Vai al contenuto

Anche il Parco Nazionale del Gargano ruba dal web

Pensate tutti che per le guide, gli opuscoli, le descrizioni e così via il Parco Nazionale del Gargano si affidi ad autorevoli studiosi e autorevoli libri? Niente di più sbagliato….la prova?

palesemente copiato da un mio articolo di qualche anno pubblicato su vari siti tra i quali questo.
E se io avessi scritto castronerie? Ora giudicate voi la serietà di questo ente che dovrebbe essere il massimo rappresentante della cultura sul Gargano.

Dovrei sentirmi onorato o derubato?

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a Wordpress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.

2 commenti su “Anche il Parco Nazionale del Gargano ruba dal web”

  1. Peccato che nella guida non abbiano scritto che oggi, al di sopra della villa, c'è un bel vigneto…ma soprattutto non hanno considerato che gli scassi per l'impianto dei vitigni hanno distrutto il potenziale archeologico (ma soprattutto ducumentario, data la forte compromissione dei dati)del sito…senza contare poi i tanti archeologi della domenica che hanno depredato e depredano ciò che trovano nei paraggi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.