NOI SIAMO BIODIVERSI!

Incontro con Pietro Zito, ristoratore proprietario di Antichi Sapori a Montegrosso, una borgata di concezione razionalista, concepita negli anni del fascismo, nei pressi di Andria.

Leggi tutto »

Frutti dimenticati e biodiversità recuperata

Pero Mezzorotolo (a forma di ruota), nel Gargano, (N. Biscotti) Una pubblicazione molto interessante per chi voglia avere un’infarinatura generale dei frutti antichi presenti sul Gargano e in Puglia. Molti contributi sono a cura del botanico garganico Nello Biscotti. Specie antiche, custodi, ultimi esemplari di piante..troviamo un po’ di tutto ciò all’interno. Buona lettura. Approfondisci qui:VITIGNI E TERRITORIO, STORIA DELLE VIGNE DEL GARGANONELLO BISCOTTI RACCONTA IL VINO DI VICO DEL GARGANOI vitigni del Gargano da salvare a TG2 Eat Parade – 29 agosto 2014L’ATLANTE DEI VITIGNI TRADIZIONALI DI PUGLIAI VITIGNI DI VICO DEL GARGANO ATLANTE DEI FRUTTI ANTICHI DI PUGLIAALMANACCO BIODIVERSO COMPENDIO DELLE SPECIE ORTICOLE PUGLIESI PIÙ RAREI GIARDINI DI PONOMA

Leggi tutto »

CONTRATìEMBE. Storia di una Puglia Biodiversa

Presentazione del Progetto Re.Ge.Frup, Re.Ger.O.P., Re.Ge.Vi.P.  Programma Sviluppo Rurale FEASR 2007 -2013 Mis. 214 “Pagamenti Agrialimentari” Azione 4 sub azione a) “Progetti integrati per la Biodiversità” Reg. (CE) 1698/2005 e Programma Sviluppo Rurale FEASR 2014-2020 Mis.10.2.1 “Progetti per la conservazione e valorizzazione delle risorse genetiche in agricoltura” Reg. (CE) 1305/2013

Leggi tutto »

Presidenza del Parco Nazionale: Il Gargano si inizia a far sentire

Comitato dei Circoli “Città Gargano” COMUNICATO STAMPA Dopo la pausa post referendaria e in vista del congresso nazionale del Partito, anche i circoli PD del Gargano hanno approcciato una ripresa dei lavori sulla necessità di rendere unito il territorio garganico e conferirgli quel maggiore peso politico ormai improrogabile. I circoli di Cagnano Varano, Monte Sant’ Angelo, San Nicandro Garganico, Peschici, S. Giovanni Rotondo, S. Marco in Lamis, Carpino, Ischitella, Mattinata e Vico del Gargano, intendono con grande compattezza aprire una discussione sulla questione Parco Nazionale del Gargano, con l’intento di intraprendere senza esitazione il confronto pubblico sulla prossima presidenza e ribadire la forte attenzione del PD sul giusto ruolo di un Ente che “deve essere l’anima stessa del Gargano e il luogo di convergenza primario dell’intero territorio e delle sue istituzioni”, come ribadito più volte. I circoli del Gargano concordano con unanimità di pensiero di aprire in tempi brevissimi un confronto politico dapprima con la federazione provinciale e quindi con tutte le componenti politiche e istituzionali di competenza, ivi compresi i ruoli chiave di Regione Puglia e Ministero dell’Ambiente, con il solo intento di garantire il diritto delle popolazioni garganiche ad avere un presidente del Parco, tra i più grandi

Leggi tutto »

VIDEO: L’UOMO CHE PIANTAVA GLI ALBERI (Jean Giono)

Film d’animazione di Frédérick Back tratto dal romanzo di Jean Giono. Vincitore del premio Oscar per il miglior cortometraggio d’animazione nel 1988. Se si teneva a mente che era tutto scaturito dalle mani e dall’anima di quell’uomo, senza mezzi tecnici, si comprendeva come gli uomini potrebbero essere altrettanto efficaci di Dio in altri campi oltre alla distruzione.”

Leggi tutto »

La Regione Puglia finanzia la pulizia delle spiagge del Gargano

I Comuni di Ischitella e Cagnano riceveranno 100mila euro nell’ambito di un bando regionale Sono quattro i Comuni della Provincia di Foggia risultati destinatari di finanziamenti nell’ambito del bando della Regione Puglia sulla rimozione straordinaria di rifiuti illecitamente abbandonati e di materiali spiaggiati sulla costa rientrante in aree naturali protette. Si tratta di Ischitella, Cagnano Varano, Lesina e Zapponeta. Nello specifico sia il Comune di Ischitella sia il Comune di Cagnano Varano hanno ottenuto un finanziamento di 100mila euro (cui saranno per aggiunti 25mila euro di cofinanziamento comunale). Il Comune di Lesina ha ottenuto un finanziamento 93.181,82 euro (cui saranno aggiunti 9.318,18 di cofinanziamento comunale) mentre il Comune di Zapponeta è destinatario di un finanziamento di 36.241,89 euro con 3.624,19 di cofinanziamento comunale. In tutto sono 14 i Comuni della Regione Puglia destinatari dei finanziamenti con un impegno totale di 936.581,49 euro sul Cap. 611087 del Bilancio regionale 2016. La graduatoria degli interventi ammessi è stata pubblicata con determinazione del Dirigente Sezione Ciclo dei Rifiuti e Bonifica n. 363 del 22 novembre 2016. I Comuni beneficiari dei contributi, che saranno erogati in due tranche, dovranno documentare l’avvenuto formale impegno della propria quota di cofinanziamento alla Sezione Ciclo Rifiuti e Bonifica,

Leggi tutto »

La Via per Mi-Ka-El, il cammino da Monte San Vito a Monte Sant’Angelo (aprile 2017)

La Via per Mi-Ka-El vuole essere un evento in cui la storia ed il territorio, a 360 gradi, vengono presentati a 30 camminatori provenienti da varie parti d’Italia e d’Europa.Tutto ciò per promuovere un tratto della Via Francigena/Micaelica in cui è notevole la spiritualità che il Pellegrino cerca. 6 giorni di cammino Dopo il Cammino di Santiago, oggi è la Via Francigena a rappresentare l’aspirazione più grande per un camminatore/pellegrino. Il lungo Cammino della Via Francigena trova nella provincia di Foggia la sua più alta spiritualità. Fra le montagne del Subappennino, il verde mare del grano della Capitanata  e la sacralità della Montagna di San Michele, si provano le emozioni più profonde ripensando agli innumerevoli pellegrini e santi che, dopo aver percorso migliaia di  chilometri lungo le grandi e antiche strade medievali che univano il vecchio continente ai luoghi sacri dell’Asia e del Medioriente, entravano nel Sacro Speco della  Montagna Gargano (terribilis locus), nell’ultimo tratto della Via Micaelica, ebbri di gioia per aver raggiunto la loro meta. Si camminerà alla ricerca della storia attraverso le diverse realtà del territorio: la sua spiritualità invisibile, misteriosa e trascendente, l’ambiente unico nelle biodiversità, la  sua gastronomia derivante dalla riscoperta della cucina povera di

Leggi tutto »

Progetto Sant’Anna, un bilancio dell’iniziativa

Progetto Sant’Anna | Visita guidata Chiesa di Sant’Anna,Carpino Ci siamo bagnati per pochi minuti ma la giornata è riuscita ottimamente. Buona la partecipazione, bella la compagnia, la campagna ci ha accolti in un vivido verde, smeraldo oserei dire. E poi Sant’Anna era lì ad aspettare qualcuno in visita, come tutti i giorni dal 1736, ma con tante crepe in più. Sant’Anna è lì ad aspettare…e forse qualcosa si è iniziato a muovere. Voglio ringraziare di cuore coloro che oggi hanno raggiunto Carpino da Vieste, Foggia, San Giovanni Rotondo, Ischitella e i pochissimi carpinesi (tra l’altro tutti residenti fuori tranne Mimmo Delle Fave). Senza una comunità e una parrocchia (proprietaria della struttura) determinate recuperare la chiesa di Sant’Anna potrebbe essere solo utopia. Ma proviamoci ancora… Intanto abbiamo aggiunto altri 70€ alla somma raccolta dalle guide turistiche pugliesi per il progetto The Monuments People Domenico Antonacci —— Riporto il bel commento di Michele del Giudice, esperto camminatore che oggi ci ha onorato della sua presenza: Bella giornata con Domenico Sergio Antonacci a Carpino. Una piana che ispirava serenità; ulivi secolari con prati di trifoglio rigoglioso e verde smeraldo. Due sciacquoni di quelli poderosi hanno rinverdito anche noi trekkers, ma la cosa importante

Leggi tutto »

Progetto Sant’Anna, una visita guidata sul Gargano per aiutare Amatrice

A cura di Domenico S. Antonacci Un braccio alzato come a chiedere soccorso. Il campanile della chiesa di Sant’Anna spicca tra gli uliveti di Carpino, lo si vede bene attraverso il finestrino dell’auto. C’è ancora chi racconta di magiche feste di fronte alla chiesa; il 26 luglio è in onore di Sant’Anna, protettrice delle partorienti, la madre della Madonna, la madre di tutte le donne. E’ bastato un atto vile, il furto della tela con la Santa, per avviare l’edificio verso l’oblio più profondo. Incendi, crolli, altri furti e vegetazione hanno fatto, e stanno facendo ancora, il resto. Certo, la piccola chiesetta rurale non spicca per prestigiosi elementi architettonici o artistici ma anzi, rispecchia la semplicità della comunità che ci viveva attorno, immersa nei lavori della campagna. Un fulcro vitale, un punto di riferimento, una speranza di fede per chi si spaccava la schiena nella piana piatta, assolata e a tratti paludosa di Carpino. Una comunità ancora così legata alla sua campagna non può dimenticare. La chiesa necessita di un intervento per non essere dimenticata. Ecco perchè nasce “Progetto Sant’Anna”, un progetto immateriale per il recupero della memoria, quella memoria collettiva necessaria per maturare un genuino senso di identità e

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.