I nomi dei deportati della Provincia di Foggia passati dal lager di Bolzano

E’ proprio il caso di dire che se Antonio Basile non ci fosse bisognerebbe inventarlo..ahah…oggi ha trovato un elenco di nostri conterranei passati dal lager di Bolzano; di seguito le generalità: Laudano Michele. Nato a Cerignola il 22/9/1922, impiegato. Deportato da Bolzano il 10/11/1944 a Mauthausen. Deceduto a Mauthausen il 22/4/1945. Sacco Pasquale. Nato a Carpino il 20/9/1920, maniscalco. Deportato da Bolzano l’ 1/2/1945 a Mauthausen. Liberato a Mauthausen il 5/5/1945. Martinelli Alberto. Nato a Candela il 12/4/1921. Arrestato a Rivolta d’Adda (CR). Deportato da Bolzano il 5/10/1944 a Dachau. Deceduto a Uberlingen il 15/2/1945. Del Vecchio Rodolfo. Nato a Foggia l’1/8/1920, operaio. Arrestato il 21/7/1944. Deportato da Milano il 17/8/1944. Deportato da Bolzano il 5/9/1944 a Flosenburg. Liberato a Kottern il 29/4/1945. Marino Umberto. Nato a San Severo l’1/11/1926. Deportato da Bolzano il 5/10/1944 a Dachau. Gastrietta Antonio. Nato a Manfredonia il 20/2/1922. Deportato da Bolzano il 5/10/1944 a Dachau. Deceduto a Dachau il 20/11/1944. Tomaiolo Michele. Nato a Macchia (frazione di Manfredonia?) il 5/6/1921. Deportato da Bolzano il 29/11/1944 a Dachau. Torracco Rita. Nata ad Orta Nuova (oggi Ortanova) il 27/9/1923. Arrestata il 14/8/1944. l’1/5/1945. Allegio Antonio. Nato a Foggia il 10/9/1921. Deportato da Bolzano il 22/3/1945. Liberato

Leggi tutto »

L’ennesimo strafalcione giornalistico, questa volta da “la Repubblica | Bari”

Parlavamo pochi giorni fa degli Eremi di Pulsano, bene vincitore del concorso Luoghi del Cuore indetto dal FAI qualche mese fa. A questo proposito l’attento Giampietro Piemontese, giovane di Mattinata, ci ha fatto notare alcuni errori sul sito de “la Repubblica | Bari” ed ha prontamente salvato l’immagine del “misfatto”. “Gli eremi di Bari”, scrivono, “sull’appennino dauno” poi….segno di ignoranza o dispetto giornalistico? L’articolo è qui, compare ancora la dicitura dell’appennino dauno..la parola Gargano, invece, nemmeno una volta…come si dice…a pensar male spesso si indovina….

Leggi tutto »

Arriva il nuovo sito multimediale del Parco Nazionale del Gargano

AGGIORNAMENTO 29 AGOSTO 2012, IL SITO NON FUNZIONA PIU’ MA I FILMATI SONO VISIBILI QUI Finalmente è online il nuovo portale multimediale del Parco Nazionale del Gargano che fa seguito alla nuova versione del sito disponibile già da qualche mese. Nel nuovo sito multimediale ci sono tantissimi video-documentari di ottima qualità, (qualcuno discutibile secondo me, vedi Buongiorno Z’ N’tò) che toccano varie tematiche (storia, tradizioni, natura). Io, al momento, ho qualche problema nella riproduzione dei contenuti, non so se sia dovuta al mio computer oppure al server che ospita il sito, nell’ultimo caso credo che sarà sufficiente aspettare qualche giorno affinchè tutti i problemi vengano risolti. Vi lascio al link, buona navigazione, sfruttiamo questi mezzi che ci vengono messi a disposizione di tanto in tanto e non lamentiamoci sempre che il Parco Nazionale sia inutile, ogni tanto qualcosa di buono (anche se a caro prezzo…….) viene fatta.

Leggi tutto »

I Luoghi del Cuore – FAI | Al primo posto gli eremi di Pulsano di Monte Sant’Angelo

Al 1° posto con 34.118 segnalazioni, gli eremi dell’Abbazia di Santa Maria di Pulsano. Costruita nel VI secolo sul colle di Pulsano per volere del papa-monaco San Gregorio Magno in uno scenario di rocce grigie su strapiombi di oltre 200 metri, l’Abbazia è stata nei secoli – con alterne vicende storiche – luogo di monaci, anacoreti e cenobiti che si sono dedicati alla contemplazione e all’ascesi. Intorno all’edificio si trovano numerosi eremi (per ora ne sono stati censiti 24), alcuni dei quali ubicati in luoghi davvero inaccessibili. Gli eremiti che abitavano queste celle erano senz’altro in comunicazione tra di loro, dal momento che alcuni eremitaggi erano dedicati alla vita comunitaria (di culto e di abitazione) e al lavoro collettivo (un eremo è stato persino adibito a mulino); inoltre gli eremi – alcuni dei quali sono affrescati – sono collegati da una rete di sentieri e scalinate e da una vera e propria “rete idrica” di canali scavati nella roccia per convogliare le acque. Il sito ha visto incursioni saracene e il passaggio di diversi ordini monastici fino all’abbandono nel 1969, che ha portato a un progressivo degrado degli eremi e a un processo di grave depauperamento artistico dell’Abbazia, a causa

Leggi tutto »

Mont Saint Michel (Francia), Trovato in Normandia affresco di San Lorenzo Majorano

Che tra Monte Gargano e il Mont Saint Michel in Normandia ci fosse un nesso diretto, avendo in comune il culto dell’Arcangelo Michele, è cosa nota. meno risaputo, quanto meno dai più, è invece la condivisione della devozione a San Lo…renzo Majorano, vescovo di Siponto del IV secolo che consacrando la grotta ove San Michele apparve, avviò il culto del Principe guerriero sul Gargano spazzando via ogni rimasuglio di riti per le divinità pagane. Di tanto importante fatto storico e preziosa testimonianza un grande affresco custodito nella cappella di S.Ubert che descrive l’Apparitio Santi Michaelis in Monte Gargano. L’interessante scoperta è opera di Alberto Cavallini studioso della storia sacra del Gargano e direttore di “Voci e Volti”, periodico dell’arcidiocesi di Manfredonia, Vieste e San Giovanni Rotondo. “Trovarmi di fronte a quella rappresentazione così dettagliata dell’apparizione di San Michele al vescovo San Lorenzo e della processione alla grotta garganica è stata una grande ed emozionante sorpresa. Una preziosità storica e pittorica straordinaria che afferma ancor più i forti legami tra il Monte Tumba nomanno (attuale Mont Saint Michel) e il Monte Gargano già documentato da tantissime testimonianze”. L’affresco è datato XII secolo ed è stato rinvenuto di recente a seguito di

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.