40° Convegno Nazionale di Preistoria, Protostoria e Storia della Daunia – 15/17 novembre 2019

Dal 1979 si svolgono annualmente a San Severo i Convegni Nazionali sulla Preistoria, Protostoria e Storia della Daunia. 

Dedicati allo studio di un territorio delimitato, essi rappresentano un polo di convergenza per tutti gli studiosi e specialisti delle varie discipline, dalla più lontana preistoria alla storia recente. 
Una delle principali caratteristiche, riconosciuta unanimemente dagli studiosi, è la spiccata autonomia culturale che contraddistingue questa iniziativa, nata fuori dagli ambiti accademici, con lo scopo di promuovere il libero confronto fra le scuole di pensiero che caratterizzano le varie istituzioni di ricerca del nostro paese. 
Grazie ad un approccio multidisciplinare e fortemente diacronico, dall’insieme dei contributi emerge la complessa realtà storica della Daunia, indagata nei suoi più diversi aspetti, da quello archeologico a quello storico, e nelle relazioni più articolate: sociali, economiche, religiose, artistiche, istituzionali. 

Papa Francesco ringrazia Comune e Diocesi di San Severo

Il pontefice, al termine dell’Angelus di domenica 3 novembre, ha sostenuto l’iniziativa dell’elemosiniere Krajewski che ha portato al protocollo d’intesa per assicurare la residenza ai migranti in attesa di permesso di soggiorno, spesso gli stessi sfruttati dal fenomeno del caporalato.

VIDEO: In canoa alle Isole Tremiti

In un mondo utopico dove i barconi fumanti zeppi di turisti scompaiono ecco la maniera giusta per visitare le coste delle Isole Tremiti, in canoa, sano movimento, lentezza, tempo per entrare in sintonia con la natura.

Buona visione.

Weekend lungo di Ognissanti sul Gargano tra trekking e masserie

Una due giorni di trekking, paesaggi e gastronomia sugli antichi sentieri tra Mattinata a Vieste

Il weekend di Ognissanti si preannuncia ghiotta occasione per gite fuoriporta e sorprese inaspettate come quelle che vi può offrire il Gargano fuori stagione con lunghe passeggiate attraverso il Parco Nazionale.

Per sabato 2 e domenica 3 novembre le guide turistiche Domenico Antonacci e Matteo Prencipe propongono un itinerario di 30 km che parte da Mattinata inoltrandosi nel Gargano interno per giungere di nuovo sulla costa e precisamente nella cittadina di Vieste. Si andrà, dunque, alla scoperta della vera ricchezza di questo territorio sconosciuto, la sua incredibile diversità di flora, fauna e architetture.
Si partirà dal mare di Mattinatella per salire, in pochi chilometri, fino a 500mt di quota attraverso paesaggi terrazzati, pascoli, oliveti, macchia mediterranea bassa e infine valli boscate con aceri e cerri. Il percorso è molto suggestivo dal punto di vista paesaggistico e naturalistico, con una incredibile varietà di habitat diversi, adatto a chi ama nutrire gli occhi di bellezza e il corpo di chilometri macinati sotto i piedi.

A dare ristoro dopo il primo giorno di cammino sarà l’accoglienza in un’antica masseria restaurata dove oggi si allevano le vacche podoliche dalle quali si ricava uno squisito caciocavallo riconosciuto presidio SlowFood.

Il secondo giorno si camminerà lungo un percorso panoramico spettacolare di circa 10 km per raggiungere la perla del Gargano, Vieste con il suo Pizzomunno; qui terminerà la due giorni di traversata con una visita guidata al bellissimo centro storico di origini medievali.

Info e iscrizioni al 3931753151 e su http://bit.ly/trekkingognissantigargano

Come si fa promozione della destinazione Gargano (Parco Nazionale + turismo attivo)

Non conosco personalmente Nicola Totaro ma ne ho apprezzato subito i suoi video sul Gargano quando vidi, mesi fa, quello fatto in bicicletta sul sentiero di Scannamugliera (Via Francigena): qualità eccellente, padronanza dei mezzi (attrezzature video e bicicletta) e panorami mozzafiato, quelli del Gargano.
L’ultimo video (praticamente un cortometraggio), uscito pochi giorni fa, sta facendo il giro del web su siti specialistici di mountain bike (anche sul sito Gazzetta dello Sport e nella pagina facebook di Ferrino) e riscuotendo notevole successo su piattaforme internazionali dove il montanaro Nicola ha pubblicato un articolo in inglese che promuove il Parco Nazionale del Gargano come destinazione di turismo attivo.
Ecco come si fa promozione oggi sul web, cari enti.
E e ci riesce un singolo a costo zero….

Il vivaio delle specie vegetali rare (e non) del Gargano a San Marco in Lamis

di Domenico Sergio Antonacci

Nel weekend 12/13 ottobre si sono tenute le giornate FAI d’autunno che hanno permesso di visitare, in tutt’Italia, luoghi il cui accesso normalmente è chiuso o consentito solo su richiesta.
Io ho scelto di visitare il vivaio del Consorzio di Bonifica Montana del Gargano, a San Marco in Lamis, passando un’oretta a curiosare come un bambino tra i nomi di piante, in particolare quelle rare del nostro territorio.

Principalmente il vivaio si divide in varie sezioni:
– piante dei lavori forestali (quercie etc)
– piante rare ed endemiche del Gargano (aubrezia etc)
– piante aromatiche (e vabbè…rosmarino, origano etc)
– piante da frutto rare del Gargano (un mondo sconosciuto tra sorbi, pere, mele etc)
– altre piante (tantissime)
e infine una nutrica banca dei semi dei frutti rari del Gargano (e finalmente ho visto il pistacchio di cui avevo sentito parlare!).


Sicuramente ho dimenticato qualcosa, ringrazio anche qui il personale del Consorzio e la Delegazione FAI Foggia

p.s. Chiunque può acquistare semi o piante, altre info qui.

p.p.s. A chi volesse approfondire la conoscenza delle piante da frutto del Gargano consiglio questi approfondimenti:
Atlante dei frutti antichi

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.