Manfredonia acquista 77 vasi dauni dalla Provincia di Vicenza…(come comprare l’olio pugliese in Veneto)

Notizia del 22 Agosto 2012: Grazie all’ennesima segnalazione di Giampietro Piemontese apprendiamo dal sito statoquotidiano.it che il comune di Manfredonia ha acquistato 77 vasi dauni dalla Provincia di Vicenza. Gli stessi vasi erano stati acquistati solo qualche mese fa dall’ente vicentino (ne parlammo qui). Uno strano giro di cui sinceramente ignoro la ragione; se ho ben capito la provincia di Vicenza ha speso €25.000 per l’acquisto + € 5.000 per il restauro (nella notizia di maggio si parlava di restauri per €30.000…boh) mentre il comune di Manfredonia ha previsto una spesa di € 34.000 per l’acquisto degli stessi reperti. Troverete tutte le info su statoquotidiano.it Restiamo a disposizione per ricevere eventuali chiarimenti nei commenti da parte di qualcuno più addentro alla materia. Ringraziamo Stato Quotidiano per la citazione ed il link. Aggiornamento 23 Gennaio 2012: Tra i reperti una preziosa stele daunia “a colori”

Leggi tutto »

FOTO – Sversamento di petrolio da una piattaforma vicino le Isole Tremiti + AGGIORNAMENTI

Vedi anche Tremiti, i fondali delle isole pieni di bombe e veleni di Domenico S. Antonacci AGGIORNAMENTI A FONDO PAGINA Stanotte c’è stato sversamento di petrolio da una delle tre piattaforme Rospo di Mare nel tratto antistante Termoli (a poche miglia dalle Isole Tremiti). Ho “barbaramente” evidenziato i punti di interesse. Le 3 pompe gialle sono le piattaforme Rospo di Mare.  Estratto dalla nostra PETROLMAP La Edison dice che si tratta di 1000lt e che l’emergenza sarebbe rientrata (e i 1000lt non si trovano) ma intanto sbuca una foto di un gabbiano sporco di greggio. IL FATO CI STA AVVISANDO…”NON SAPETE COSA RISCHIATE” VEDI LA NOSTRA PETROLMAP PER CONOSCERE LA SITUAZIONE PETROLIO IN ADRIATICO Leggi di più qui: http://www.foggiatoday.it/cronaca/sversamento-petrolio-mare-adriatico-abruzzo-molise-tremiti.html http://ilcentro.gelocal.it/pescara/cronaca/2013/01/22/news/perdita-di-petrolio-in-adriatico-chiazza-al-largo-dell-abruzzo-1.6395021 Altre informazioni sulla foto qui: http://www.teleradioerre.it/news/articolo.asp?idart=77678 http://www.primonumero.it/attualita/news/1358880475_-il-wwf-abruzzo-segnala-gabbiani-sporchi-di-idrocarburi-a-san-salvo.html GRUPPO FACEBOOK RETE DI ASSOCIAZIONI CONTRO LE TRIVELLAZIONI PETROLIFERE NEWS 24 GENNAIO 2013  Dopo i gabbiani “neri”, tracce di petrolio nel Trigno: acqua vietata alla Marina di Montenero Il giallo del petrolio in mare: chi l’ha visto? L’inchiesta va avanti, Edison smentisce la perdita NEWS 4 GENNAIO 2013 Iniziano gli interrogatori

Leggi tutto »

NAVI DEI VELENI, TUTTO SILENZIATO DALLO STATO ITALIANO

Angela Napoli «La relazione del comitato parlamentare non fa emergere gli interessi della criminalità organizzata nello smalitimento illecito. E’ una vergogna e dimostra che non si voleva arrivare alla verità». Parla Angela Napoli, membro della Commissione parlamentare antimafia (21 gennaio 2013) Angela Napoli, membro della Commissione parlamentare antimafia, commenta con parole durissime la relazione finale del Comitato ristretto che si è occupato dei traffici via mare di rifiuti tossico-radioattivi: «Questo testo una vergogna! E’ la palese dimostrazione che non si voleva fare chiarezza e arrivare alla verità. Segnalerò alla mia Commissione che ritengo un simile documento non idoneo al benché minimo accertamento dei fatti. Anzi, aggiungo pure che si sta tentando di silenziare uno scandalo di dimensioni spaventose». Eppure il titolo del documento promette bene: “Relazione sui possibili interessi della criminalità organizzata sul traffico marittimo”. «Soltanto che poi, all’interno, questi interessi non emergono assolutamente. Una cosa assurda. Pensare che io stessa, durante un’assemblea interparlamentare dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, ho denunciato lo scempio dei rifiuti affondati in mare, e in quell’occasione i rappresentanti delle altre nazioni hanno subito riconosciuto la gravità del problema. In Italia invece si vuole rimuovere tutto, convincere gli italiani che niente è successo e

Leggi tutto »

VIDEO – Il rito della pesatura di San Donato e l’influenza della tv a Roccamandolfi (Isernia) 1961

Non siamo sul Gargano e non siamo in Puglia ma in Molise. Il video contiene una duplice preziosa testimonianza: il rito della pesatura per combattere l’epilessia, ormai relitto antropologico negli anni ’60, e l’influenza della televisione nelle popolazioni ai margini del boom economico di quegli anni. in tre, quattro anni di televisione il paese è già cambiato..i contadini di svegliano alle 4 anzichè alle 3.. Il rito della pesatura Link 2

Leggi tutto »

La storia dell’inferno nel Tavoliere delle Puglie

Un cafone, una volta morto s’illudeva di avere accoglienza in paradiso o almeno in purgatorio, ma nel primo non trovò posto e nel secondo non ebbe nemmeno risposta. Allora dicendo fra sé e sé: «Quando io non ho meritato il paradiso con tutta la mia miseria e pazienza e lavorare notte e giorno come una bestia, chi lo deve meritare?» si incamminò verso l’inferno. Lì il cafone venne invitato ad entrare da Belzebù: «Avanti! Avanti, fratello » Parole queste che commossero le cafone il quale si sentì a proprio agio e guardando quanto l’ambiente fosse per lui confortevole concluse: «Finalmente sono arrivato in un luogo dove si gode». La notizia dei giudizi positivi espressi dal cafone sull’inferno crearono scandalo tra i diavoli, i quali andarono a riferire a Lucifero in persona che c’era sulla terra un luogo peggiore dell’inferno e che quindi gli faceva concorrenza. Intanto il cafone continuava a pensare al trattamento principesco che glie era riservato all’inferno, confrontandolo con i cinquant’anni nei quali era vissuto in condizione di schiavitù, a servizio dei padroni della terra per i quali hanno lavorato senza sosta e senza ricevere nemmeno un grazie. Così Lucifero,mandato a chiamare il cafone gli chiese se fosse

Leggi tutto »

VIDEO – Rai scuola: I popoli apuli

Questo documentario del 1986, ci descrive la storia degli Apuli, nome che i romani diedero alle genti della Puglia antica, da loro sottomesse nel terzo sec. a.C. Numerose sono le testimonianze della loro presenza: la ceramica pugliese, i resti archeologici di antichi centri abitati (come Monte Sannace e Cavallino, in provincia di Lecce) e i corredi funerari. Tutti questi elementi contribuiscono a fornire un ritratto abbastanza preciso della vita e della distribuzione sul territorio di tale popolazione. L`unità audiovisiva dedica attenzione anche alle attività commerciali intraprese dagli Apuli, tra cui emergono quelle legate alla lavorazione dell`ambra. Le notizie fornite dai reperti archeologici consentono, infatti, di ricostruire una sorta di via dell`ambra. Tale pietra, proveniente dal Baltico, trovava nel Piceno un centro di produzione, ed in Puglia un punto di passaggio e di snodo verso altre destinazioni. Il filmato supporta la trattazione dell`argomento con l’ausilio di una cartina ed una semplice animazione grafica.

Leggi tutto »

CARPINO FOLK FESTIVAL : Presentazione libro “Dalla terra, dal mare” – Sabato 5 gennaio h 19.00 | CARPINO

L’ Associazione Culturale Carpino Folk Festival è lieta di invitarvi alla presentazione del libro “Dalla terra, dal mare – Storie di donne e di Puglia”. Quest’appuntamento natalizio vuole offrirvi un momento di cultura da seguire con intensità ma allo stesso tempo con spensieratezza e passione per la propria terra; una narrazione delle nostre radici che riporterà alla mente ricordi del passato, racconti, suggestioni, momenti di genuinità di tempi passati. (Le indicazioni stradali per raggiungere l’agriturismo sono in fondo alla descrizione e il menù dell’agriturismo Biorussi, disponibile per chi volesse restare, sono in fondo al post) Pilla è il protagonista del volume composto da tre racconti inediti (Amanti perduti, Mamuscia, Mondo sommerso) ambientati nell’universo magico e naturalistico del Gargano e delle Isole Tremiti, che si ritrova coinvolto fino al collo e all’anima in tre indagini di tipo differente che mettono a dura prova il suo universo esistenziale e il suo vissuto. Dal libro emerge l’anima degli abitanti del Gargano e delle isole, si percepisce quello spirito tipicamente meridionale e pugliese che caratterizza i luoghi dei racconti. Si impara a conoscere un po’ di storia, quella delle persone comuni. Quella vera: a Foggia i tedeschi durante la seconda guerra mondiale stavano sperimentando

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.