Si chiamano Ailanto e Robinia e sono un serio problema per il Gargano

L’ailanto e la robinia sono un specie esotiche invasive che stanno colonizzando intere aree del Gargano (e del resto d’Italia) minacciandone la biodiversità.
Con il tempo queste specie, resistenti e dalla propagazione veloce, si sostituiscono alle altre.
Le si vede invadere sopratutto le aree del Gargano percorse da incendio dove sono quasi sempre le prime a prendere piede, dominando sulle altre.

Il controllo dell’ailanto e della robinia è difficile perché si tratta di piante resistenti e in grado di propagarsi velocemente.
L’unica soluzione definitiva e non chimica è l’eradicazione delle piante con asportazione delle radici, cosa difficile da effettuare oltre che costosa.

Il controllo di specie infestanti come l’ailanto è reso necessario proprio per salvaguardare il paesaggio e la biodiversità che coinvolge la flora e la fauna del territorio.
Per questo il Parco Nazionale del Gargano sta avviando un progetto LIFE per eradicare l’ailanto alle Isole Tremiti, dove questa specie sembra ancora controllabile (sito web del progetto)

Per il resto, cosa ne sarà del Gargano tra 100 anni?

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a Wordpress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.

Ti potrebbe interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *