Vai al contenuto

La tecnologia LiDAR trova migliaia di siti archeologici, e sul Gargano?

Le nuove tecnologie laser di scansione remota stanno ottenendo risultati eccezionali nell’archeologia. Possono rimuove in digitale la vegetazione e ottenere un’immagine pulita della superficie terrestre, potendo così rilevare caratteristiche del terreno altrimenti invisibili.

In varie parti del mondo si stanno scoprendo migliaia di nuovi siti.

Da così…
…a così!

Nella foresta nera (Germania) sono stati trovati, grazie a LiDAR, 36.000 siti archeologici!
Pensate alle applicazioni sul Gargano dove abbiamo zone impervie come la foresta umbra (dove la presenza umana nella preistoria è un dato certo).

Leggi tutto qui

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a Wordpress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.