Importante convegno a Vico del Gargano: “Protezione sostenibile dei fruttiferi in ambiente mediterraneo”

Meeting congiunto dei sottogruppi di studio “Artropodi delle pomacee” e “Drupacee”, dal 12 al 17 settembre presso l’Auditorium Comunale Vico del Gargano IOBC: Organizzazione internazionale per il controllo biologico ed integrato Circa 100 partecipanti provenienti da Università, Centri di Ricerca ed Aziende di 22 Paesi, si incontrano per discutere dello sviluppo di nuove strategie nel controllo integrato delle avversità delle colture frutticole , dal 12 al 17 settembre 2010 presso l’Auditorium Comunale Vico del Gargano In particolare, l’attenzione si focalizzerà sull’applicazione di nuove tecnologie di controllo, in grado di ridurre l’uso di pesticidi chimici di sintesi e di minimizzare i rischi nei confronti degli organismi non-bersaglio e dell’ambiente. Sono rappresentati Paesi di diversi continenti: Europa (Austria, Belgio, Croazia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Italia, Lettonia, Olanda, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera), Nord America (Canada, USA), Sud America (Brasile), Africa (Egitto), Asia (Corea, Giappone) e Medio Oriente (Giordania, Israele). Saranno presentati 66 contributi scientifici in forma di presentazione orale e di poster relativi alla protezione delle colture di Pomacee e Drupacee da fitofagi e malattie. da Fuoriporta.info

Leggi tutto »

I “nuovi” argini del Lago di Varano

Sono in corso i lavori per l’innalzamento di argini lungo il litorale nord del lago di Varano: Attualmente la situazione in inverno e con l’alta marea arriva ad essere la seguente: Dubito che i nuovi massi conterranno il fenomeno, così come non hanno fatto nemmeno in passato…dunque non capisco perchè si continui ad effettuare un intervento che non funziona

Leggi tutto »

Questioni linguistiche, perchè il Granturco in dialetto si traduce con randinjë (grano d’India)?

di Domenico Sergio Antonacci – 4/9/2010 Qualche giorno fa sentendo per caso dire “‘Randinjë” ho sentito il bisogno di capire perchè il granoturco (o granturco) in dialetto carpinese (e penso anche di altri paesi garganici) venga chiamato grano d’India. Subito ho controllato la provenienza della pianta del fico d’India (Messico), poi quella del granturco (America Latina, alcuni precisano Isole Fortunate). Come altre piante (pomodori,tabacco,cacao,patate) queste furono importante dall’America dai primi esploratori, e come sappiamo, il nome iniziale delle Americhe era “le nuove Indie”, da qui quindi “Fico d’India” e “‘Randinjë”. Presumo quindi che sia la forma italiana quella sbagliata, ovvero granoturco, una variazione quindi del nome originale dovuta al fatto che in antichità si indicasse con turco/moro/saraceno un pò tutto quello che era straniero, forestiero, esotico. Che ne dite della mia teoria? Vi convince? Aspetto vostri commenti!!

Leggi tutto »

Gargano-Salento, figli della stessa cultura

3 settembre 2010 Per secoli il Sud-Italia è stato unito sotto il Regno di Napoli (prima ancora la matrice mediterranea ha plasmato i popoli); questo ha avuto ripercussioni non indifferenti su tutte le regioni, sul dialetto, sulle tradizioni religiose, sulle musiche e così via; con il tempo le differenze si sono accentuate ma ancora oggi possiamo cogliere i ponti che ci collegano con le altre zone; questo video breve vuole essere una dimostrazione di quanto appena detto: non basta sapere che “il morso della tarantola” era diffuso fino all’Abruzzo, in Sardegna, in Spagna etc; anche i testi spesso riportano esattamente le stesse parole..Salento e Gargano sono separati da diverse centinaia di km che fino a un secolo fa costituivano per il 99% della popolazione un ostacolo invalicabile, eppure questi testi viaggiavano senza ostacoli e confini.

Leggi tutto »

Alle radici

Stazione di San Severo, il mio viaggio nel mondo reale è quasi concluso ma quello vero ancora non inizia…scendo dall’Intercity e mi intrufolo in un trenino dipinto con i colori del Gargano, Peschici,falesie,mare…sembra di esser tornati nel passato, il treno parte, trema tutto..stiamo per decollare? Si, il “Monte Gargano” con la sua mole massiccia si avvicina, i binari iniziano a salire, il treno si inerpica, si sale..leggo da qualche parte “San Marco in Lamis, San Nicandro, San Giovanni Rotondo, Monte Sant’Angelo…”…tutti questi santi.. subito capisco che questa è una terra benedetta, toccata da Dio e dal suo Arcangelo Michele il cui ricordo giace nelle grotte, nella valli, nei boschi e nei monti che riportano il nome di Mikael…scorgo paesaggi carsici, il Gargano contiene ancora molti segreti..il paesaggio si apre,vedo uno specchio d’acqua, è il Varano, una pianura di ulivi che non finisce mai…Carpino… Sono arrivato, sono qui per sentire le mie origini, per ascoltare..e forse, capirle..capire chi erano i miei avi, come era la loro vita, lo ascolto nelle parole di Matteo Scanzuso, Antonio Piccininno, Mike Maccarone.. nei loro canti è concentrata l’essenza del passato di una terra mai fortunata, una terra avara d’acqua e abbondante di sole. Per far

Leggi tutto »

Antiche costruzioni di campagna garganiche

Queste foto le ho scattate ai margini del piano di Carpino; incuriosiscono perchè la tecnica costruttiva della struttura è diversa da tutte le altre case in pietra che troviamo solitamente a Carpino e dintorni: le pareti infatti sono molto più “curate” e sono stati riempiti anche gli spazi più piccoli tra una pietra e l’altra; le mura infine risultano quasi perfettamente liscie come se fossero state levigate (dal vento e dalla pioggia)..chissà quanto è antica questa struttura, quanta sapienza e fatica che sanno d’antico adoperate per metterla su…nella seconda foto sembra uscire dal terreno, quasi come fosse un frutto naturale della terra…ed oggi sta iniziando a cadere a pezzi come tante altre..

Leggi tutto »

Il Consorzio Dauno per la valorizzazione turistico – economica del Gargano

 Sbirciando, grazie alla segnalazione di Antonio Basile, sul sito dell’Archivio di Stato di Foggia, mi sono imbattuto in un interessante file contenente l’inventario dei fascicoli riguardanti il Consorzio Dauno per la valorizzazione turistico – economica del Gargano nato nel 1951 proprio per promuovere il turismo nella Provincia di Foggia. Pur essendo solo un inventario già dai titoli degli atti emergono interessanti elementi che, come dei segnalibri, richiamano gli avvenimenti più importanti per l’attività turistica in Capitanata. Per farvi qualche esempio riporto alcuni dei titoli che mi hanno più incuriosito: ancora più interessante sarebbe leggere gli atti, in teoria basta presentare una richiesta all’Archivio di Stato di Foggia. Per una completa consultazione il download del file è disponibile per tutti al seguente link

Leggi tutto »

A terra mij

A terr n’dò so nat n’n t rsparmij nè sol nè mal jurnate sapè ess felic’ d’ quill che tin te l’è rcurdà ogne matin quann t’avz e guard for’ a fnestr’ u tav’lir, u gargan e chiù là u mar nu penzir sol è tenè… quannn so’ fortunat! dinn i cristian che vann fujenn che cos bell n’n ce n’ann, ma nu sann… che a vera felicità ej tutta là! Riccardo Guerrieri

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.