Conoscere e usare le erbe spontanee: Un corso in Foresta Umbra

CORSO PER IL RICONOSCIMENTO DI ERBE SELVATICHE EDULI  Per un approccio scientifico al mondo delle erbe di interesse alimentare. le erbe spontanee Un soggiorno sul Gargano con una possibilità unica, conoscere scoprire e imparare ad usare nella gastronomia e non solo le Erbe Spontanee del Gargano.  Le date del corso saranno 14-15-16 NOVEMBRE  PROMOTER DEL CORSO : CARLO MANICONE BIOEAHRT  DOCENTI: NELLO BISCOTTI DIREZIONE DEL CORSO, GENNARO DEL VISCIO BOTANICO.  CONTENUTI E ARTICOLAZIONE DEL CORSO:  Venerdì ore 15:00-18:00: Morfologia Vegetale – Botanica delle erbe eduli Sabato ore 10:00-13:00: Ecologia vegetale e agroecosistemi( raccolta erbe edibili)  Sabato ore 15.30- 18:30: Le erbe eduli tra letteratura, storia, tradizione e ricerca scientifica  Domenica ore 09:00: Uscite didattiche in campo, Raccolta erbe, Gastronomia delle erbe spontanee  La formula soggiorno piu’ corso ha un costo di 200 euro a persona, comprende soggiorno con colazione per le notti del 14 e 15 Novembre, aperitivopranzo nella data del 14 presso il Bar Pasticceria Pizzicato punto d’incontro per l’intero gruppo.  L’orario d’incontro è previsto dalle 12.30 alle 14.00 dopo l’aperitivo il gruppo si dirigerà presso Il Rifugio Sfilzi che sarà la sede del corso per le 3 giornate. Nella proposta è inclusa la cena per le tre serate

Leggi tutto »

Una poesia del 1531 sui tarantolati, di Francesco Berni

Come in Puglia si fa contro al velenoDì quelle bestie, che mordon coloro,Che fanno poi pazzìe da spiritati,E chiamansi in volgar Tarantolati.E bisogna trovar un, che suonandoUn pezzo, trovi un suon, che al morso piaccia;Sul qual ballando, e nel ballar sudandoColui da sè la vera peste caccia. Francesco Berni, 1531, Rifacimento dell’Orlando Innamorato (II.17)

Leggi tutto »

VIDEO: “Gli ebrei di San Nicandro” su Sorgenti di Vita, Rai 2

Donato Manduzio e la storia degli ebrei a San Nicandro sono stati i protagonisti dell’ultima puntata di “Sorgenti di vita”, programma televisivo in onda su Rai 2. Durante la trasmissione sono andate in onda immagini della nostra città con le testimonianze delle sannicandresi Grazia Gualano e Lucia Leone con l’esperto John Davis, dell’Università del Connecticut, che hanno raccontato l’importanza di Donato Manduzio per gli ebrei di tutto il mondo. “Sorgente di vita” racconta la vita, la cultura, la storia delle comunità ebraiche in Italia e all’estero, gli aspetti della tradizione e le ricorrenze del calendario ebraico, ma anche l’attualità con reportage sulle comunità ebraiche nel mondo e inchieste su Israele, antisemitismo, razzismo, neonazismo, beni culturali ebraici, dialogo interreligioso. Il programma è realizzato in collaborazione tra la RAI e l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. Va in onda a settimane alterne la domenica sera, alle 01.00 circa e ha due repliche: il lunedì successivo alla stessa ora e otto giorni dopo, il lunedì mattina, alle 9.30 circa. Ogni puntata dura circa 30 minuti. Fonte: www.sannicandro.org Abbiamo parlato più volte degli ebrei di San Nicandro: Il film sugli ebrei di San Nicandro La singolare storia degli ebrei di San Nicandro

Leggi tutto »

Ricostruzione della dinamica alluvionale di Carpino by Meteogargano #alluvionegargano

La prima settimana del settembre 2014 sul Gargano sarà ricordata come la più piovosa della storia moderna. In molte zone purtroppo è stata un’alluvione. Il comparto più colpito, comunque in modo irregolare, è stato quello centro-occidentale tra il 3 e 4 settembre, mentre il 5 e 6 è stata la volta del settore garganico orientale. Alla fine del maltempo gli accumuli risultano mostruosi per la gran parte del territorio: si parla generalmente di 200-400 mm, con punte di 640 mm rilevati dalla stazione della Protezione Civile di San Giovanni Rotondo e ai 940 mm rilevati nella località Falcare. Il dato pluviometrico di Falcare è assolutamente eccezionale, da record! Vi presentiamo la dinamica dell’alluvione nel territorio di Carpino a cura di meteogargano con la collaborazione di Domenico Antonacci di Amara terra mia.

Leggi tutto »

VIDEO Situazione maltempo emergenza alluvione campagne Carpino-Cagnano (GARGANO-FOGGIA-PUGLIA)

   ALBUM FOTO Innalzato il livello di criticità sul rischio idrogeologico per gran parte dei Comuni garganici. Lo si apprende dall’ultimo Bollettino informativo pubblicato stamani alle 11.00 dalla Protezione civile della Regione Puglia. Il livello di criticità di grado “Rosso” indica e prevede tra gli scenari di rischio “elevata probabilità di diffusi fenomeni di allagamento – si legge – e rigurgiti del sistema di smaltimento delle acque piovane, di fenomeni di smottamento e di instabilità dei versanti, di fenomeni di scorrimento superficiale con trasporto di materiale.”   

Leggi tutto »

Fotogallery d’epoca: La Capitanata – Italia monumentale – 1925 Archivio Alinari

Quando credi di aver trovato proprio tutto quello che è stato digitalizzato spuntano puntualmente nuovi documenti; questo volume, “La Capitanata”, rientrava nella collana Italia monumentale edita sotto il patronato del Touring Club Italiano; una sorta di guida turistica insomma, un catalogo ante litteram come quelli che oggi troviamo presso le agenzie di viaggio. Le foto ritraggono le testimonianze medievali dei territori di Mattinata, Isole Tremiti, Lucera, Castelfiorentino, Foggia, San Nicandro, Deliceto, Pietra Montecorvino, Monte Sant’Angelo, Troia, Manfredonia, San Giovanni Rotondo, San Severo, Vico del Gargano, Vieste.Consulta il libro su Internetculturale.it. Intanto qualche anticipazione:  

Leggi tutto »

Foggia nel rifugio, racconti dalla seconda guerra mondiale

di Raffaele de Seneen e Romeo Brescia Probabilmente le bombe dall’alto se le aspettavano (Era pur stata dichiarata una guerra!), forse non così tante, e non così poco intelligenti, da dover come in un gioco, un gioco di guerra, attrezzarsi con un minimo di scenografia, come a creare l’ambiente, la location: oscuramento, coprifuoco, un po’ di contraerea, i rifugi antiaerei. I rifugi, quelli fatti a bella posta, i “tubolari”, una trincea scavata nel terreno con un minimo di copertura, una porta di legno per accesso, e quelli adattati alla bisogna e sfruttati, gli scantinati dei palazzi più grossi, di più recente costruzione: il Palazzo uffici O.N.C. (ora Consorzio Generale di Bonifica) di fronte al Palazzo degli Studi, inizio Corso Roma, il Palazzo Persichetti che ancora guarda su Piazza San Francesco, ecc. Ma cosa succedeva subito dopo l’allarme che avvisava dell’arrivo di formazioni aeree e la corsa verso un rifugio, ce lo racconta Giovanni Tortora in un resoconto giornalistico dell’epoca così titolato. Continua la lettura qui RIFUGIO TUBOLARE PRESSO VILLAGGIO azzurro “GINO LISA”

Leggi tutto »

Il tarantismo (o meglio, il ballo di San Vito) esisteva anche in Germania

Anche in Germania si credeva una volta frequente questo male, che chiamavasi dal valgo superstizioso il Ballo di S. Vito, Chorca S. Viti , e curanvasi a suon di Tamburo e delle Trombe militari. Quelli che ne erano attaccati, saltavano per alcuni giorni senza fermarsi, e quando cadevano stanchi dalla fatica, si balzavano in alto con le coperte ,per impedire, che fosseso sorpresi ,e vinti dal sonno, che lo credevano micidiale; né cessava il loro furore, finche la causa del male non restasse consunta dalla fatica, e purgata dal più copioso sudore. Lettera sopra il tarantismo, l’aria di Roma, e della sua campagna, ed i palazzi pontificj entro e fuori di Roma, con le notizie di Castel Gandolfo, Francesco Cancellieri, 1817

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.