VIDEO – La Daunia centro-meridionale tra età romana e Medioevo

Liceo Classico “Nicola Zingarelli” – Cerignola (FG), progetto “Incontro con gli autori” a.s. 2010/2011 a cura dei docenti Miriam Anzivino e Gianfranco Claudione –  Video della relazione del prof. Giuliano Volpe, Rettore Università di Foggia:  “La Daunia centro-meridionale tra età romana e Medioevo. Le nuove acquisizioni tra tutela e fruizione” (7 maggio 2011) La serie, di 7 video, potete visionarla a fine video (introduttivo) cliccando qui

Leggi tutto »

I trabucchi di Vieste continuano a perder pezzi per beghe personali

E’ chiaro ormai. C’è una volontà precisa, da parte dell’attuale amministrazione di Vieste, di non voler contribuire al recupero dei trabucchi a causa di liti personali tra associati dell’associazione “I Trabucchi del Gargano” e qualche componente del Consiglio Comunale viestano. Per loro viene prima l’orgoglio personale, poi i trabucchi..ovvero l’orgoglio collettivo di chi vive il territorio. Nessun trabucco ha ormai la concessione e il Comune emanato un’ordinanza di “non uso e non utilizzo” a causa dei danni che le macchine da pesca hanno subito. Ma cosa che lascia senza parole è che il comune di Vieste sta vietando il ripristino dei trabucchi danneggiati (nonostante i soldi ci siano!). E’ chiara la strategia: bloccare tutto per colpire i proprietari dei trabucchi. Adesso sembrerebbe che il Parco Nazionale del Gargano voglia risolvere una volta per tutte la questione, noi ce lo auguriamo di cuore. P.s. perchè i trabucchi di Peschici sono ignorati dal Parco Nazionale del Gargano? Per saperne di più

Leggi tutto »

L’essenza dei centri storici vince il Pritzker Architecture Prize, in mostra a Vico del Gargano

Wang Shu a Pechino (ma anche a Vico) “Non sprecare materiali e mantenere la memoria” Nella saletta dell’arte del Bar Pizzicato, venerdì 25 Maggio, sarà inaugurata un’esposizione dedicata all’architetto Wang Shu vincitore del premio Pritzker 2012. Nello stesso giorno, la cerimonia di premiazione, per la prima volta si terrà in Cina, a Pechino, come riconoscimento del radicamento al luogo, realizzato da Wang Shu nelle sue opere. “I suoi edifici hanno la capacità unica di evocare il passato – si legge tra le motivazioni della premiazione-, senza fare riferimenti diretti alla storia”. L’ approccio di Wang Shu alla costruzione è allo stesso tempo critico e sperimentale, con grande attenzione alla sostenibilità del costruito e al recupero dei materiali da demolizione. L’architettura di Wang Shu apre nuovi orizzonti e allo stesso tempo ha a che fare con il contesto e la memoria. I suoi edifici hanno l’abilità di evocare il passato pur senza citare direttamente la storia. “Smarrire il proprio passato significa perdere il proprio futuro”. Il Tengtou Pavillon, costruito per l’Expo 2010 a Shanghai, il Xiangshan Campus ad Hangzhou ed il Museo di Storia Locale a Ningbo sono le opere più significative, per la cultura universale che ciascun paese possiede, ma,

Leggi tutto »

VIDEO – Erosione spiaggia a Foce Varano

Ne avevamo parlato a luglio 2011, ora TeleBlu ha fatto un servizio sul problema dell’erosione tra Foce Varano e Capojale, nei comuni di Ischitella e Cagnano Varano. Cartografia erosione costiera Puglia Le cause dell’erosione nella storia

Leggi tutto »

Inceneritori di Capitanata, documenti pieni di anomalie e mancanze

E’ stato depositato presso le Procure di Foggia e Lucera, un nuovo esposto contro l’inceneritore di proprietà E.T.A. spa (Gruppo Marcegaglia) situato in località Paglia – Manfredonia, sottoscritto da cittadini e associazioni della Capitanata. Nei prossimi giorni verrà depositato anche alla Procura di Bari e alla Commissione Ambiente Europea. Di seguito vengono sinteticamente elencati gli argomenti trattati. Si comincia con un Accordo di Programma, per il cambio di destinazione urbanistica del sito in questione, scritto sulla base di un impianto diverso da quello attuale. La data di stipula risale al 2003, mentre lo Studio di Impatto Ambientale è stato presentato per la prima volta nel 2007. Tra i principali cambiamenti si individua una potenza termica superiore; l’illecita identificazione di impianto “da fonti rinnovabili” in quanto per l’80-100% funzionerà a CDR, ormai riconosciuto rifiuto speciale sin dal 2008; l’impianto, a conclusione dell’Accordo di Programma, non doveva essere sottoposto a Valutazione di Impatto Ambientale, mentre con la presentazione dello Studio di Impatto Ambientale è chiaro che l’inceneritore è assoggettato a VIA, autorizzazione che ottiene nel 2009; E.T.A. chiede il cambio di destinazione urbanistica riguardo a territori non ancora in suo possesso. Nel precedente esposto è stato evidenziato il mancato coinvolgimento nel procedimento

Leggi tutto »

Varano Lake Triathlon Event, un grande evento sportivo sul Lago di Varano

21-22-23 settembre 2012 Il Parco Nazionale del Gargano si prepara ad accogliere il Varano Lake Triathlon, un evento sportivo alla sua edizione “zero” che si svolgerà nel territorio intorno al Lago di Varano, compreso fra i comuni di Cagnano Varano, Carpino e Ischitella nella provincia di Foggia. Una manifestazione di respiro internazionale volta a valorizzare il messaggio sportivo ed il patrimonio territoriale, non può che essere concepita come ecosostenibile: l’evento infatti è progettato e realizzato in accordo con lo standard BSI 8901, nato per e utilizzato da le Olimpiadi London 2012, per la prima volta in Italia ad una manifestazione di carattere sportivo. VLT è il primo evento sportivo italiano che prende corpo seguendo lo standard “Specification for a sustainable event management system with guidance for use”, guida progettuale, operativa e di riesame, rivolta al continuo miglioramento della qualità della manifestazione, e soprattutto della sua sostenibilità ambientale e territoriale. Organizzato dal Comitato Regionale Fitri Puglia, in collaborazione con Earthware.it eventi sostenibili e Innovation Consulting l’evento ha tra le partnership istituzionali: Assessorato allo Sport Provincia di Foggia, Comune di Carpino, Comune di Ischitella, Comune di Cagnano Varano, Lega Navale Italiana – sezione Ischitella, associazioni di volontariato locali. Sono stati inoltre coinvolti

Leggi tutto »

Lecce e l’incantesimo del barocco

Basilica di Santa Croce, foto di Lupiae Una storia affascinante, una posizione geografica che la rende terra di frontiera ma allo stesso tempo ponte tra l’Europa e il Mediterraneo e la ricchezza di eventi e idee che ne fanno un eccezionale serbatoio culturale e creativo. Tutto questo è Lecce. Una città viva con proposte per tutti i gusti, in grado di soddisfare anche i palati più esigenti. Scopriamola con il blog di viaggi di eDreams, agenzia di viaggi online che propone voli low cost, hotel e pacchetti turistici. Centro più importante del Salento, è conosciuta in particolare per il barocco leccese, una vivace ed esuberante interpretazione di questo stile architettonico con echi spagnoli e una tonalità unica conferita dall’utilizzo della pietra leccese, di color giallo oro. Lo scrittore francese Paul Bourget, nel suo libro “Sensations d’Italie”, ha scritto sull’argomento: “Prima d’esser venuto qui, io non attribuivo ai termini di Barocco e di rococò che un senso di antipatia e di pretesa. Lecce mi ha rivelato che essi possono anche essere sinonimi di fantasia leggera, di folle eleganza e di garbo raro”. Avete una giornata a disposizione per visitare la città? Ecco i luoghi da non perdere! Colonna di Sant’Oronzo, foto

Leggi tutto »

Amara terra mia

Amara terra mia è il titolo di questo testo che ho trovato in rete L’attaccamento dell’uomo alla natura e secoli di storia contadina si riversano nel presente ma, come potete immaginare, non trovano molto spazio soprattutto in questa imponente area metropolitana che fa da trait d’union tra Milano e tutte le altre città della Lombardia. Così, di questa linfa, si impregnano solo le piccole zolle che stanno ai margini delle strade, sotto gli svincoli della tangenziale, nel giardino delle villette a schiera o nei rimasugli di terreno a ridosso dei parchi pubblici che le amministrazioni comunali hanno dimenticato, troppo piccoli per essere edificate. Così, forte di un’indole coltivatrice, l’abitante dei sobborghi nel tempo ha imparato a farle proprie, terra di nessuno vuol dire terra di tutti, quindi anche mia, no? Così una baracca in lamiera un giorno, un recinto il giorno dopo, un cancelletto di fortuna con lucchetto e l’orticello abusivo da hinterland è servito. Stagione dopo stagione lo si nota sempre più rigoglioso e non si capisce il perché e il percome, il clima è quello che è e poi non si riesce a immaginare la qualità di un pomodoro nato e cresciuto tra il traffico dell’ora di punta,

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.