Vai al contenuto

Il Sentiero del Lago di Cagnano Varano sul Gargano – Puglia: Informazioni eD escursioni

Il Gargano è un promontorio ricco di luoghi da visitare, spesso non raggiungibili (e per fortuna) in auto.
Certamente siamo in una delle zone più impervie della Puglia, per morfologia del territorio spesso stretta tra monti e valli.
Ecco che allora l’escursionismo a piedi o mountain bike costituisce l’unica forma sostenibile, divertente e salutare di esplorare, conoscere, stare meglio.
Dalla Foresta Umbra ai sentieri della costa (Vignanotica, Sentiero dei Trabucchi), sono tantissime le escursioni che si possono fare nel Parco Nazionale.

Non mancano le novità, come il nuovo Sentiero del Lago di Varano realizzato dal Consorzio di Bonifica Montana del Gargano con fondi del Parco Nazionale del Gargano.
Con questo post vi fornisco alcune informazioni sul sentiero, come percorrerlo e altro.

Descrizione del sentiero
Si tratta di un sentiero ad anello di circa 7km che parte dalle sponde del Lago di Varano, in località Bagno di Varano, proprio in prossimità di un Museo Etnografico che raccoglie le testimonianze del mondo della pesca.
Il sentiero attraversa il sito archeologico dei Pannoni, (imbocco a destra in corrispondenza della cava, casetta con uccellini celesti) villaggio rupestre scavato in grotta a partire dell’alto medioevo, e sale di quota in un’antica zona olivetata che oggi lascia spazio alla macchia mediterranea.

Dopo circa 1km si apre una bellissima vista panoramica sul lago; qui è possibile avvistare, se si resta in silenzio aironi cenerini, garzette e, nel periodo invernale tra dicembre e febbraio, molte specie migratorie in sosta nelle zone umide del Gargano.
Tante anche le piante, rare e non, presenti (in primavera anche molte tipologie di orchidee).

Dopo 2km si arriva al Vagnaturo dove si può scorgere uno strano muro che sembra terminare inspiegabilmente nel lago; a cosa serviva? Beh, ci si spingevano le pecore per costringerle a tuffarsi nel lago, così da avere una lana “pulita” prima della tosatura (la cosiddetta “carosa”).

Da qui in poi in sentiero sale per circa 1km fino alla magnifica Grotta di San Michele Arcangelo, meno nota ma altrettanto affascinante rispetto a quella di Monte Sant’Angelo.

Dopo aver visitato la grotta, circa a metà del percorso, comincia l’anello di ritorno che prosegue per alcune centinaia di metri lungo la strada asfaltata che collega Cagnano Varano a Capojale.
A un certo punto si trovano le indicazioni per il sentiero, qui suggerisco di non prendere la prima variante ma proseguire ancora di pochissimo e imboccare la seconda variante, molto più bella a mio parere (la prima è più breve).

Ah, importantissimo, aprire e CHIUDERE tutti i cancelli che si trovano lungo il percorso (una delle regole base dell’escursionismo).
A un certo punto si potrebbe trovare un filo spinato, non c’è da preoccuparsi, basta abbassarsi e passarci sotto (no comment!)

Ecco che la discesa comincia lungo un bellissimo “tratturo” vista lago (chi fa la prima variante se lo perde) circondato da muretti a secco.
Queste antiche strade venivano realizzate per non far sconfinare gli animali nei terreni coltivati.

Ecco che la discesa diventa più ripida, ormai il punto di inizio (e fine) è vicino; un ultimo cancello da aprire e chiudere e ci si immette sulla stradina bianca dell’andata.

Una premura, rispettiamo la natura: niente schiamazzi inutili, non danneggiamo altri esseri viventi, non gettiamo rifiuti anzi raccogliamo ciò che qualcun altro ha abbandonato (difficilmente lo farà l’ente pubblico in quelle zone).

Il sentiero è facile?
Per chi fa abitualmente attività fisica o trekking il sentiero non presenta particolare difficoltà.
Certo ci sono salite improvvise, come quella fino alla Grotta di San Michele, ma nulla di particolare.
Basta considerare che la quota massima raggiunta è di 160m sul livello del mare (ma il dislivello positivo totale è di 300m, così come quello negativo).

Sono necessarie scarpe da trekking?
Altamente consigliate, sono diversi i punti dove con normali scarpe si potrebbe scivolare.

In celeste il sentiero ad anello

Il sentiero è ben segnalato?
Purtroppo non sempre, in particolare c’è un punto prima del Vagnaturo che manda spesso in confusione chi si avventura in solitaria, che si vede costretto a tornare indietro. Bisogna considerare che lungo il sentiero non ci sono attività (bar, altro) e che il primo riferimento di “civiltà” è alla Grotta di San Michele.

Cartello Sentiero del Lago

Qual è la stagione migliore per percorrerlo?
Beh, tutte le stagioni hanno il loro perché. L’unico problema possono essere le temperature calde estive, per cui si consiglia di percorrerlo al mattino prestissimo o verso il tramonto (con relativi panorami spettacolari).

Per autunno e inverno nessun problema, la primavera ovviamente è la stagione migliore.

Ci sono visite guidate, trekking organizzati lungo il sentiero del Lago?

Eh si, guarda caso lo scrivente è una guida turistica molto attiva nella zona del Lago di Varano.
Si consiglia sempre di percorrere i sentieri con una guida, specie se non si hanno conoscenze storiche o naturalistiche particolari; una guida saprà raccontarvi storie, aneddoti, curiosità e tanto altro facendo di una semplice attività fisica una vera esperienza di conoscenza. Da non ignorare poi anche il fatto che con una guida sarete molto più sicuri e lontani da rischi come perdersi (il sentiero non è sempre ben segnalato purtroppo)-
Tornando ai tour, organizzo sia trekking guidati puri che misti trekking+kayak.
I tour sono pubblicati nel calendario di Gargano Natour che trovate qui ma nel caso non siano previste date potete contattarmi su whatsapp cliccando qui.

ps quest’estate 2022 non perderti il trekking+kayak al tramonto!

Foto scattata durante una delle nostre escursioni estive trekking+kayak
www.garganonatour.it per info.

Posso fare o vedere altro sul Lago di Varano?
Ovviamente il Sentiero del Lago non è l’unica cosa che puoi fare o vedere in zona; per scoprire cos’altro fare leggi il mio post “Le 7 cose da fare e vedere sul Lago di Varano”.

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a Wordpress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.

4 commenti su “Il Sentiero del Lago di Cagnano Varano sul Gargano – Puglia: Informazioni eD escursioni”

    1. Buongiorno, abbiamo fatto ieri il percorso completo.La segnaletica è ottima se si eccettua nell’ ultima parte nel percorso di chiusura dell’anello(quello leggermente più lungo) in ciu abbiamo trovato un cancello con divieto anche per i pedoni e lo abbiamo aggirato tenendo sempre Ome direzione la riva del lago. Comunque il trekking è bellissimo. Da evitare quando fa troppo caldo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *