Si vogliono realizzare 48 chilometri di piste tagliafuoco in Foresta Umbra (!!!)

AGGIORNAMENTO DELL’11/09/2021 A FINE POST

48 chilometri di piste tagliafuoco da realizzare in Foresta Umbra, parliamone!

Dal sempre interessante blog di Fabio Modesti si apprende che recentemente è stato pubblicato un parere dell’autorità regionale competente pugliese che ha escluso dalla valutazione d’incidenza (informazione errata quest’ultima, si veda in fondo al post) un rilevante intervento nel cuore di Foresta Umbra, nel Parco Nazionale del Gargano e nell’area delle faggete vetuste patrimonio dell’umanità UNESCO. Si vogliono aprire (non si tratta di ripristino) 48 chilometri di piste tagliafuoco “verdi” per 10 metri di larghezza in una foresta che non vede, per somma fortuna, incendi da molti decenni.

Ma è uno scherzo?
Altro che sito UNESCO!

La zona di Coppa d’Umbra interessata dall’intervento forestale escluso dalla valutazione di incidenza (fonte SIT Puglia)

L’ARIF risponde sull’Attacco confermando l’esistenza del progetto, spiegandone le ragioni (discutibili a parer mio), e negando la mancanza di procedure VIA e VINCA (ma vedete dopo l’articolo).

ma della determinazione dirigenziale della Regione si legge:

dunque qualcuno dice falsità sapendo bene di farlo.

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a Wordpress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *