VIDEO Istituto Luce, primi della classe, i migliori studenti in viaggio dal Gargano al Salento

Grazie a Walter Di Pierro Grazie alla preziosa prof.ssa Rauzino ci giunge una testimonianza di uno dei 40 bambini…che fortuna! Scrive l’ingegner Zamboni: Avevo 16 anni (come nella canzonetta della Rita Pavone allora in voga). Di quei cari compagni ricordo ancora ogni particolare.Oltre all’archeologia, all‘architettura e all’arte, in quelle due indimenticabili settimane ebbi occasione di vedere il paesaggio di Puglia e Lucania agli inizi della trasformazione da arcaico (es. Sassi di Matera) a turistico (es. Motel Agip a San Menaio) e a industriale (all’Italsider di Taranto vidi le prove di produzione della oggi vituperata cockeria e del tubificio).Effettivamente dovrei scrivere qualcosa, e lo farei anche volentieri,ma ho bisogno di un po’ di tempo.Adolfo

Leggi tutto »

Le grotte di Santa Cesarea Terme in Salento

Alla scoperta delle grotte marine di Santa Cesarea Terme, in Salento. La grotta dei cervi, testimonianza archeologica incredibile, la grotta sulfurea “fetente”, citata già in antichità, e la famosa Zinzulusa, grotta degli “stracci”.

Leggi tutto »

VOTA GLI EREMI DI STIGNANO COME LUOGO DEL CUORE FAI!

Dopo il successo degli eremi di Pulsano dell’anno scorso torna anche quest’anno l’iniziativa del Fondo Ambienta Italia per eleggere un sito d’interesse storico/naturalistico/paesaggistico a luogo del cuore. Ho ricevuto più volte l’invito a pubblicizzare alcuni dei Luoghi del Cuore del FAI del Gargano (Grotta di San Michele di Cagnano, Chiesa di Santa Maria Pura di Vico, Abbazia di Monte Sacro) ma ho sempre rifiutato per il semplice fatto che schierarsi significava quasi dare più importanza ad un monumento rispetto ad un altro con una storia altrettanto importante. Almeno fino ad oggi. Ho deciso, infatti, di supportare la candidatura al FAI degli Eremi della Valle di Stignano e fondamentalmente perchè: riuniscono 5 comuni, San Marco in Lamis, San Giovanni Rotondo, Rignano Garganico, San Nicandro Garganico ed Apricena; il comitato che ci lavora dietro lo fa dall’inizio con serietà e costanza; la classifica provvisoria dice che sono i secondi in provincia dopo la Chiesa delle Croci di Foggia; gli altri luoghi del cuore del Gargano mai potrebbero raggiungerli ormai dunque la scelta era tra la Chiesa di Foggia e gli eremi. Questa è la mail che ho ricevuto qualche giorno fa dal comitato: Carissimi, la raccolta firme continua grazie ad alcuni instancabili amici che si adoperano quotidianamente nei paesi patrocinanti. Nella classifica online, visibile a questo indirizzo http://www.iluoghidelcuore.it/classifica siamo al 10° posto in classifica su ben 6815 luoghi del cuore, 3° luogo più votato della Puglia e 2° della provincia di Foggia. Un ottimo risultato parziale che andrebbe mantenuto per esser ripresi dalla stampa e far conoscere questi beni sconosciuti del nostro territorio.   ADESSO VOTA GLI EREMI DI STIGNANO COME LUOGO DEL CUORE   Per quel che riguarda la raccolta  firme cartacea la situazione è più complessa in quanto gli Eremi della Valle di Stignano sono un bene diffuso che copre

Leggi tutto »

“Jack il delfino e altre storie di mare”, un libro sul legame tra uomini e cetacei

    ed. De Vecchi, 256 pp, € 12,90. C’è un legame particolare fra gli uomini e i cetacei. Almeno nel mondo occidentale, balene e delfini suscitano negli esseri umani un interesse, una simpatia, una corrente di emozioni che li porta addirittura ad attribuire, a questi esseri acquatici, caratteristiche volta per volta magiche, superiori, aliene. Nel libro, questo rapporto fra esseri umani e cetacei è raccontato attraverso 11 storie realmente accadute, diverse tra loro, ma con il denominatore comune di avere sempre due protagonisti: da una parte un mammifero marino – un delfino, un’orca, una balena – e dall’altra parte degli uomini. Si va dal leggendario Pelorus Jack, che per 25 anni ha “scortato” i traghetti attraverso il pericoloso French Pass, in Nuova Zelanda, al delfino Filippo, che ha vissuto per alcuni anni nel porto di Manfredonia, dove è poi morto, ucciso da una bomba per la pesca illegale.  C’è la storia del cucciolo di balena grigia J.J., recuperata morente sulle coste della California, nutrita e curata per un anno intero dallo staff del San Diego Seaworld e poi restituita con successo al mare. Poi i tentativi di salvataggio di due piccole orche, Luna e Springer, entrambe rimaste sole e sperdute nelle acque della British Columbia: due storie parallele, ma dal finale drammaticamente diverso. E ancora, le tre balene intrappolate nel ghiaccio al limite del Polo Nord, un evento di per sé naturale, che scatena una vera e propria ondata di emozioni che percorre il mondo, e lo lascia per settimane incollato alle tv a seguire la vicenda, mentre milioni di dollari vengono impiegati nel tentativo incredibile di restituire la libertà ai tre giganti. E come dimenticare la lunga saga dell’orca Keiko, che tutti conoscono meglio come la protagonista del film “Free Willy”? Dalla cattura in mare e dalla prigionia in

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.