Vai al contenuto

La difficile nascita del Parco Nazionale del Gargano

di Domenico Sergio Antonacci

Nel 1992 avevo 4 anni. Apprendo questi episodi, dunque, da fonti indirette come il sito della Camera dei Deputati.


XI Legislatura della repubblica italiana

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4.10017 presentata da LECCESE VITO (FEDERAZIONE DEI VERDI) in data 01.26.1993

Non concluso

Al Ministro dell’interno. – Per sapere – premesso che: tra il 19 ed il
24 gennaio 1992, nei comuni pugliesi di Vico del Gargano e di San
Giovanni Rotondo, i cui territori sono compresi nella perimetrazione
provvisoria del Parco Nazionale del Gargano, contenuta nel decreto
ministeriale 4 dicembre 1992 alcuni consiglieri comunali sostenitori del
Parco sono stati vittime di violente azioni intimidatorie nelle quali
sono state distrutte automobili ed abitazioni
; già nell’estate del 1992,
i lavori preparatori all’intesa tra Stato e regione Sardegna per
istituire il Parco del Gennargentu, furono violentemente ostacolati da
azioni intimidatorie inaccettabili quali edifici comunali fatti
esplodere, vagoni ferroviari incendiati, fucilate contro i sostenitori
dell’istituendo Parco -: quali misure di repressione di tali atti e di
prevenzione il Ministro intenda predisporre per scoraggiare il ricorso
sistematico a tali metodi terroristici con i quali le lobbies
dell’edilizia e della caccia contrastano in modo ottuso e pericoloso le
normative di tutela del territorio. (4-10017)

Fonte

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a Wordpress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.