardando le onde del mare Le falesie sono arte Un povero muflone caduto dalla falesia (e chi se lo aspettava!) Foto scattata dal basso verso il cielo, forse non si direbbe Le nuvole fanno ombra sul mare Villa romana dell’Agnuli, nel porticciolo di Mattinata Villa romana dell’Agnuli, nel porticciolo di Mattinata Villa romana dell’Agnuli, nel porticciolo di Mattinata Mattinata, da molti pensata come sola località

Leggi tutto »

Orienteering: oltre 400 atleti sul Gargano in questi giorni

Da oggi all’8 ottobre Vico del Gargano, Ischitella, Peschici, Rodi Garganico ospiteranno oltre quattrocento atleti provenienti da sedici nazioni che prendono parte alla terza edizione della cinque giorni, a tappe, di Puglia di corsa orientamento. L’importante manifestazione e sponsorizzata dall’Azienda di promozione turistica di Foggia e patrocinata dai comuni di Vico del Gargano, Ischitella, Peschici, Rodi Garganico; inoltre, da Coni Puglia, Csen (Ente di promozione sportiva) ed Ufficio scolastico regionale di educazione fisica. Si parte questa mattina con l’apertura della manifestazione a Rodi Garganico; sempre a Rodi Garganico durante la settimana si terrà un workshop con operatori turistici dal nord Europa organizzato dal locale consorzio albergatori. Vico del Gargano, sempre capofila del movimento orientistico, ospiterà una tavola rotonda a tema: Orienteering: Sport ambiente turismo scuola salute, oggi, alle ore 16.30, nella sala consiliare. La corsa di orientamento, conosciuta nel mondo come orienteering o “sport dei boschi”, è una gara a cronometro su terreno vario in cui l’atleta, munito di mappa e bussola, deve raggiungere il traguardo transitando da una serie di punti di controllo, denominate “lanterne”, obbligatoriamente nella sequenza data. La verifica dell’avvenuto passaggio avviene mediante un sistema di punzonatura. La mappa è consegnata al concorrente al momento del via.

Leggi tutto »

Quando gli abruzzesi mietevano nel Tavoliere

Gabriele Tardio, studioso locale di San Marco in Lamis, ha da poco finito di studiare e presentare un testo ottocentesco in francese e in inglese di Émile Bertaux, Sur les chemins des pèlerins et des émigrans, (che ha tradotto in Sulle strade dei pellegrini, dei briganti e degli emigranti nell’Italia meridionale del XIX). Nel suo testo, tra le altre cose, descrive il lavoro stagionale degli operai abruzzesi che venivano a mietere il grano nel Tavoliere: “Bertaux descrive lo scambio che si ha tra la montagna e la pianura fissato dalle stagioni. La differenza di altitudine e la temperatura che ci sono tra la costa della Puglia e gli alti villaggi dell’Abruzzo è tale che i montanari possono abbandonare i propri campi prima della loro raccolta o dopo la rifinitura dei loro seminativi, e andare a lavorare in pianura. La neve, per diversi mesi, copre gli altipiani e riempie valli, e, per non rimanere inattivo e imprigionato nella sua casa, l’agricoltore viene assunto dai proprietari, lontano. Durante parte dell’anno si possono attraversare alcuni villaggi Abruzzesi senza incontrare un uomo. In febbraio, lavorano tutti nella campagna romana o nei terreni pontini e nel mese di luglio fanno il raccolto in Puglia. Lungo

Leggi tutto »

PROBLEMI TECNICI

Per mancanza temporanea di connessione noi (persone fisiche) non saremo presenti per qualche giorno (tempo indeterminato) online; tuttavia la pubblicazione di post non verrà sospesa dato che ci eravamo preparati a quest’evenienza preparando precedentemente alcuni articoli pubblicati automaticamente ogni giorno e che coprano almeno questa settimana. Speriamo di ricevere ugualmente tante visite anche senza condividere su facebook le nostre notizie (bacino d’utenza molto importante per noi) e di tornare presto online. Buona lettura a tutti!

Leggi tutto »

Riflessioni sul Parco Nazionale del Gargano: addov stann li sold?

Da alcune settimane gira sulla rete (o meglio, facebook) una nota che invita qualcuno (dico qualcuno perchè ormai non si capisce bene a chi ci si deve rivolgere…certi personaggi sono troppo impegnati si sa, tranne quando arriva la TV!) a rendicontare le attività dei 15 anni del Parco Nazionale del Gargano…ma vi posto la nota così potete capire meglio: AGGIORNAMENTO (da leggere dopo aver letto questo post) 150.000.000.000 di vecchie lire A norma dell’articolo 41 dello Statuto dell’Ente Parco Nazionale del Gargano, nonchè ai sensi della Legge 142/90 e successive modifiche e integrazioni, chiedo al Commissario di rendere pubblico il Rendiconto Finale e la Relazione Analitica e di Merito dell’attività svolta e dei risultati raggiunti col PIS n. 15 “Turismo, cultura e ambiente nel Gargano. Egregio sig. Basile, non avendo mai avuto il piacere di conoscerla personalmente ma avendo letto i suoi articoli e commenti sul Parco, ritengo opportuno inviarle il mio numero personale di cellulare (…). Così, la prossima volta che le capiterà di scrivere articoli o commentare notizie sul Parco del Gargano, potrà consultarmi al fine di consentirmi di esprimere le posizioni dell’Ente. Certo che al di là delle posizioni di ognuno prevalga l’interesse alla tutela del nostro

Leggi tutto »

Sprechi d’acqua sul Gargano

Da svariati giorni a Cagnano Varano la fontana pubblica (alla fine di Corso Umberto I) continua ad essere aperta e sprecare acqua; ovviamente il rubinetto è rotto e nessuno interviene…e c’è chi muore di sete… La foto ci è stata inviata da un nostro lettore che ci ha segnalato la grave situazione. La situazione che vi abbiamo descritto non è una rarità nei nostri paesi, quante volte abbiamo visto perdite d’acqua, fontane aperte ed altri disservizi che portano allo spreco di questo prezioso liquido? Se siete a conoscenza di situazioni simili vi invitiamo a segnalarcele.

Leggi tutto »

La Chiesa di Sant’Anna a Carpino continua a perdere pezzi

Foto di Domenico S. Antonacci La Chiesa di Sant’Anna a Carpino, lasciata nell’abbandono più totale, continua a perdere pezzi nell’indifferenza più totale. La piccola costruzione, la cui prima documentazione risale al XVIII secolo, ha una storia ancora avvolta nel mistero a causa dei graffiti e dei simboli sacri su di essa raffigurata, segni il cui utilizzo era diffuso fino al XIV secolo circa. Che sia stata costruita con materiale di altre chiese? Tutto è possibile, ma in mancanza di una documentazione storica rimarrà solo un’ipotesi. Foto di Domenico S. Antonacci Il Team Archeo-Speleologico ARGOD tempo fa si occupò dell’edificio, qui di seguito il link per chi volesse saperne di più.

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.