ARRIVA IL CONTRIBUTO DI 100 EURO PER ETTARO PER LE AZIENDE CHE NON BRUCIANO LE STOPPIE

Nel rispetto della L.R. 27/98 la Provincia di Foggia ha promosso un bando “BANDO PER L’EROGAZIONE DI INCENTIVI FINALIZZATI AD INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO AMBIENTALE A SCOPO FAUNISTICO. INTERVENTO: MANTENIMENTO STOPPIE DERIVANTI DA COLTURE A CEREALI” finalizzato alla realizzazione di interventi per miglioramenti ambientali ai fini faunistico-venatori e precisamente “Divieto di bruciatura delle stoppie derivanti dai residui di coltivazione dei cereali”. Alle aziende agricole che sono disposte a rinunciare alla pratica, ormai consueta e consolidata, della bruciatura delle stoppie e a voler posticipare l’aratura del fondo al 1 ottobre 2015, viene riconosciuto un premio di 100 euro per ettaro, fino ad un massimo di 500 euro per azienda. L’obiettivo che si vuol raggiungere con questo intervento è quello di favorire le condizioni ambientali per la fauna selvatica in modo da poter consentire un miglioramento dei risultati riproduttivi e della sopravvivenza. Va inoltre ribadito che la tecnica della bruciatura NON apporta nessun vantaggio o beneficio dal punto di vista agronomico (meno sostanza organica nel terreno e danni alla microfauna presente nel terreno). La domanda può essere presentata entro il 15 Luglio 2015 e la concessione del premio sarà effettuata sino all’esaurimento delle risorse. Bando, domanda e altra documentazione Fonte: http://www.agrogav.com/news

Leggi tutto »

Poesie nel centro storico di Vico del Gargano “sulle pietre che piangono perché tradite”

“Non sono semplici pietre, da poter spostare, distruggere o abbandonare a proprio piacimento, senza una remora. Sono pietre che raccontano storie e tracciano strade da percorre nella direzione “Futuro”.  Queste pietre sono la carta d’identità di chi li abita. Non sono mute presenze ma il chiasso dei bambini e il vociare delle vecchiette . Sono più vive di certe persone, tipo quelle con la fissa dell’anticorodal o dei marmi o dei colori sgargianti. Sono pietre vecchie ma pulite nonostante l’immondizia onnipresente. Queste pietre non ci hanno mai abbandonato diversamente da come abbiamo fatto noi.Queste pietre sono i centri storici del Gargano che anche se maltrattati sono bellissimi. Sono pietre che piangono perchè tradite. Dedicargli delle poesie è stato un gesto consolatorio. Abbiamo attaccato senza sporcare le pareti, delle poesie scritte su dei fogli nelle vie del centro storico di Vico del Gargano. Come si fa con la propria ragazza gli abbiamo dedicato delle poesie d’amore, ma anche poesie che parlano della bellezza dei borghi e versi dialettali per rimarcare la forza delle radici.Chi conosce il centro storico di Vico forse si sta abituando a vederlo così com’è, e il nostro intendo è quello di far sostare queste persone a leggere

Leggi tutto »

Lo zafferano del Gargano di Nunzio Martino

di Domenico Sergio Antonacci Qualche tempo fa mi ha incuriosito molto il profilo facebook di Nunzio Martino, in particolare per un logo dove si riportava “Zafferano del Gargano”, ed eccomi qui, quindi, a scriverne. L’esperienza di Nunzio nasce nel 2012, quando dopo un corso a Montefeltro decide di acquistare alcuni bulbi, il necessario per partire con una piccola sperimentazione nella piana di Sant’Egidio (quella che una volta era un lago, per saperne di più), nel territorio di San Giovanni Rotondo. Altri corsi, altri bulbi, un investimento più importante e nel 2015 arriva il momento della commercializzazione, attualmente ristretta all’ambito locale anche se Nunzio non nasconde di cercare contatti fuori. Mi racconta di un lavoro fatto di tanta fatica e pazienza, zappa, pochissima meccanizzazione ma anche poca acqua; il bulbo, dormiente durante l’estate, vegeta a settembre mentre il raccolto avviene poco dopo, tra ottobre e novembre (che bella deve essere la piccola distesa viola…foto..prometto!). Una bella “avventura agricola” quella di Nunzio e un grande in bocca al lupo per questa scelta coraggiosa! ps il sito è in arrivo ma intanto potete contattarlo qui (giornalisti, parlatene!)

Leggi tutto »

VIDEO: Er pugliese de Roma

Perché le mamme pugliesi fanno sempre partire i propri figli universitari con tantissime buste strapiene di cibo? Ora tutto viene spiegato! Video divertente da San Severo, con furore!

Leggi tutto »

Appello ai garganici, raccogliamo insieme tutti i materiali della Prima Guerra Mondiale!

Rilanciamo l’appello della prof.ssa Rauzino, rivolto a tutti i garganici, “forniteci materiali (lettere, medaglie, vestiario soldati, utensili cartoline, attestati, etc) che ricordino la prima guerra mondiale, un periodo cruciale per la vita degli italiani. Vorremmo organizzare una mostra. Abbiamo già dei materiali, aspettiamo anche i vostri!” I materiali raccolti fino ad ora sono visibili su quest’album facebook Contattateci su info@amaraterra.com

Leggi tutto »

La fotogallery di un turista alle Isole Tremiti, un paradiso perduto tra ruderi e degrado

di Domenico Sergio Antonacci Un turista ci invia le seguenti foto con richiesta di pubblicazione e tanto di messaggio di protesta (che preferisco risparmiarvi, visto il tono); davvero frustante sapere che quello che potrebbe essere uno dei nostri gioielli più unici versa in questo stato (agli occhi di tutti), davvero frustante sapere che c’è chi dice “non ci tornerò mai più”. C’è tanto da fare, basta chiacchiere!

Leggi tutto »

CARPINO 27 giugno: Presentazione del libro “Non più caste – Carmelo Palladino e la Prima Internazionale”

Palazzo Barone, Carpino – 27 giugno h. 18.00 Verrà presentata la figura di Carmelo Palladino, anarchico cagnanese in contatto con il panorama anarchico-socialista europeo dell’epoca, ma anche quella di Giuseppe Bramante, amico carpinese di Carmelo, anch’egli anarchico molto attivo nella seconda metà dell’800. Non più caste – Carmelo Palladino e la Prima Internazionale di Leonarda Crisetti Prefazione di Giampietro Berti Saluti – Rocco Manzo, sindaco di Carpino Presentazione volume – Michele Presutto, Storico -Teresa Maria Rauzino, Società Storia Patria per la Puglia – Leonarda Crisetti Autrice Coordinatore Domenico Sergio Antonacci EVENTO FACEBOOK

Leggi tutto »

VIDEO: L’antico trappeto De Simone (1834) a Cagnano Varano

di Domenico Sergio Antonacci Visita al trappeto De Simone (del 1834) con la signora Carmela De Simone che racconta i suoi ricordi di 50 anni fa all’interno del piccolo spazio un tempo utilizzato per produrre olio d’oliva. Un po’ di archeologia industriale (o proto-industriale) anche sul Gargano. Riprese e montaggio sono abbastanza amatoriali, perdonatemi e concentratevi sul contenuto 😉    

Leggi tutto »

ATTENZIONE! Questo blog si è trasferito da Blosgpot a WordPress in data 16/01/2020.
Se dovessi riscontrare immagini mancanti, post incompleti o altri problemi causati dalla procedura di trasferimento, sei pregato di segnalarlo a info@amaraterramia.it, te ne sarò grato.