Progetto Sant’Anna, una visita guidata sul Gargano per aiutare Amatrice

A cura di Domenico S. Antonacci Un braccio alzato come a chiedere soccorso. Il campanile della chiesa di Sant’Anna spicca tra gli uliveti di Carpino, lo si vede bene attraverso il finestrino dell’auto. C’è ancora chi racconta di magiche feste di fronte alla chiesa; il 26 luglio è in onore di Sant’Anna, protettrice delle partorienti, la madre della Madonna, la madre di tutte le donne. E’ bastato un atto vile, il furto della tela con la Santa, per avviare l’edificio verso l’oblio più profondo. Incendi, crolli, altri furti e vegetazione hanno fatto, e stanno facendo ancora, il resto. Certo, la piccola chiesetta rurale non spicca per prestigiosi elementi architettonici o artistici ma anzi, rispecchia la semplicità della comunità che ci viveva attorno, immersa nei lavori della campagna. Un fulcro vitale, un punto di riferimento, una speranza di fede per chi si spaccava la schiena nella piana piatta, assolata e a tratti paludosa di Carpino. Una comunità ancora così legata alla sua campagna non può dimenticare. La chiesa necessita di un intervento per non essere dimenticata. Ecco perchè nasce “Progetto Sant’Anna”, un progetto immateriale per il recupero della memoria, quella memoria collettiva necessaria per maturare un genuino senso di identità e

Leggi tutto »

Concluso “Lakeat” il press tour di MAT dedicato alla storia e all’enogastronomia sul lago di Varano

Si è tenuto da venerdi 16 a domenica 18 dicembre sul lago di Varano il press tour di MAT chiamato “Lakeat, un viaggio tra storia ed enogastronomia”. Realizzata da MAT e finanziato da Pugliapromozione, Lakeat è un progetto che mirava a promuovere alcune delle eccellenze del lago di Varano attraverso il coinvolgimento della blogger Federica di Nardo (thecutielicious.com) e la giornalista Cinzia Rando collaboratrice della casa editrice EDT – Lonely Planet. Le due ospiti hanno percorso in lungo e in largo il lago di Varano, conoscendo i borghi di Cagnano Varano, Carpino e Ischitella, la costa tra Foce Varano e Foce Capojale, oltre a musei, centri storici, scorci molto panoramici sulle sponde del lago. Cinzia Rando, collaboratrice della casa editrice EDT – Lonely Planet: “E’ un posto particolarmente suggestivo, gli spunti sono molti, dall’osservazione degli uccelli al capire come avviene la pesca nelle imbarcazioni tipiche, nello scoprire i Pannoni e il Museo Lagunare e i borghi; focalizzerei l’attenzione sull’aspetto naturalistico, valorizzandolo, proprio per la sua singolarità. Sicuramente l’accoglienza e la partecipazione delle persone mi hanno colpito molto, il connubio tra mare,lago e uliveti è stato uno dei punti che più hanno attirato la mia attenzione.Federica di Nardo –blogger di The

Leggi tutto »

Una “medusa” bioluminescente nei laghi di Lesina e Varano

di Domenico Sergio Antonacci – 17/12/2016 Foto di Nazario Cruciano Nei laghi di Lesina e Varano da quest’anno è presente un nuovo ospite, uno “ctenoforo” (simile a una medusa), Mnemiopsis leidyi, noto comunemente come noce di mare. Ce ne siamo accorti durante il #GarganoNatour, tour fotografico organizzato domenica scorsa intorno al Lago di Varano. Viene dall’Atlantico ed innocuo per l’uomo. Guardandolo con attenzione si nota la sua particolarità ovvero la sua affascinante bioluminescenza. Alcuni studi in corso sull’animale potrebbero portare a nuovi modi per studiare le malattie neurodegenerative, come l’Alzheimer o il Parkinson, e aprire nuove strade alla conoscenza delle reti neurali ed alla bioingegneria del cervello; questo animale, infatti, può far “ricrescere” il suo cervello in meno di quattro giorni. Questa specie si aggiunge alle altre aliene, spesso dannose come il granchio blu, che sempre più spesso stanno invadendo il bacino del Mediterraneo. Leggi di più: –Link 1 –Link 2 –Link 3 –Pubblicazione scientifica -Italy: first report on the presence and establishment of the ctenophore Mnemiopsis leidyi in Lessina and Varano Lagoons

Leggi tutto »

Progetto pilota filiera bosco-legna-energia Gargano

E’ stato presentato al pubblico nel novembre scorso il progetto pilota per la realizzazione della filiera bosco-legno-energia sul Gargano. Esso interessa una superficie forestale di circa 1.000 ettari di proprietà regionale e prevede la caratterizzazione scientifica, merceologica ed industriale di alcune tipologie di bosco presenti sul territorio garganico per la realizzazione di elementi strutturali in legno, ad esempio per la bioedilizia, ferme restando le finalità usuali per l’arredamento o per la produzione di energia. Lo studio di fattibilità e le prove sperimentali nelle aree individuate saranno inoltre propedeutiche alla istituzione di un polo scientifico di ricerca esperimentazione sulla risorsa legno del Gargano, anche sulla scorta delle risultanze del lavoro del Comitato Tecnico-Scientifico con l’apporto del Cnr e delle Università di Foggia e Bari, puntando altresì all’ottenimento della Certificazione di Gestione Forestale Sostenibile ed all’istituzione di una scuola di formazione per operatori forestali, nonché al recupero ed alla rifunzionalizzazione delle caserme forestali e della segheria del Mandrione. Il progetto si autofinanzierà con la commercializzazione del legno derivante dalle attività sperimentali e da modesti interventi di diradamento, lasciando quindi pressoché inalterato il patrimonio forestale, ma acquisendo nel frattempo elementi importanti per la sua valorizzazione. Non trascurabile l’impatto occupazionale che varierà dalle 10

Leggi tutto »

Sul lago di Varano arriva “Lakeat” il press tour di MAT dedicato alla storia e all’enogastronomia

Si terrà da venerdi 16 a domenica 18 dicembre sul lago di Varano il press tour di MAT chiamato “Lakeat, un viaggio tra storia ed enogastronomia”. Nato da un’idea della giovane società MAT e finanziato da Pugliapromozione, Lakeat è un progetto che mira a promuovere alcune delle eccellenze del lago di Varano attraverso il coinvolgimento di una giornalista e di una blogger; saranno ospiti di questa occasione infatti la blogger Federica di Nardo (thecutielicious.com) e la giornalista Cinzia Rando collaboratrice della rivista Lonely Planet. Le due ospiti passeranno per i comuni di Cagnano Varano, Carpino e Ischitella, toccando centri storici, musei, vecchi frantoi e assaporando alcuni dei piatti tipici locali; prezioso sarà il coinvolgimenti di operatori turistici e associazioni locali che hanno aderito a questa iniziativa. “Lakeat è solo l’inizio di un progetto che abbiamo ideato e avviato circa un anno fa, la prima di una serie di azioni da sviluppare nei mesi a seguire” spiega Michele Falco di MAT, che continua: “Il nostro obiettivo è creare un’offerta di eccellenza accompagnata da prodotti turistici di qualità per entrambe le lagune del Gargano. Sappiamo che il turismo lacuale è un segmento molto interessante soprattutto per i Paesi esteri (nord Europa in

Leggi tutto »

VIDEO – Un arcangelo nelle grotte: il culto di S. Michele nell`Italia medievale

Un viaggio nei santuari d’altura più suggestivi dedicati al culto di San Michele, alla scoperta di un patrimonio di grotte naturali e di pitture rupestri di fondamentale importanza per comprendere sia la religiosità medievale sia i fondamenti della spiritualità europea. Lo percorre “Italia. Viaggio nella Bellezza”, il programma realizzato da Rai Cultura in collaborazione con il MiBACT, in onda lunedì 26 settembre alle 21.40 su Rai Storia. Luoghi famosi e ammirati in tutto il mondo come il Santuario di San Michele a Monte Sant’Angelo, recentemente inserito nella lista UNESCO del Patrimonio mondiale, e la Sacra di San Michele in Val di Susa. Ma anche luoghi di culto spesso sconosciuti ai più, come la splendida grotta di Olevano sul Tusciano, in provincia di Salerno, quella del Monte Monaco di Gioia presso Faicchio, vicino Benevento, o del Monte Tancia in Sabina. Un patrimonio per lo più inedito da conoscere e valorizzare. Se la riproduzione non dovesse partire cliccate qui

Leggi tutto »

Ci lascia a 100 anni zio Antonio Piccininno, l’ultimo cantore di Carpino

E’ venuto a mancare Antonio Piccininno, per molti Zio Antonio, una vita da cantore lunga 100 anni. E’ una grande perdita per le comunità di Carpino e del Gargano che lo vedevano come un simbolo, oserei dire. Uno degli ultimi testimoni di una cultura secolare che è ormai scomparsa…era nato già pastore durante la prima guerra tra le colline desolate di Carpino, ne ha passate davvero tante nella sua vita, dalla solitudine vissuta con gli animali al successo sui palchi in giro per mezzo mondo.

Leggi tutto »

Oggi vi parlo di “Colto e mangiato”, il format gastronomico innovativo nato sul Gargano

di Domenico S. Antonacci Colto e mangiato, e il nome dice tutto. Dall’orto alla tavola. Una rassegna gastronomica tutta pugliese ideata da Toni Noar Augello (Laboratori Arte Facendo di San Giovanni Rotondo) e organizzata in collaborazione con il ristorante Tenuta Chianchito. Sono stato loro ospite al primo appuntamento di questa terza edizione e ho visto tanta voglia di fare cose belle, farlo insieme, puntando alla qualità e alla valorizzazione del territorio. Chi decide di partecipare a Colto e Mangiato vive un racconto; tu arrivi e ti vengono consegnati un grembiule e un cappello da cucina, poi ti viene assegnata una postazione con decine di ingredienti. Ovviamente è solo l’inizio di questa curiosa esperienza perchè gli chef, Massimo (di casa) e l’ospite (del calibro di Peppe Zullo, Pietro Zito…insomma, ci siamo capiti) vi faranno letteralmente viaggiare dalla radice della zucca al suo utilizzo in una parmigiana alternativa o associata a dei funghi cardoncelli, tanto per dirne una. Visto che a Toni e Massimo non piace annoiarsi ogni serata ha come ospite uno chef diverso che spazia il racconto gastronomico intorno a prodotti diversi ma sempre “della terra”. E arriviamo al dunque, a preparare la cena sarete voi sotto l’occhio vigile e attento degli

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.