Le ostie piene tra Messico, Molise e Gargano

Sto per compiere un sacrilegio, me ne assumo la responsabilità….lo faccio eh:

le ostie piene non solo (solo) di Monte Sant’Angelo!

Aspettate montanari, vi spiego subito. Calmiiii! Cominciamo dall’inizio:

Voi immaginate la mia sorpresa durante un viaggio in Messico quando ho visto ed assaggiato le…ostie piene made in Sud America!
Lì le chiamano obleas e a quanto pare sono tipiche di molti altri paesi oltre al Messico: Colombia,​ Venezuela, Cile e Costa Rica e infine Spagna, la reale matrice dell’esportazione.
Diverse le interpretazioni gastronomiche, dalle novità “chimiche” dei coloranti alle varianti con cioccolato e semi vari ma la ciccia rimane la stessa.

Chissà se, come successo per molte altre tradizioni (religiose, culinarie, etc), la loro presenza sul Gargano e/o in penisola iberica non sia il risultato di una contaminazione avvenuta sotto la dominazione spagnola nel Sud Italia.

E poi no, le somiglianze non finiscono qui ma seguono le vie della transumanza e dei pellegrinaggi fino in Molise, dove le ostie piene di Agnone sono il dolce tipico del Natale. Diverse dalle “montanare” soprattutto per forma e decorazione, presentano una stella stampata sull’ostia che ricorda il bellissimo e arcaico gioiello della presentosa abruzzese.

Colpo di grazia….la leggenda agnonese dice che furono le suore clarisse del posto a inventarle, non vi ricorda qualcosa?

Potremmo dibattere ore e ore sulla loro vera origine, nel frattempo gustiamoci la loro bontà!

AGGIORNAMENTO: Michele Placentino segnala le cialde di Montecatini, con le mandorle in granella.
D’altronde pensare di unire due ingredienti così semplici e diffusi deve essere stata un’idea abbastanza diffusa!

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a Wordpress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *