La storia di San Giovanni Rotondo..tra cenere di vulcano e invasioni di cavallette

San Giovanni Rotondo del 1702 La storia non è sempre noiosa…. …Il 16 dicembre 1631 il Vesuvio entrò in eruzione e le ceneri, giunsero copiose anche sul Gargano, spinte dalle correnti in quota. I sangiovannesi dormirono all’aperto, temendo la fine del mondo. Il terzo giorno la pioggia scese dal cielo sotto forma di fango e la gente si percosse il petto, invocando il perdono dei propri peccati. Poi tutto finì e la vita riprese.Il 21 maggio 1737 si ripeté il fenomeno del Vesuvio del 6 dicembre 1631. Questa volta però la cenere fu molto più copiosa, formando nei campi una coltre che raggiunse i sei centimetri. Il 24 maggio la pioggia trasportò la cenere in pozzi e cisterne, provocando la morte di uomini e animali. Isangiovannesi, venuti a sapere che il Gargano era sede di vulcani spenti, ebbero paura. Solo il 28 maggio la popolazione si rasserenò, quando da Napoli giunse una relazione che spiegava il fenomeno vesuviano…. …Nel 1806 giunse nel Regno di Napoli Gioacchino Murat, con il fratello Giuseppe.A San Giovanni si sparse la voce che a san Severo  i francesi avessero usato molte violenze, come tagliare le orecchie e le dita delle donne, per portar loro via anelli ed orecchini… …Lo storico sangiovannese Francesco Nardella racconta che i capi sangiovannesi, spaventati dalla ferocia distruttiva dei francesi decisero di far stillare dal seno delle giovani mamme il latte destinato ai propri figliuoli per ricavarne formaggio fresco da offrire agli ufficiali nemici. Questa singolare e commovente offerta avrebbe convinto i francesi a lasciare indenne l’abitato di San Giovanni Rotondo…. …Nel 1852 un’invasione di cavallette attaccò il raccolto. Nel mese di maggio nel tenimento di S. Giovanni Rotondo operavano circa 400 persone  con 17 “rachene”, che assicuravano giornalmente la distruzione di 70 tomoli di cavallette . Le rachene erano  lunghi

Leggi tutto »

Stasera al Rodi Jazz Fest gli sciamboli (canti all’altelena)

Segnalo brevemente l’evento di stasera a Rodi Garganico all’interno della manifestazione Rodi Jazz Fest (altre info qui). La particolarità della serata è nel “Canti Sciamboli Project”, progetto di punta di quest’edizione (la prima è stata a Gennaio). Sotto la guida di Bruno Tommaso, contrabbassista, arrangiatore e direttore d’orchestra, questi antichi canti carnevaleschi della tradizione popolare del Subppennino Daunio (che arrivano “ufficialmente” fino al Gargano, a San Nicandro Garganico..ma in realtà anche oltre), riprendono vita con una reinterpretazione in chiave jazz che, senza dimenticare lanalisi filologica, libera la connotazione localistica. Il Conservatorio “U. Giordano” di Foggia da tempo pone attenzione alle espressioni culturali di Capitanata: “Canti Sciamboli Project”, infatti, nasce sulla scorta della pubblicazione della musicologa dell’istituto foggiano Patrizia Balestra “Sciamboli e canti all’altalena” (Ed. Squilibri). Allora appuntamento a stasera con il Concerto dell’Orchestra del Dipartimento di jazz dei conservatori di Foggia e Rodi Garganico diretta da Bruno Tommaso…l’ora non la so, në sta scrittë a nësciuna vannë (!#!ﻦﯔ☺ۧѭ). Cosa sono gli sciamboli (ndrandl a San Nicandro G.co)? Buona lettura e buon ascolto sul sito dell’Archivio Sonoro Pugliese. Consiglio di acquistare Sciamboli e canti all’altalena balestra – altre info sul libro

Leggi tutto »

Apertura Abbazia di Kàlena (Peschici) 8 settembre h.17.30

Si replicherà l’8 settembre, in una delle abbazie più antiche d’Italia, una festa cara al cuore di tutti i Peschiciani e garganici. Abbazia di Kalena ore 17,30  Per raggiungerla percorrere la ss89 fino a qui dopodichè seguire la strada indicata per qualche centinaio di metri; sulla sinistra vedrete l’abbazia (vicino alla rotonda per l’interna verso Vieste) EVENTO FACEBOOK Perchè l’abbazia di Kàlena è importante e deve essere tutelata? Ne abbiamo parlato qui: Link 1 Link 2 IL DOPO KALENA 2012 SU FACEBOOK DALLA PAROLE DI TERESA RAUZINO

Leggi tutto »

Ricerca del petrolio alle Tremiti, arriva il si definitivo + aggiornamenti continui

Gruppo facebook con aggiornamenti costanti  LE PROSPEZIONI PETROLIFERE ALLE ISOLE TREMITI SI FARANNO!VERGOGNA! Link in ordine cronologico (più recenti in basso) Altre info Ansa Gazzetta  Teleradioerre  Teleradioerre 2 Teleradioerre 3  Risultato incontro sindaci del Parco Nazionale del Gargano  Incontro associazioni con Vendola e Introna VIDEO Vendola: Clini ci ascolti  Di Pietro con Vendola  Dal blog della Dorsogna:  Dicono che l’ENI stimava che ci fossero dai 30 ai 180 milioni di petrolio al largo della Puglia, ma che le loro stime parlano di 200 milioni di barili. Ne consumiamo 1.5 milioni al giorno, per cui se anche le “stime” della Petroceltic fossero vere, e tutto fosse roseo, distruggiamo Tremiti e Salento per 130 giorni di petrolio. Fanno 4 mesi e mezzo di fabbisogno nazionale – se fosse venduto in Italia – splamato in 20, 30 anni, regalato ad una ditta irlandese che non si sa bene se ha i soldi o no, e contemporaneamente distruggiamo il turismo delle Tremiti. Video Teleblu Prospezioni, Vendola scrive ad Alfano, Bersani, Casini, Di Pietro e Fini Intervista Presidente Parco Nazionale del Gargano Pecorella, “Trivelle: modificare le norme”. Altre 3 prospezioni a Termoli“ Non fermarsi davanti alle lobby”   Pecorella guiderà l’azione No Triv  PEGGIORA LA SITUAZIONE…TRIVELLE ANCHE ENTRO 12 MIGLIA  Vendola contro Monti alla Fiera del Levante  Le dichiarazioni oscene di Monti a Bari a proposito delle trivelle CLINI INCONTRERA’ I SINDACI DI CAPITANATA  Trivelle: Comitato delle Istituzioni c’è RISULTATI INCONTRO BARI CON MINISTRO  Link 2 TUTTE LE REGIONI CONTRO IL PETROLIO   RICORSO AL TAR ACCOLTO Il testo della sentenza che annulla l’autorizzazione rilasciata dal Ministero dell’Ambiente alla Petroceltic Italia.  MANIFESTAZIONE 6 ottobre MANFREDONIA IL DOPO MANIFESTAZIONE EVENTO FACEBOOK Gianni Lannes se parla Come se i veleni presenti già non bastassero… RICORDIAMO DI CONSULTARE LA NOSTRA PETROLMAP PER VEDERE DOVE SARANNO FATTE LE PROSPEZIONI

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.