La storia della cinematografia pugliese e daunia: le film commission ante litteram

di Domenico Sergio Antonacci San Menaio nei primi del ‘900…sul set cinematografico Tramite Lettere Meridiane vengo a conoscenza dell’ultimo certosino lavoro di ricerca e studio di Maurizio De Tullio sulla storia della cinematografia di Capitanata nei primi decenni del ‘900. E si scopre che l’Apulia Film Commission di oggi in realtà non è nulla di nuovo, almeno nelle finalità: “[…]gli obiettivi della ‘Garganica Film’: L’impresa, quanto mai difficile  e  ardimentosa  merita  di  essere  incoraggiata  e  sorretta,  in  considerazione  appunto  dello scopo  propostosi:  far  conoscere  e  apprezzare,  attraverso  il  cinematografo  questo  lembo meraviglioso  di  terra  pugliese  che  nulla  invero  ha  da  invidiare  ai  più  incantevoli  luoghi  della Svizzera pure così ammirati e così ricercati.“ Non ci stupisce più di tanto, visti i tempi attuali, se negli anni 10 del ‘900 già si scriveva: La cinematografia garganica che la Marina Film (anonima per azioni) voleva conseguire con la presa degli esterni più belli del mitico monte, malgrado la strenua fatica dei pochi fautori, è venuta meno per il disinteresse, l’incredulità e – diciamo pure senza reticenza – per l’ignoranza della classe capitalistica, che tetragona e in comprensiva come sempre non seppe valutare quali successi insperati e rinumerazioni ingenti si sarebbero ricavati. Coloro, difatti, che dovevano essere i sovventori della iniziativa (a cui una Banca intendeva anche offrire gli aiuti necessari) – precisa Rasi – restarono paurosamente legati alla greppia dei loro tardigradi preconcetti, senza pensare che mancarono ancora una volta di lanciarsi all’evoluzione e al progresso di sé e della propria terra. Ultimo appunto: interessante, nelle note, il riferimento al luogo di nascita dell’artista Pino Pascali che, secondo alcune fonti, sarebbe San Menaio e non Polignano a Mare. Non posso dirvi di più e vi lascio alla lettura del documento completo qui

Leggi tutto »

Le nuove foto del #Gargano dallo spazio dell’astronauta giapponese #Wakata sulla #ISS

AGGIORNAMENTO APRILE 2021: IL GARGANO COMPARE IN DIRETTA DURANTE L’ATTRACCO DELLA DRAGON 2 ALLA ISS La luce, il sole, l’aria del Gargano costituivano un toccasana capace di curare ogni tipo di malattie: mancava poco che resuscitasse anche i morti.Il Gargano attrae, seduce, inebria…La gente è sana, ma politici improvvisati e semianalfabeti e burocrati inetti e pasticcioni l’affossano colpevolmente, sicché tutto appare mediocre, indegno del passato… La Montagna del Sogno diventa la Montagna del Sonno.. Antonio Pandiscia ©ESA/NASA       ©ESA/NASA Vuoi vedere le foto degli altri astronauti che abbiamo pubblicato in precedenza?  Clicca qui 

Leggi tutto »

La #transgarganica: Spiriti transumanti in viaggio verso il Salento

  La mia è la storia di un fantoccio di carne ed ossa, dalle sembianze umane, troppo umane. La rabbia degli uomini infatti non è mai stata affar mio. Sono sempre stato una bestia dall’indole calma, a differenza dei piccoli animali rabbiosi che si agitano in quella stalla della capitale. I ritmi lenti e costruttivi dei fratelli bovini sono sempre stati più adatti a me. Esseri dalla maestosa calma, onesti lavoratori, componenti quadrupedi della classe operaia, sono loro i miei fratelli. Essi condividono tempo e fatica con i loro colleghi massari: le loro esistenze sono profondamente simili… T’amo pio bove! Così cantava il poeta ed io gli faccio eco. Amore profondo e vero come la rocciosa terra garganica. Amore intenso come gli odori della pura aria garganica. Amore immenso come la luce che illumina l’aspro promontorio! Ma l’amore è anarchia! Anarchica è la vacca podolica, sorella e compagna di vita. Io sono la tua voce! Gli incompresi muggiti hanno trovato un giusto interprete! Mi è stato affidato questo onorevole compito e sono ben lieto di portarlo a termine. Cantore delle storie del sud e dell’est a voi rivolgo il mio appello: Basta fare le pecore…OGGI!!! Siate VACCHE PODOLICHE! Elevate il muggito di protesta! MUUUUUU! Seguite il verbo del pastore: BRIOOOOO, IPTAAAAAAA!!! Io che sono emigrante vi do un consiglio: partite, guardate il mondo e tornate a casa! #Latransgarganica Venerdì 30 Maggio Borgagne, Melendugno (LE)    È chiaro, molti cibi fanno comunità. In maniera complementare: i cibi fanno le comunità e le comunità fanno i cibi. Così due si delineano i percorsi. Due le genealogie immediate da affrontare. Dal cibo alla comunità; dalla comunità al cibo. E la differenza nel cammino, non è intuitiva. Abbiamo scelto di passare dalle comunità per vedere i cibi. E di abitare i cibi per conoscere

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.