Vai al contenuto

I dannati nei ghetti del Tavoliere

A sera si scatena la movida. Gli italiani arrivano in macchina. Nel
ghetto ci sono almeno quindici «ristoranti», tra cui uno gestito da un
italiano. C’è un patio dove si mangia. Le tariffe per la cena
sono inavvicinabili per i braccianti che cucinano altrove. Con le
nigeriane una prestazione sessuale costa tra i 5 e i 10 euro. Quest’anno
ci sono anche ragazze sudamericane. Sesso a pagamento e commercio delle
braccia, questi sono i cardini di una zona franca dove i desideri
proibiti hanno libera cittadinanza. Qui si vive così da vent’anni.

 Continua qui 

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a Wordpress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.