VIDEO Istituto Luce, primi della classe, i migliori studenti in viaggio dal Gargano al Salento

Grazie a Walter Di Pierro Grazie alla preziosa prof.ssa Rauzino ci giunge una testimonianza di uno dei 40 bambini…che fortuna! Scrive l’ingegner Zamboni: Avevo 16 anni (come nella canzonetta della Rita Pavone allora in voga). Di quei cari compagni ricordo ancora ogni particolare.Oltre all’archeologia, all‘architettura e all’arte, in quelle due indimenticabili settimane ebbi occasione di vedere il paesaggio di Puglia e Lucania agli inizi della trasformazione da arcaico (es. Sassi di Matera) a turistico (es. Motel Agip a San Menaio) e a industriale (all’Italsider di Taranto vidi le prove di produzione della oggi vituperata cockeria e del tubificio).Effettivamente dovrei scrivere qualcosa, e lo farei anche volentieri,ma ho bisogno di un po’ di tempo.Adolfo

Leggi tutto »

Le grotte di Santa Cesarea Terme in Salento

Alla scoperta delle grotte marine di Santa Cesarea Terme, in Salento. La grotta dei cervi, testimonianza archeologica incredibile, la grotta sulfurea “fetente”, citata già in antichità, e la famosa Zinzulusa, grotta degli “stracci”.

Leggi tutto »

VOTA GLI EREMI DI STIGNANO COME LUOGO DEL CUORE FAI!

Dopo il successo degli eremi di Pulsano dell’anno scorso torna anche quest’anno l’iniziativa del Fondo Ambienta Italia per eleggere un sito d’interesse storico/naturalistico/paesaggistico a luogo del cuore. Ho ricevuto più volte l’invito a pubblicizzare alcuni dei Luoghi del Cuore del FAI del Gargano (Grotta di San Michele di Cagnano, Chiesa di Santa Maria Pura di Vico, Abbazia di Monte Sacro) ma ho sempre rifiutato per il semplice fatto che schierarsi significava quasi dare più importanza ad un monumento rispetto ad un altro con una storia altrettanto importante. Almeno fino ad oggi. Ho deciso, infatti, di supportare la candidatura al FAI degli Eremi della Valle di Stignano e fondamentalmente perchè: riuniscono 5 comuni, San Marco in Lamis, San Giovanni Rotondo, Rignano Garganico, San Nicandro Garganico ed Apricena; il comitato che ci lavora dietro lo fa dall’inizio con serietà e costanza; la classifica provvisoria dice che sono i secondi in provincia dopo la Chiesa delle Croci di Foggia; gli altri luoghi del cuore del Gargano mai potrebbero raggiungerli ormai dunque la scelta era tra la Chiesa di Foggia e gli eremi. Questa è la mail che ho ricevuto qualche giorno fa dal comitato: Carissimi, la raccolta firme continua grazie ad alcuni instancabili

Leggi tutto »

“Jack il delfino e altre storie di mare”, un libro sul legame tra uomini e cetacei

    ed. De Vecchi, 256 pp, € 12,90. C’è un legame particolare fra gli uomini e i cetacei. Almeno nel mondo occidentale, balene e delfini suscitano negli esseri umani un interesse, una simpatia, una corrente di emozioni che li porta addirittura ad attribuire, a questi esseri acquatici, caratteristiche volta per volta magiche, superiori, aliene. Nel libro, questo rapporto fra esseri umani e cetacei è raccontato attraverso 11 storie realmente accadute, diverse tra loro, ma con il denominatore comune di avere sempre due protagonisti: da una parte un mammifero marino – un delfino, un’orca, una balena – e dall’altra parte degli uomini. Si va dal leggendario Pelorus Jack, che per 25 anni ha “scortato” i traghetti attraverso il pericoloso French Pass, in Nuova Zelanda, al delfino Filippo, che ha vissuto per alcuni anni nel porto di Manfredonia, dove è poi morto, ucciso da una bomba per la pesca illegale.  C’è la storia del cucciolo di balena grigia J.J., recuperata morente sulle coste della California, nutrita e curata per un anno intero dallo staff del San Diego Seaworld e poi restituita con successo al mare. Poi i tentativi di salvataggio di due piccole orche, Luna e Springer, entrambe rimaste sole e sperdute

Leggi tutto »

La storia di San Giovanni Rotondo..tra cenere di vulcano e invasioni di cavallette

San Giovanni Rotondo del 1702 La storia non è sempre noiosa…. …Il 16 dicembre 1631 il Vesuvio entrò in eruzione e le ceneri, giunsero copiose anche sul Gargano, spinte dalle correnti in quota. I sangiovannesi dormirono all’aperto, temendo la fine del mondo. Il terzo giorno la pioggia scese dal cielo sotto forma di fango e la gente si percosse il petto, invocando il perdono dei propri peccati. Poi tutto finì e la vita riprese.Il 21 maggio 1737 si ripeté il fenomeno del Vesuvio del 6 dicembre 1631. Questa volta però la cenere fu molto più copiosa, formando nei campi una coltre che raggiunse i sei centimetri. Il 24 maggio la pioggia trasportò la cenere in pozzi e cisterne, provocando la morte di uomini e animali. Isangiovannesi, venuti a sapere che il Gargano era sede di vulcani spenti, ebbero paura. Solo il 28 maggio la popolazione si rasserenò, quando da Napoli giunse una relazione che spiegava il fenomeno vesuviano…. …Nel 1806 giunse nel Regno di Napoli Gioacchino Murat, con il fratello Giuseppe.A San Giovanni si sparse la voce che a san Severo  i francesi avessero usato molte violenze, come tagliare le orecchie e le dita delle donne, per portar loro via

Leggi tutto »

Stasera al Rodi Jazz Fest gli sciamboli (canti all’altelena)

Segnalo brevemente l’evento di stasera a Rodi Garganico all’interno della manifestazione Rodi Jazz Fest (altre info qui). La particolarità della serata è nel “Canti Sciamboli Project”, progetto di punta di quest’edizione (la prima è stata a Gennaio). Sotto la guida di Bruno Tommaso, contrabbassista, arrangiatore e direttore d’orchestra, questi antichi canti carnevaleschi della tradizione popolare del Subppennino Daunio (che arrivano “ufficialmente” fino al Gargano, a San Nicandro Garganico..ma in realtà anche oltre), riprendono vita con una reinterpretazione in chiave jazz che, senza dimenticare lanalisi filologica, libera la connotazione localistica. Il Conservatorio “U. Giordano” di Foggia da tempo pone attenzione alle espressioni culturali di Capitanata: “Canti Sciamboli Project”, infatti, nasce sulla scorta della pubblicazione della musicologa dell’istituto foggiano Patrizia Balestra “Sciamboli e canti all’altalena” (Ed. Squilibri). Allora appuntamento a stasera con il Concerto dell’Orchestra del Dipartimento di jazz dei conservatori di Foggia e Rodi Garganico diretta da Bruno Tommaso…l’ora non la so, në sta scrittë a nësciuna vannë (!#!ﻦﯔ☺ۧѭ). Cosa sono gli sciamboli (ndrandl a San Nicandro G.co)? Buona lettura e buon ascolto sul sito dell’Archivio Sonoro Pugliese. Consiglio di acquistare Sciamboli e canti all’altalena balestra – altre info sul libro

Leggi tutto »

Apertura Abbazia di Kàlena (Peschici) 8 settembre h.17.30

Si replicherà l’8 settembre, in una delle abbazie più antiche d’Italia, una festa cara al cuore di tutti i Peschiciani e garganici. Abbazia di Kalena ore 17,30  Per raggiungerla percorrere la ss89 fino a qui dopodichè seguire la strada indicata per qualche centinaio di metri; sulla sinistra vedrete l’abbazia (vicino alla rotonda per l’interna verso Vieste) EVENTO FACEBOOK Perchè l’abbazia di Kàlena è importante e deve essere tutelata? Ne abbiamo parlato qui: Link 1 Link 2 IL DOPO KALENA 2012 SU FACEBOOK DALLA PAROLE DI TERESA RAUZINO

Leggi tutto »

Ricerca del petrolio alle Tremiti, arriva il si definitivo + aggiornamenti continui

Gruppo facebook con aggiornamenti costanti  LE PROSPEZIONI PETROLIFERE ALLE ISOLE TREMITI SI FARANNO!VERGOGNA! Link in ordine cronologico (più recenti in basso) Altre info Ansa Gazzetta  Teleradioerre  Teleradioerre 2 Teleradioerre 3  Risultato incontro sindaci del Parco Nazionale del Gargano  Incontro associazioni con Vendola e Introna VIDEO Vendola: Clini ci ascolti  Di Pietro con Vendola  Dal blog della Dorsogna:  Dicono che l’ENI stimava che ci fossero dai 30 ai 180 milioni di petrolio al largo della Puglia, ma che le loro stime parlano di 200 milioni di barili. Ne consumiamo 1.5 milioni al giorno, per cui se anche le “stime” della Petroceltic fossero vere, e tutto fosse roseo, distruggiamo Tremiti e Salento per 130 giorni di petrolio. Fanno 4 mesi e mezzo di fabbisogno nazionale – se fosse venduto in Italia – splamato in 20, 30 anni, regalato ad una ditta irlandese che non si sa bene se ha i soldi o no, e contemporaneamente distruggiamo il turismo delle Tremiti. Video Teleblu Prospezioni, Vendola scrive ad Alfano, Bersani, Casini, Di Pietro e Fini Intervista Presidente Parco Nazionale del Gargano Pecorella, “Trivelle: modificare le norme”. Altre 3 prospezioni a Termoli“ Non fermarsi davanti alle lobby”   Pecorella guiderà l’azione No Triv  PEGGIORA LA

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.