VIDEO: Pinuccio con Striscia la Notizia in visita all’Abbazia di Kàlena

Prorompente Kàlena torna sotto i riflettori a pochi giorni dalla divulgazione della scoperta di antichi affreschi in uno degli ambienti del complesso. Lo fa a Striscia la Notizia con il comico barese Pinuccio che torna dopo qualche anno (la prima volta qualche anno fa insieme a Pino Romondia e Amara terra mia per l’iniziativa #OroTraLeMani) Pinuccio è andato a Calena (Foggia) per occuparsi di un immobile storico trasformato in garage VEDI TUTTO IL VIDEO Nel servizio anche alcune riprese del Team ARGOD a cura del dott. Andrea Grana. Leggi anche: L’ultima scoperta a Kàlena

Leggi tutto »

ISOLA DI VARANO. Documentario d’epoca sul Lago di Varano (di Carlo di Carlo e Roberto Roversi)

di Domenico Sergio Antonacci Le scoperte più belle sono quelle casuali e così, dopo Giorni sul Varano viene fuori un altro documentario d’annata sul Lago di Varano. Il titolo dice tanto, “collaborazione artistica di Roberto Roversi”, così parte la ricerca tra gli appunti per ritrovare il filo. Il Gargano mi piace. È così silenzioso o, meglio, è così solitario. Non una terra abbandonata ma una terra ancora da scoprire. Strade sempre in curva sfiorano pendii pieni di olivi contorti scuri e risucchiati come le mani dello zio Rigo; e il verde scuro, quel verde scuro, ha una solennità da poema greco, intimorisce. Questo ciò che scrive Roberto Roversi in Gargano Sessantuno, scritto ancora introvabile per me purtroppo. Poeta, partigiano, scrittore di testi per Lucio Dalla, Stadio, collega di Pasolini…uno di quegli uomini che vanno via lasciando qualcosa, scrive ancora sul Gargano: Siamo spesso al lago di Varano e al lago di Lesina. Fra i canneti della riva, al primo approccio, mi a colpito un canotto ormeggiato, in completa solitudine, ma fresco di vernice e con una solidissima gomena, che aveva a prua, tutta dipinta di rosso, una mitragliatrice ruotante della prima guerra mondiale, per la caccia delle anatre.Dicono: ne cadono a decine per volta. In

Leggi tutto »

Raccolta firme per la DIA a Foggia, il tour parte da Monte Sant’Angelo

Una raccolta firme per chiedere l’istituzione di una sezione operativa della DIA presso il tribunale di Foggia. È il senso dell’iniziativa organizzata da Dauniattiva, contenitore di cittadini attivi in provincia di Foggia, con la collaborazione dell’associazione Populus-Democrazia Partecipativa, sabato 15 ottobre, ore 10 e 30, sala conferenze biblioteca comunale di Monte Sant’Angelo. Leggi tutto Leggi anche la relazione della DIA sui clan mafiosi in provincia di Foggia

Leggi tutto »

Nuove scoperte a Kàlena…e intanto l’abbazia urla aiuto!

di Domenico Sergio Antonacci  Contributi di Teresa Maria Rauzino, Domenico Moretti, Walter Di Pierro, Antonio Vinciguerra, Matteo Vocale. E’ come se l’Abbazia di Peschici , di tanto in tanto, mandasse dei segnali per dimostrare che il suo corpo è ancora vivo. Vi racconto l’ultima:Qualche mese fa l’importanza del monumento ha attirato l’attenzione di tre studentesse (da diverse università italiane) tanto da farle prendere la decisione di sviluppare dei lavori di tesi sul sito storico.Una di loro, Giorgia De Vicariis, lucerina di origine, durante l’ultima ricognizione è stata accompagnata dal ricercatore dell’UNIVPM Andrea Giuliano (sanseverese) e dal prof. Gabriele Fangi, da poco nei 7 del CIPA (Comitato Internazionale di Fotogrammetria Architettonica) e con all’attivo numerose missioni di rilievo fotogrammetrico presso aree archeologiche orientali e nelle aree di conflitto. Avendo l’onore di essere presente nell’occasione non ho avuto remore nel visitare alcuni ambienti meno conosciuti del complesso (perchè non molto sicuri dal punto di vista statico) riuscendo a individuare nella stanza del 1° piano lato NE un interessante fregio affrescato replicato su almeno tre delle quattro pareti della stanza (il solaio è crollato e non è stato possibile riscontrare la presenza sul lato dal quale ho avvistato l’affresco); purtroppo il tempo ha

Leggi tutto »

VIDEO: Benvenuti sui trabucchi del Gargano!

Una macchina da pesca, un’opera di architettura, un simbolo del nostro territorio: benvenuti sui trabucchi del Gargano! Vi portiamo tra cielo e mare con questo video, in occasione della Giornata Mondiale del Turismo, insieme all’Associazione La Rinascita dei Trabucchi Storici che si impegna, ogni giorno, per renderli accessibili a tutti. Buona visione!

Leggi tutto »

Relazione della DIA sulla criminalità organizzata e la mafia nel Gargano e in Provincia di Foggia

via statoquotidiano.it II quadro criminale della provincia di Foggia, articolato in quattro diverse aree (capoluogo di provincia, Gargano, alto e basso Tavoliere), si presenta fortemente frammentato con i sodalizi in costante mutamento a causa delle numerose operazioni di polizia e delle dure condanne che ne sono seguite. Lo scenario appare alquanto instabile e soggetto a riassestamenti ciclici, spesso cruenti. Il dinamismo criminale foggiano ha trovato ulteriore conferma nelle attività condotte nel semestre, con una sinergia investigativa che ha coinvolto, nel mese di settembre, quattro Procure del Nord Italia con l’esecuzione di altrettanti provvedimenti cautelari nei confronti di un sodalizio composto per lo più da foggiani, molti dei quali residenti nel capoluogo, che aveva messo a segno una serie di furti di consistenti quantità di generi alimentari dall’alto valore commerciale, da destinare al mercato clandestino, tra le province di Modena, Mantova, Reggio Emilia, Alessandria e Aquila. Con particolare riguardo alla città di Foggia, la coesistenza pacifica tra le principali consorterie mafiose risulterebbe fortemente minata dagli ultimi episodi di sangue, che hanno visto vittime esponenti, anche di vertice, del clan MORETTI-PELLEGRINO-LANZA. Nel primo evento, avvenuto il 13 settembre 2015, un affiliato al predetto clan mafioso, mentre era alla guida di uno scooter,

Leggi tutto »

Volete costruire un hotel abusivo? Sul Gargano potete, avanti il prossimo

Avanti il prossimo. — Assolti con formula piena perché il fatto non sussiste. I giudici del tribunale di Foggia hanno assolto le cinque persone indagate perché avrebbero realizzato una struttura turistica, un residence, senza alcun permesso previsto dalla legge. Assolti, dunque, Francesco Paolo Moschella, amministratore unico della Il Porto srl, ditta appaltatrice dei lavori e legale rappresentante della Zanasi e Moschella srl, esecutrice delle opere edili; Eliseo Antonio Zanasi, direttore tecnico della Zanasi e Moschella; Federico Erminio Moschella, direttore dei lavori; Matteo Michele Piemontese e Giuseppe Tomaiuolo, che si sono succeduti alla guida dell’ufficio tecnico comunale di Mattinata. Una inchiesta che aveva suscitato un grande clamore, anche perché tra le persone coinvolte vi era Eliseo Zanasi all’epoca dei fatti presidente della Camera di Commercio di Foggia e uomo di punta in Confindustria. Secondo la tesi dell’accusa i cinque avrebbero realizzato una struttura turistica sventrando una montagna e senza alcun permesso di quelli previsti dalla legge, “completamente modificando – era la tesi dell’accusa – l’orografia del territorio”. Il residence in questione è il Porto, struttura a quattro stelle in contrada Prencipe, a due chilometri da Mattinata di 70mila metri quadrati del valore di circa 24milioni di euro, inaugurato nel 2012. Secondo

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.