Il rinascimento dei paesi

Lesina, foto di Folco Quilici da comunivirtuosi.org La fatica di pensare a quale sia la “cura” per i paesi ti lascia sempre senza fiato. Si “potrebbe” fare questo, questo e quest’altro. Ci vogliono i servizi, non chiudete (o ridimensionate) gli ospedali di prossimità, le banche, le Poste, le scuole; fateci muovere più liberamente, più velocemente; fateci connettere col mondo, con Milano, Berlino e New York: dalla branda larga – il giovinastro annoiato e spiaggiato sulla branda con gli uccelli che canticchiano – alla banda larga (condizioni necessarie ma non più sufficienti). Poi: fare più figli. Atteso che quello dello spegnimento del TV Color non appare come soluzione degna di nota ci si rivolga ai tempi della donna, dei servizi per la prima infanzia e così via. Ma nulla sembra bastare. Occorre pensare all’impensato. La cura sta nella malattia. I paesi sono cura e malattia insieme. Noi che li viviamo abbiamo questa “immunoinsufficienza acquisita” che ti fa vedere la vita passare senza saperla afferrare. Mi verrebbe da dire che noi dei paesi, da soli, non ce la facciamo. Abbiamo bisogno di altri occhi che ci insegnino la bellezza del guardare rinnovato ai nostri luoghi. E mi viene da dire – al

Leggi tutto »

Masserie nella terra dei laghi: la presentazione del libro

Venerdì 15 settembre 2017, alle ore 19.00 si terrà la presentazione del libro “MASSERIE NELLA TERRA DEI LAGHI, Architettura rurale nel Gargano settentrionale” presso la masseria “Zaccagnino”, sede dell’omonima A zienda di servizi alla persona “don Vincenzo Zaccagnino”, contrada San Nazario, San Nicandro Garganico. Il progetto, curato dall’architetto Alex De Muzio è stato realizzato da ArcheoLogica s.r.l. con il contributo della masseria “Don Nunzio e Cavallo” e della Regione Puglia attraverso il programma triennale per le attività culturali 2016-2018. Il volume approfondisce le tematiche relative all’architettura storica rurale dei territori di Lesina, San Nicandro G.co, Cagnano Varano, Carpino e Ischitella. “Il Gargano è quel luogo in cui si incontrano laghi e foreste, roccia e mare, con un infinità di colori e profumi che regalano mille suggestioni. Un paesaggio che nei secoli ha conservato quasi immutato il suo aspetto, la sua identità, in cui la presenza dell’uomo risulta rispettosa dell’ambiente che lo ha accolto. Gli insediamenti rurali, le masserie fortificate, gli jazzi, i monasteri e le chiese rurali, si svelano agli occhi del viaggiatore come regali inaspettati, come piccoli tesori nascosti. Questo viaggio vuole accompagnare il lettore in un esperienza immaginifica, per conoscere un territorio ricco di architetture rurali mai narrate.

Leggi tutto »

Limitazioni all’attività venatoria a causa della siccità e degli incendi che hanno colpito il Paese

In presenza di eventi climatici particolarmente avversi per la fauna, si ritiene che, seguendo il principio di precauzione, in occasione della prossima apertura della stagione venatoria vadano assunti provvedimenti cautelativi atti a evitare che popolazioni in condizioni di particolare vulnerabilità possano subire danni, in particolare nei territori interessati da incendi e condizioni climatiche estreme nel corso dall’attuale stagione estiva. Nota inviata da ISPRA a tutte le regioni Italiane, e per conoscenza a Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e a Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ISPRA assicura un costante monitoraggio delle variabili meteoclimatiche e idrologiche, anche nell’ambito della collaborazione con gli Osservatori distrettuali permanenti sull’uso delle risorse idriche presenti nei sette distretti idrografici del nostro Paese. Leggi tutto

Leggi tutto »

Turismo sul Gargano, forse bisogna porsi qualche domanda…

Amaro commento di un turista deluso dal suo soggiorno “spento” a Vieste. Forse bisogna porsi qualche domanda..non bastano milioni di presenze, non basta la quantità…ma questo ormai è chiaro a tutti. Link commento Leggi anche: Come non gestire i beni culturali sul Gargano L amaro racconto di un turista sul Gargano Commento di un tour operator in visita sul Gargano

Leggi tutto »

Vandalizzate anche le ultime testimonianze della transumanza in Capitanata

Foto di Michel Di Bari Questo titolo, realizzato 291 anni fa, stava ad indicare il limite territoriale di una “locazione,” porzione di terra dove gli animali svernavano durante la transumanza, e precisamente della locazione di Candelaro . Un pezzo di storia abbandonato alle intemperie e ai vandali come si può vedere in questa recente foto di Alex de Muzio…un messaggio di amore che è messaggio di una morte simbolica per il patrimonio culturale della nostra terra, sempre messo all’ultimo posto tra le priorità di istituzioni e cittadini. Cippo Il Titolo – Torre di Cola Sollicito Regia Locazione di Candelaro – 1726  Foto di Luciano Sorricaro Mappa della locatione di Candelaro tratta dall’Atlante Michele

Leggi tutto »

A settembre GarganoNaTour amplia l’offerta turistica del Parco Nazionale del Gargano

Escursioni in natura, lezioni pratiche di fotografia, esperti di scienze naturali e gastronomia Cosa possono fare i turisti sul Gargano a settembre? È la domanda alla quale risponde il progetto GarganoNaTour che, nato a dicembre dello scorso anno, ha proposto escursioni fotografiche negli angoli nascosti del promontorio fino agli inizi dell’estate. Ora ritorna e lo fa in grande grazie a “InPuglia365”, un finanziamento di PugliaPromozione (l’agenzia del turismo della Regione Puglia) rivolto a chi “crea” offerta turistica per allungare la stagione turistica. L’idea iniziale nasce quasi per caso grazie a Facebook dove si incrociano una guida turistica appassionata di fotografia e un fotografo appassionato di escursionismo. Da lì a concretizzare ci hanno messo davvero poco Domenico Antonacci e Giuseppe Bruno, riscuotendo subito un notevole successo grazie al loro impegno per la promozione sui social network e al loro stile informale e sbarazzino ma sempre professionale. Sono 6 le escursioni gratuite che propongono in 3 diversi weekend di settembre, un modo nuovo di scoprire i paesaggi meno noti del Gargano sfruttando la fotografia come mezzo di osservazione delle bellezze del territorio attraverso itinerari slow. A supportarli degli esperti che racconteranno delle curiosità, di volta in volta di una diversa tematica delle

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.