Manaccora: la Grotta degli Dei inaugura la seconda stagione

Riparte l’iniziativa delle escursioni nella grotta – che si affaccia sullo splendido scenario della baia di Manaccora a 7 Km da Peschici – voluta e promossa dall’associazione foggiana MIRA. Dal 1° giugno 2013 sarà possibile ammirare nuovamente la Grotta degli Dei – la maestosa roccia che si apre nella baia garganica di Manaccora tra Peschici e Vieste. Dopo la lunga pausa invernale, lo staff dell’Associazione di Promozione Sociale Mira – in collaborazione con la Provincia di Foggia-Assessorato alla Cultura e il Comune di Peschici – riapre le porte della caverna a tutti gli appassionati di storia: un viaggio nel tempo per riscoprire insieme alle operatrici didattiche Sara Rotundi, Mariella Granatieri, Giuliana Cisternino, Daniela Danza e Luciana Stella questo autentico caposaldo dell’età del Bronzo. La grotta racchiude i segreti di una civiltà, le sue pareti raccontano una storia millenaria tra culti, oblii, recuperi, indagini. Al suo interno, si ripercorrono gli attimi di una società e di un mondo ormai lontano: sulle pareti sono ben visibili le tracce delle molteplici comunità che vi hanno dimorato. Sulla scia dell’ottimo consenso riscontrato dai turisti lo scorso anno, l’Associazione ripropone anche per questa seconda stagione estiva un percorso emozionale all’interno del sito archeologico: circa 90

Leggi tutto »

E se ci fosse un forte terremoto oggi? Ecco il numero di vittime, Foggia e provincia tra le zone più colpite

Da espresso.repubblica.it  – (link 2) In caso di terremoto in Italia ecco quanti sarebbero i morti „Partiamo dalle città maggiormente a rischio: le stime parlano di 161.829 morti a Catania, 111.622 a Messina, 84.559 a Reggio Calabria, 45.991 a Catanzaro, 31.858 a Benevento, 19.053 a Potenza, 73.539 a Foggia, 24.016 a Campobasso, 20.683 a Rieti. da today.it Terremoti: inchiesta L’Espresso di Fabrizio Gatti „Il dossier choc sul rischio sismico nel nostro paese ipotizza le conseguenze calcolate simulando un sisma di intensità equivalente al massimo storico registrato in ogni località. A San Severo verrebbero coinvolte 25442 persone, di cui 22661 rimarrebbero senza tetto. A Rodi Garganico 2023 i cittadini coinvolti, 1519 i senza tetto, Manfredonia 1087 e 10437, Cerignola 1313 e 10545.   Vedi anche lo studio di previsione sismica a Mattinata La controversa tecnica del fracking provoca terremoti Un riepilogo dei sismi sul Gargano dal 2005 al 2010

Leggi tutto »

VIDEO – Villaggio neolitico di Passo di Corvo

Il villaggio neolitico di Passo dì Corvo (Foggia), con i suoi 40 ettari di estensione, è uno dei più grandi villaggi trincerati del tavoliere di Puglia. Gli scavi condotti dall’Università di Genova sotto la direzione del prof. Santo Tiné hanno portato alla luce una vasta area dell’abitato, databile tra VI e IV millennio a.C., comprendente diverse unità abitative con i relativi oggetti della vita quotidiana e del culto. Le strutture più importanti messe in luce riguardano alcuni fossati a “C” utilizzati per il drenaggio del terreno attorno alle singole abitazioni. Inoltre sono state individuati pozzi per la raccolta d’acqua, silos, recinti, piattaforme circolari e 16 sepolture.

Leggi tutto »

VIDEO: il rodeo a Foggia per i militari americani durante la Seconda Guerra Mondiale

di Domenico Sergio Antonacci  Durante la Seconda Guerra Mondiale l’Italia del sud venne occupata dagli alleati; Foggia all’epoca era uno dei centri strategici del sud Italia e, essendo stata occupata dagli americani, divenne teatro di una serie di spettacoli importati direttamente dagli USA per soddisfare le abitudini dei militari: compagnie teatrali, gruppi di ballo, il primo jazz a Foggia e anche spettacoli più popolari come il rodeo rappresentato in questo video, una testimonianza importantissima della Foggia di quegli anni:  Ringrazio Tommaso Palermo Abbiamo trattato diverse volte di Foggia e della Seconda Guerra Mondiale, cerca i post usando la casella di ricerca in alto a destra

Leggi tutto »

La controversa tecnica del fracking usata anche nella Capitanata ad alto rischio sismico

Ultimamente, specialmente chi è attento alla tematica delle estrazioni petrolifere, avrà letto/ascoltato spesso la parola “fracking“. Si tratta di una tecnica di “stimolazione” dei pozzi petroliferi che permette di estrarre più idrocarburo (gas, petrolio etc) del solito. Alcuni studi scientifici hanno accertato che questa tecnica, che consiste nel creare fratture nel sottosuolo, può provocare terremoti (“divertitevi” cercando su google e wikipedia). Fate anche un giro sulla nostra petrolmap. di Maria Rita D’Orsogna (dal suo blog) The hydraulic fracturing stimulation technique pumping energized fluids introduced in the Roseto-Montestillo field has proved to be very successful in recovering well productivity ENI Exploration & Production, 15-17 Aprile 2013, Cairo Durante il periodo 15-17 Aprile 2013 un gruppo di ricercatori ENI ha presentato un lavoro dal titolo “Revitalizing Mature Gas Field Using Energized Fracturing Technology In South Italy” presso la 2013 North Africa Technical Conference and Exhibition a Il Cairo, Egitto. Gli autori, Luis E. Granado, Roberta Garritano, Raffaele Perfetto, Roberto Lorefice, Roberto L. Ceccarelli, tutti dell’ENI, affermano di avere “rivitalizzato” un pozzo di gas gia’ sfruttato in passato usando nuovissime tecniche di fratturazione idraulica che incluono l’uso di fluidi “energizzanti” a base di zirconati. Il campo scelto e’ quello di Roseto-Montestillo, nei pressi

Leggi tutto »

#mypugliaexperience parte 4 – Atto ultimo

My Puglia Experience è un progetto di promozione turistica di Viaggiare in Puglia (Regione Puglia) che permetterà a 4 candidati di essere tour leader (guide) dei 4 territori principali della Puglia e accompagnare 8 testimonial (scelti con lo stesso sistema dei voti) a scoprire questa fantastica regione che è la Puglia! (tutti i dettagli qui) Io sono candidato come tour leader del Gargano, cosa aspetti a votarmi? Tutte le info e le istruzioni qui

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.