FOTO: Sulle tracce del passato al villaggio preistorico del “castello” di San Giovanni Rotondo

di Domenico Sergio Antonacci


Spesso i toponimi ci dicono tanto della storia dei luoghi.
A San Giovanni Rotondo un noto punto di riferimento lungo la strada che corre verso Foggia viene indicato localmente come “Castello”; si tratta di un piccolo altopiano affacciato verso il Tavoliere, posizione perfetta in antichità per insediare un villaggio così come in altri casi simili lungo i valloni meridionali del Gargano (villaggi neolitici e del bronzo di Coppa Maselli, Chiancata la Civita, Caramanica, Valle dell’Inferno, Monte Granata, Volta Pianezza per citarli quasi tutti).

La posizione protetta per il controllo e la difesa del territorio e la disponibilità di ampie zone per le attività di caccia, allevamento, agricoltura, erano certamente alcuni dei requisiti fondamentali per questo tipo di villaggi, spesso costituiti da fossati, costruzioni in muri a secco e legno.

Facendo una veloce camminata nella zona è possibile notare muri a secco di grosso spessore con utilizzo di blocchi di grandi dimensioni, materiale lapideo sparso a indicare antiche costruzioni cadute o smontate successivamente (materiale riutilizzato dai pastori per pagliai e macere), canaline per raccolta di acque, altri grandi blocchi intagliati dalla funzione ignota, frammenti di ceramica e selce, rilievi anomali in corrispondenza del perimetro (torrette?).


Come nella maggior parte dei casi anche qui non ci sono mai stati scavi archeologici, tutt’al più ricognizioni superficiali, comunque datanti: siamo nell’età del bronzo, periodo finale tra 1100 a.C. e 1000 a.C., caratterizzato dall’utilizzo intenso del bronzo come metallo principale).

Le ortofoto satellitari della zona danno qualche segnale permettendo di fantasticare un perimetro del villaggio.

A seguire una gallery della zona circostante e del villaggio di Castello.
Con la fantasia…un menhir?

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a Wordpress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *