Apre il museo del Lago di Varano, 15 luglio h.18.00

Si terrà mercoledì 15 luglio, alle ore 18.00, l’inaugurazione del Museo del Territorio, della Cultura Lagunare e della Pesca di Cagnano Varano.

Realizzato nell’Ex Pesa di Bagno, dove un tempo avveniva la pesa del pescato, recentemente ristrutturata grazie ad un importante intervento nel Parco Nazionale del Gargano, il Museo mira a difendere uno degli aspetti più antichi dell’economia territoriale, fatta non solo di pastorizia ed agricoltura, che per secoli ha trovato nel lago di Varano una fonte di inesauribile ricchezza. Un angolo di cultura, di tradizioni, di storia, un’opportunità in più di valorizzazione del territorio e dell’ambiente lagunare, un patrimonio arricchito giorno per giorno anche dalla collaborazione dei residenti, i quali hanno donato reperti, foto, utensili ed attrezzi, a testimonianza di un passato prezioso e mai dimenticato.

L’intervento, è stato finanziato con fondi POIn “Attrattori Culturali, naturali e del Turismo” (FESR 2007-2013) Asse I – Linea di intervento I.1.1. Ente attuatore è il Comune di Cagnano Varano, di concerto con la Regione Puglia, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e sotto direzione scientifica della Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Puglia.

All’evento, accanto al Sindaco di Cagnano Varano, Claudio Costanzucci
Paolino, saranno presenti Michele Emiliano, Presidente della Regione
Puglia, Gianni Liviano, Assessore alla cultura e al turismo della
Regione Puglia, Francesco Palumbo, Direttore d’area delle politiche per
la promozione del territorio, dei saperi e dei talenti della Regione
Puglia, Luigi Scaroina, MIBACT O.I. POIn Attrattori culturali, Carlo
Birrozzi, Soprintendente per i beni storici, artistici ed
etnoantropologici della Puglia, Michele Schino, Funzionario della
soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici della
Puglia.

“La Città di Cagnano Varano – ha dichiarato il sindaco
Claudio Costanzucci – molto si è spesa per la realizzazione di questo
progetto, collaborando fattivamente con il MIBACT, la Regione Puglia e
la Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici
della Puglia. Fondamentale è stata anche la collaborazione dei cittadini
per l’importante lavoro di cernita e raccolta degli oggetti della
cultura materiale, attraverso i quali passa la nostra storia”.

Info:
Dea Furi
347 1312533
deafurii@gmail.com

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a Wordpress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *