Vai al contenuto

Apulia, Madre Terra

Apulia,
odorosa di vento e sole e margherite gialle
ad ondeggiare
Madre terra,
come posso non piangere
nel ritrovarti e sapere
che più non mi appartieni?
Matrigna, come posso non
odiarti per la tua povertà?
Come posso dimenticare e
piantare le radici
in un altrove
che non sarà mai del tutto mio?
e non ho più te
e non ho alcun dove,
non so più se tenerti dentro,
o ripudiarti.

di Maria Lea Pettolino

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a Wordpress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.