Amara terra mia

Amara terra mia è il titolo di questo testo che ho trovato in rete L’attaccamento dell’uomo alla natura e secoli di storia contadina si riversano nel presente ma, come potete immaginare, non trovano molto spazio soprattutto in questa imponente area metropolitana che fa da trait d’union tra Milano e tutte le altre città della Lombardia. Così, di questa linfa, si impregnano solo le piccole zolle che stanno ai margini delle strade, sotto gli svincoli della tangenziale, nel giardino delle villette a schiera o nei rimasugli di terreno a ridosso dei parchi pubblici che le amministrazioni comunali hanno dimenticato, troppo piccoli per essere edificate. Così, forte di un’indole coltivatrice, l’abitante dei sobborghi nel tempo ha imparato a farle proprie, terra di nessuno vuol dire terra di tutti, quindi anche mia, no? Così una baracca in lamiera un giorno, un recinto il giorno dopo, un cancelletto di fortuna con lucchetto e l’orticello abusivo da hinterland è servito. Stagione dopo stagione lo si nota sempre più rigoglioso e non si capisce il perché e il percome, il clima è quello che è e poi non si riesce a immaginare la qualità di un pomodoro nato e cresciuto tra il traffico dell’ora di punta, le piogge acide e il suolo infiltrato da chissà quali deflussi industriali. Cogli l’ortaggio di stagione, lo lavi e lo metti in tavola, fiero dell’aver strappato a una landa impossibile il frutto del legame con i tuoi avi, anzi degli avi che qui c’erano prima che tu arrivassi da chissà dove. Poi, per sfruttare al massimo il tuo fazzoletto di terra e ottimizzare la produzione, tenti anche la rotazione delle colture e trovi stratagemmi come appendere compact disc agli alberelli probabilmente a scopo di spaventapasseri, ed è facile immaginare il risultato visto da fuori. Unito alla sedia sfondata recuperata nella

Leggi tutto »

Reperti storici all’asta su ebay, il nostro post ripreso da La Repubblica

LINK IMMAGINE ORIGINALE..vedete nel rettangolo rosso hihi.. Come abbiamo segnalato qui la Guardia di Finanza è intervenuta in un caso di vendita illegale di un reperto archeologico, in particola un vaso daunio, venduto su ebay annunci. La segnalazione era stata fatta qui ed il giornalista Piero Russo ha scritto un articolo su La Repubblica oltre ad aver registrato un servizio per il TgBlu di Teleblu. Articolo sul sito de La Repubblica  Servizio Teleblu Piccoli successi per un piccolo blog.

Leggi tutto »

VIDEO – Il lago di Occhito che da acqua all’AQP contaminato dall’alga rossa, chiariamo come stanno le cose

L’alga rossa è una sostanza cancerogena. Mi chiedo come sia possibile che le l’invaso sia ancora sottoposto all’inquinamento dagli affluenti molisani del Fortore. Da quanto si apprende nel video l’acqua fornita alle abitazioni non è inquinata, lo è invece quella fornita in primavera ed estate ai campi (e dunque a ciò che mangiamo), anche se c’è da dire che le colonie di alghe sono più attive nella stagione fredda. C’è bisogno che l’Acquedotto Pugliese si mobiliti per risolvere una volta per tutte questo problema e bloccare le fonti di inquinamento del lago che permettono il proliferarsi di questa alga (abbassare il livello di fosforo nel lago potrebbe essere una soluzione). Intanto c’è un processo in corso..chissà quanto durerà.

Leggi tutto »

Avvistato un lupo a San Nicandro Garganico mentre attaccava due pecore

Ieri è stato avvistato un lupo nei boschi di San Nicandro Garganico, in zona San Giuseppe (a pochi km dal paese). Per tutte le info sull’avvistamento vi rimando al sito www.sannicandro.org Abbiamo parlato spesso del lupo sul Gargano…ecco “qualche” post: Il ritorno del lupo sul Gargano Servizio tg3 sul lupo in Puglia I lupi tornano sul Gargano, ecco la prova Carcassa di lupo a San Giovanni Rotondo Il lupo nella storia del Gargano Problematiche di gestione degli ibridi cane-lupo sul Gargano Quali strategie adottare per una convivenza con il lupo? Testa mozzata di lupo sui Sibillini ma prima ci dicevano che erano solo di passaggio….

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.